Disney Parigi

Disneyland Paris: dove tutto è possibile

sabato, ottobre 28, 2017Manuela Vitulli


Io credo che la vita sarebbe più bella se ognuno di noi potesse tornare a guardare il mondo con gli occhi di un bambino.
E Disneyland Paris è il posto numero uno per farlo.

È il posto dove i sogni diventano realtà, dove i problemi sembrano dei puntini lontanissimi, dove tutti sorridono e la felicità sembra una cosa semplice, semplicissima.
Incredibile come non abbia mai assistito a piagnistei o lamentele a Disneyland Paris: ho assistito solo a cose belle.
Ho perso la cognizione del tempo e mi sono ritrovata inconsciamente a saltellare da una parte all’altra con le orecchie di Minni sulla testa.
E trovo che tutto questo sia unico.
Non c’è altro posto al mondo che riesca a far sentire così leggeri.






Disneyland Paris - insieme a Parigi - per me ha sempre avuto un significato speciale.
Avrò fatto la prima media quando, per un progetto scolastico, mi era stato chiesto di creare un itinerario di viaggio in una città a scelta.
Io senza esitare scelsi Parigi e, con mia madre, realizzai un itinerario che comprendeva la visita della città e un paio di giorni a Disneyland Paris con pernottamento in uno degli hotel del parco. Da allora ho sognato di trasformare quel sogno in realtà e - credetemi - gironzolare tra le attrazioni dei Parchi, e fare tutto quello che avevo progettato per quel compito a scuola, ecco, per me ha avuto un significato immenso.
Saranno passati almeno 15 anni da quel compito in classe, eppure il mio desiderio di andare a Disneyland non è mai calato.
Sono cresciuta - come quasi tutti i miei coetanei - a "pane e Disney", ricordo a memoria alcuni classici, riesco ad associare una canzone al suo film Disney già dalle prime note.
Disney ha rappresentato una parte importante della mia infanzia e della mia crescita e ad ogni suo capolavoro corrispondono dei momenti speciali della mia vita. Va da sè che - nelle Instagram Stories - nei giorni che ho trascorso a Disneyland Paris mi avete visto felice come una bambina.
Io non so come sia possibile, ma l'atmosfera Disney riesce magicamente a scacciare lo stress e la negatività catapultando i visitatori in una dimensione parallela fatta di felicità e spensieratezza.
E non importa che età abbia ciascun visitatore: a Disneyland Paris il divertimento non conosce limiti anagrafici. Anzi.
Siamo in tantissimi a pensare che un adulto può amare il parco anche più di un bambino.
D'altronde sfido a trovare un altro posto che innesca una tale evasione della realtà.

Adesso vi racconto un po' com'è fatto il parco e quello che ho più amato personalmente.
Parto col dirvi che all'interno dell'area ci sono due parchi tematici (Disneyland e Walt Disney Studios) e ben sette hotel tematici Disney.

Parco Disneyland

Il parco principale di Disneyland Paris, con l'iconico castello, è nato nel 1992. Io ho avuto la possibilità di visitarlo per la prima volta proprio quest’anno, in occasione del 25° anniversario.
Fino alla fine del 2017 avranno luogo eventi speciali, creati ad hoc per l’anniversario.
Da Disney Stars on Parade (la parata del pomeriggio in cui sfilano decine e decine dei più amati personaggi Disney in un tripudio di gioia e colori) a Disney Illuminations.
Quest’ultimo, lo spettacolo che anticipa la chiusura del parco, è qualcosa di sensazionale.
Come per un concerto, per godere della migliore visuale è auspicabile prendere posto ai piedi del castello in largo anticipo.
Lo spettacolo dura circa mezz’ora e, mentre vengono proiettati alcuni dei film Disney più amati della storia, lascia gli spettatori senza parole.
Cattura con i suoi giochi di luce, sbalordisce con l’esplosione dei fuochi d’artificio, emoziona con le colonne sonore più belle, commuove.
Sì, lo ammetto, ho avuto i brividi davanti al castello e… ho pianto.
Ho pianto perché ho visto proiettata sul castello la mia infanzia, alcuni dei momenti più belli della mia vita.
Ho visto proiettare The Circe of Life del Re Leone, il primo film Disney che ho visto al cinema con i miei genitori.
Ho visto proiettare Frozen, il film preferito di una persona a cui sono molto legata. Disney Illuminations è un concentrato di brividi e emozioni che va assolutamente vissuto. Almeno una volta nella vita.








Walt Disney Studios

Walt Disney Studios, il parco adiacente, è nato dieci anni dopo ed è un altro gioiellino per gli amanti di Disney, soprattutto per i più grandi.
Qui sono concentrate gran parte delle attrazioni più adrenaliniche, oltre ad un’area (che adoro) completamente dedicata a Toy Story: Playland.
Qui ci sono tutti i giocattoli di Andy – con tanto di scritta Andy – incluso un gigantesco Buzz Lightyear.




Le mie attrazioni preferite

I due parchi contano insieme ben 59 attrazioni, ragion per cui io consiglierei almeno due giorni qui.  Tutte le attrazioni sono incantevoli, ma voglio segnalarvi quelle che mi hanno lasciato senza parole:

  • L’attrazione dedicata a Pirati dei Caraibi trasporta nel mondo umido e misterioso dei Caraibi. Si ha davvero la sensazione di essere catapultati dal clima fresco parigino alle calde temperature del centro America. E Jack Sparrow è stato realizzato con una minuzia tale da essere identico a Johnny Depp! 
  • It’s a small world. Si tratta di un’attrazione dedicata a grandi e piccini che riproduce i vari Paesi del mondo. Fu realizzata a sostegno dell’UNICEF e fu Walt Disney in persona a curarne la realizzazione.  
  • L’attrazione dedicata a Ratatouille è un’altra meraviglia: fa rivivere il film dal punto di vista del topolino!  
  • L’attrazione dedicata al rock e agli Aerosmith è adrenalina pura. Immaginate di fare giri della morte a suon di musica rock… davvero super! 
  • Se come me amate l’adrenalina anche la Tower of Terror e la super corsa nella macchinina di Toy Story a Playland sono da non perdere. 
Ve ne ho segnalate solo alcune, ma confesso che le avrei inserite quasi tutte!
Sembra che ogni attrazione qui sia vincente, sembra che ogni attrazione riesca ad arrivare dritto al cuore del visitatore (o per la magia, o per l’adrenalina).


I ristoranti

I ristoranti nell'area dei parchi sono - pensate - ben 55.
Va da sé che scegliere dove pranzare o cenare non è affatto semplice. Io ho adorato follemente Chez Rémy, il ristorante ispirato al film Ratatouille, ubicato nell'area parigina dei Walt Disney Studios.
I piatti giganteschi posti tra un tavolo e l'altro e le sue pietanze prelibate lo rendono uno dei posti imperdibili nel parco nonché un'interessante esperienza gastronomica.
Qui si mangia á là carte mentre, se si desidera spendere meno o consumare un pasto più veloce, si può andare al Plaza Gardens nel Parco Disneyland. Qui vi è un grande buffet.
Un'altra bella opzione è il pranzo con i personaggi Disney, sempre a buffet, al ristorante Inventions nel Disneyland Hotel. Qui ci sono dei piatti a forma di Topolino (i topopiatti, li chiamo io) e, tra un boccone e l'altro, passano tra i tavoli alcuni dei più importanti personaggi Disney.
L'incontro con Topolino è assicurato!







Gli hotel

Per immergersi completamente nella magica atmosfera io consiglio di soggiornare in uno dei 7 hotel tematici del resort (questo link spiega bene il perché). In alternativa, se si vuole spendere meno, si può soggiornare in uno degli hotel subito fuori l'area ma vicinissimi ai parchi. Consiglio di dormire in zona perché è il modo migliore per godere pienamente di ogni minuto della giornata (specialmente se visitate Disneyland solo per un giorno) e non perdervi l'emozionante spettacolo finale, Disney Illuminations. Io ho soggiornato al Disney's Newport Club Hotel, un albergo 4 stelle ispirato al mondo marino. A questo link potete trovare le offerte in corso. Ovviamente prima si prenota e più si ha la possibilità di ottenere un buon prezzo.

Per quanto riguarda i biglietti, invece, queste sono le attuali tariffe in prevendita (per risparmiare!):

  • BIGLIETTO ADULTO 1 GIORNO/1 PARCO A PARTIRE DA 49€ (TARIFFA MINI) 
  • BIGLIETTO ADULTO 1 GIORNO/ 2 PARCHI A PARTIRE DA 64€ (TARIFFA MINI)

Come arrivare a Disneyland Paris

Gli ingressi dei Parchi si trovano a soli 30 km da Parigi (35 minuti con la RER A). Sono raggiungibili in circa un'ora dagli aeroporti di Parigi (Charles de Gaulle e Orly) con la navetta, oppure in soli due minuti a piedi dalla stazione ferroviaria Marne-la-Vallée/Chessy.

La Stagione della Forza

Se avete intenzione di visitare il parco e siete dei fan di Star Wars, consiglio di non perdervi la Stagione della Forza, agli inizi del prossimo anno. Dal 13 gennaio al 25 marzo 2018 sarà possibile immergersi a pieno nell'atmosfera di Guerre Stellari grazie a oltre 8 esperienze intergalattiche dedicate. Sono previsti incontri con i personaggi di Star Wars, uno spettacolo dedicato oltre alla trasformazione dell'attrazione Space Mountain nella nuovissima Star Wars Hyperspace Mountain e Star Tours: L’Avventura Continua.


Se cercate un posto per allontanare i problemi e circondarvi di cose belle, beh, Disneyland Paris è perfetto. Io sono stata rapita dalla sua magia e già non vedo l’ora di fare il bis. Spero di poter portare presto con me tutta la famiglia!


Altri link utili: 

http://france.fr
http://it.france.fr


E adesso vi lascio col video che ho realizzato con la mia nuova GoPro6 in questi giorni unici a Disneyland Paris:

You Might Also Like

6 commenti

  1. Cara Manuela, grazie di questa bella carrellata di foto di Disneyland di Parigi, foto spettacolari!!!
    Ciao e buon fine settimana con un forte abbraccio, e un sorriso:-)
    Tomaso

    RispondiElimina
  2. Bellissimo. Anche io adoro Parigi e Disneyland. Guardare le tue foto mi ha riportato alla mente tanti ricordi. Grazie.

    RispondiElimina
  3. Ancora grazie per le emozioni che ci hai regalato realizzando un sogno che è in fondo al cuore di ogni 80enne :-)
    Rimane un mistero come tu abbia fatto a selezionare foto e video... Io non sarei riuscito a "scartare" niente! Sei unica!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahahah in effetti non è stato per niente semplice!

      Elimina

Lasciami un segno del tuo passaggio,
fammi sapere cosa ne pensi :)

[rispondo sempre, amo l'interazione]

recent posts

Labels

#caprai4love #esplorandoarbataxpark #instameetLe15 #invasionidigitali #leinvasionimurgiane #nonpartosenza #TipicaMenteRimini #Traveldreams #Valleditriatour #WeLevanto Abruzzo Africa Alberobello altro Amalfi America Amsterdam Asia Assisi Atlantic City AUE austria Bangkok Barcellona Bari Basilicata Baviera Belgio Berlino Bernalda Blog & Social Media Tour blogtour Bologna Bruxelles Budapest Calabria California cambogia Campania Can't Forget Italy Cappadocia Cartoline dal mondo castelmezzano Castro Cilento Cinque Terre Cisternino Corfù Coriano Corsica Cortina Costa Rica Craco Croazia deserto Disney Disneyworld DIY donna dove dormire Dubai Dublino Egitto Europa eventi Everglades Fasano featured Fiandre Firenze Florida food Frammenti di viaggio Francia Francoforte Friuli Venezia Giulia Gallipoli Gandoli Gargano Gent Germania Giappone Giordania Gran Bretagna Grecia Grottaglie Indonesia instagram intervista Irlanda Ischia Israele Istria Italia jamaica kenya Key West Koh Nang Yuan koh samui Koh Tao Lampedusa Latopositivo Lecce Levanto lifestyle Liguria Locorotondo Lombardia Londra Lonely Planet Luxor Mantova Marsa Alam Martina Franca Massachusetts Matera Messico Miami Milano Misurina Molise Monaco Monopoli montefalco myperception Napoli Nepal New York Olanda Oman Orlando Ostuni Otranto Parigi Petra philadelphia Plan de Corones Polignano Porto Cesareo Portogallo Portovenere Positano Praiano premi puglia Radio Capital riflessioni Rimini Roma Romania Salento Sardegna Savelletri Sicilia singapore snapchat snorkeling Sorrento Spagna Sri Lanka storytelling Sudafrica svezia Svizzera Taranto tartarughe TBEXAsia telefilm ThaiExperience Thailandia Toscana tradizioni Trani Trentino tunisia Turchia umbria Ungheria Valencia Valle D'Itria Vallonia varie Veneto Venezia Verona viaggiare Vico del Gargano video Vietri sul mare Vinitaly weekend wellness wine

Copyright

I contenuti presenti sul blog "Pensieri in Viaggio" dei quali è autore il proprietario del blog non possono essere copiati,riprodotti,pubblicati o redistribuiti perché appartenenti all'autore stesso.
E’ vietata la copia e la riproduzione dei contenuti in qualsiasi modo o forma.
E’ vietata la pubblicazione e la redistribuzione dei contenuti non autorizzata espressamente dall’autore.
Copyright © 2013 - 2016 Pensieri in Viaggio by Manuela Vitulli. All rights reserved

Scrivi a manuvitulli@gmail.com oppure qui: