Asia dove dormire

Un paradiso indonesiano a forma di cuore: Pulo Cinta

sabato, settembre 09, 2017Manuela Vitulli


Sono appena rientrata a casa dopo tre settimane meravigliose tra Bangkok e l'Indonesia.
Tre settimane di vacanza - sì, vacanza pura - in cui ho fatto incetta di posti meravigliosi.
Primo tra tutti il paradiso indonesiano di cui sto per parlarvi: Pulo Cinta.

In molti , folgorati dalle acque cristalline che ho mostrato su instagram, mi hanno chiesto come sono venuta a conoscenza di questa isola remota, lontanissima dagli itinerari battuti.
Ecco. Ho scoperto questo paradiso proprio curiosando su Instagram mesi fa, mentre ero alla ricerca di un posto speciale per le mie vacanze estive.
Ad agosto le isole facilmente accessibili dell'Indonesia sono piene zeppe di turisti - soprattutto italiani - e volevo trovare un luogo di nicchia. Un luogo unico, un'oasi per noi.
E Pulo Cinta si è rivelata l'isola perfetta.

Pulo Cinta significa isola dell'amore.
Il nome è calzante dal momento che l'isola - come vedete dalla foto qui in basso scattata col nostro drone - è a forma di cuore.
Vista la posizione e le dimensioni (sull'isola ci sono solo 15 bungalow) l'intimità e la privacy sono garantite.
Questo la rende un posto ideale per le coppie, ma credo che possa essere una soluzione perfetta anche per gruppi di amici che cercano la pace e il relax assoluto.
Pensate che qui i turisti occidentali sono così rari che tutti gli autoctoni - ma proprio tutti - ci hanno chiesto di fare una foto con loro. Persino i poliziotti!


Devo ammettere che appena arrivata sull'isola, dopo i primi minuti di stupore, mi sono chiesta cosa avrei fatto per i tre giorni seguenti.
Sono una persona molto dinamica e fatico a stare ferma nello stesso posto per troppo tempo.
E invece giorno dopo giorno questa microscopica isola mi è entrata nel cuore, mi ha fatto disconnettere da tutto (anche dalla mia maledetta frenesia e irrequietezza che mi porta sempre a pensare a cosa farò dopo).
Ho nuotato, mi sono lasciata cullare dall'altalena a pelo d'acqua, ho familiarizzato con lo staff (solo autoctoni di cui molti non parlavano nemmeno inglese), ho letto tanto, ho ricaricato le pile.
Me la sono goduta, insomma.
A tal punto da non voler più andar via.




Cos'è Pulo Cinta?

Vi spiego meglio cos'è Pulo Cinta.
Si tratta di un ecoresort molto rustico caratterizzato da semplicissime ville overwater in legno. Le costruzioni sono veramente spartane, lontanissime dai resort maldiviani di lusso.
In camera si sente perennemente il rumore delle onde e quando c'è vento vi sembrerà di avere l'aria condizionata in camera - ma senza la possibilità di spegnerla.
In compenso all'interno della villa vi sono piccoli dettagli di design: io ho adorato le lampade a forma di cuore fatte interamente con le conchiglie.
Trattandosi di un ecoresort vi è una particolare attenzione all'ambiente, quindi è proibito l'utilizzo di asciugacapelli e, per la tutela dell'oceano, è consigliato il solo utilizzo di shampoo e bagnoschiuma forniti dallo staff.
Il cibo è prettamente indonesiano e viene preparato dai ragazzi del posto. La scelta non è vasta ma vi assicuro che questi ragazzi sono così carini e disponibili che fanno di tutto per accontentare gli ospiti. Io chiedevo sempre uno smoothie fresco all'anguria e loro, col sorriso sulle labbra, erano capaci di recapitarmelo ovunque io fossi sull'isola (solitamente accompagnato da banane fritte calde calde).
Si tratta quindi di un posto sì meraviglioso, ma indicato per chi non è in cerca del comfort assoluto e dei buffet internazionali. Io lo consiglio a chi ama mescolarsi alla gente del posto, a chi considera la semplicità una ricchezza. A chi è capace di adattarsi.
D'altronde quando si arriva qui non si fa fatica ad adattarsi, a comprendere che basta poco per star bene.
A me, per essere felice e toccare il cielo con un dito, è bastato poco: è bastato alzare la testa dal cuscino al mattino e ritrovarmi circondata dalle acque cristalline indonesiane, è bastato dondolarmi su un'altalena sul mare, è bastato vedere il cielo tingersi di rosa nel bel mezzo dell'oceano.

C'è la possibilità di fare due escursioni al momento: visitare un piccolissimo villaggio di pescatori e acquistare un'aragosta da gustare sull'isola a cena oppure l'island hopping con possibilità di fare snorkeling in mare aperto. Infine vi è la possibilità di fare corsi di diving grazie alla presenza di un istruttore esperto (lui è sloveno, l'unico europeo che ho incontrato da quelle parti).

Uno dei momenti che non dimenticherò mai è la cena romantica dell'ultima sera.
Già. L'ultima sera i ragazzi dell'isola ci hanno preparato un tavolo sulla spiaggia. Un tavolo allestito con cura, illuminato fiocamente dalla luna, dalle candele intorno a noi e da una lampada a forma di cuore. E sulla sabbia hanno scritto le nostre iniziali.
Con una semplicità innata cercano di rendere tutto speciale.










Come arrivare a Pulo Cinta?

In molti mi avete chiesto come arrivare in questo paradiso.
Ecco qui tutte le informazioni.
Partiamo dal presupposto che bisogna avere tempo a sufficienza dal momento che noi, tra andata e ritorno, abbiamo impiegato quasi due giorni da Bali. Sì, perché da Bali bisogna prendere due voli per arrivare fino all'aeroporto di Gorontalo, nel nord dell'Indonesia.
Qui vi aspetterà un pick up che in due ore di tragitto - attraversando piccoli villaggi locali in cui è possibile avere un assaggio della semplice realtà di Gorontalo - vi porterà al porticciolo. Da qui ci vorranno altri venti minuti per raggiungere finalmente l'isola.
Diciamo che da Bali, in totale, occorrono circa 7 ore per raggiungere quest'oasi, ma vi assicuro che ne vale la pena. O almeno così è stato per noi.
Tra le varie compagnie indonesiane noi abbiamo deciso di evitare quelle in black list (purtroppo molte delle compagnie aeree qui sono in black list e quindi altamente sconsigliate) e abbiamo scelto Garuda Indonesia, la compagnia di bandiera.
I voli Garuda costano più delle altre compagnie, ma in compenso il servizio è ottimo: gli orari sono stati sempre rispettati egregiamente, a bordo vengono serviti i pasti e le bibite (anche se si tratta di voli di appena un'ora) e - udite udite - ci sono gli schermi per vedere i film!
Io mi sono sparata Harry Potter tra un volo e l'altro.

Il pick up da e per l'aeroporto è offerto dalla struttura se si soggiorna almeno due notti sull'isola. Nel sito ufficiale trovate maggiori informazioni: www.pulocinta.com

Pulo Cinta si è rivelato il posto perfetto per divertirci a filmare col drone e - voilà - ecco il nostro primo video con riprese dall'alto.
Come sempre vi invito a vederlo in HD direttamente nel mio canale YouTube e, se vi va, iscrivetevi! :)


You Might Also Like

3 commenti

  1. Bello Manu.
    L'ho letto tutto d'un fiato.
    La prima foto, quella dell'isola, è stupenda. Rende perfettamente l'idea di quello che racconti.

    RispondiElimina
  2. Da quanto non passavo qua. Che bel viaggio e che magnifiche foto *.*

    RispondiElimina

Lasciami un segno del tuo passaggio,
fammi sapere cosa ne pensi :)

[rispondo sempre, amo l'interazione]

recent posts

Labels

#caprai4love #esplorandoarbataxpark #instameetLe15 #invasionidigitali #leinvasionimurgiane #nonpartosenza #TipicaMenteRimini #Traveldreams #Valleditriatour #WeLevanto Abruzzo Africa Alberobello altro Amalfi America Amsterdam Asia Assisi Atlantic City AUE austria Bangkok Barcellona Bari Basilicata Baviera Belgio Berlino Bernalda Blog & Social Media Tour blogtour Bologna Bruxelles Budapest Calabria California cambogia Campania Can't Forget Italy Cappadocia Cartoline dal mondo castelmezzano Castro Cilento Cinque Terre Cisternino Corfù Coriano Corsica Cortina Costa Rica Craco Croazia deserto Disney Disneyworld DIY donna dove dormire Dubai Dublino Egitto Europa eventi Everglades Fasano featured Fiandre Firenze Florida food Frammenti di viaggio Francia Francoforte Friuli Venezia Giulia Gallipoli Gandoli Gargano Gent Germania Giappone Giordania Gran Bretagna Grecia Grottaglie Indonesia instagram intervista Irlanda Ischia Israele Istria Italia jamaica kenya Key West Koh Nang Yuan koh samui Koh Tao Lampedusa Latopositivo Lecce Levanto lifestyle Liguria Locorotondo Lombardia Londra Lonely Planet Luxor Mantova Marsa Alam Martina Franca Massachusetts Matera Messico Miami Milano Misurina Molise Monaco Monopoli montefalco myperception Napoli Nepal New York Olanda Oman Orlando Ostuni Otranto Parigi Petra philadelphia Plan de Corones Polignano Porto Cesareo Portogallo Portovenere Positano Praiano premi puglia Radio Capital riflessioni Rimini Roma Romania Salento Sardegna Savelletri Sicilia singapore snapchat snorkeling Sorrento Spagna Sri Lanka storytelling Sudafrica svezia Svizzera Taranto tartarughe TBEXAsia telefilm ThaiExperience Thailandia Toscana tradizioni Trani Trentino tunisia Turchia umbria Ungheria Valencia Valle D'Itria Vallonia varie Veneto Venezia Verona viaggiare Vico del Gargano video Vietri sul mare Vinitaly weekend wellness wine

Copyright

I contenuti presenti sul blog "Pensieri in Viaggio" dei quali è autore il proprietario del blog non possono essere copiati,riprodotti,pubblicati o redistribuiti perché appartenenti all'autore stesso.
E’ vietata la copia e la riproduzione dei contenuti in qualsiasi modo o forma.
E’ vietata la pubblicazione e la redistribuzione dei contenuti non autorizzata espressamente dall’autore.
Copyright © 2013 - 2016 Pensieri in Viaggio by Manuela Vitulli. All rights reserved

Scrivi a manuvitulli@gmail.com oppure qui: