riflessioni

Ciao 2016 - l'insostenibile caos di 12 mesi

mercoledì, dicembre 28, 2016Manuela Vitulli


Tiriamo le somme di questi 12 mesi assurdi.
Circa 70 voli, oltre 30 viaggi, 4 continenti. 
Un insostenibile caos a cui ancora fatico a dare ordine.

Un anno fatto di molteplici vite intrecciate, slegate, ritrovate.
Vite sovrapposte che confluiscono in una sola. La mia.
In questo 2016 mi è sembrato di vivere più vite.

Ogni viaggio - alcuni viaggi in particolare - mi hanno fatto staccare dalla mia dimensione personale per catapultarmi in altre dimensioni che adesso mi risultano estranee. Sì, questo 2016 è stato decisamente assurdo.
Che se mi guardo indietro ho la ferma convinzione che alcune cose non sono mai appartenute alla mia vita. Eppure sono accadute.
Alcuni viaggi, alcuni aneddoti, alcuni frammenti di vita che rivedo nelle foto mi sembrano distanti anni luce anziché pochi mesi.
Non so come spiegare questo fenomeno, ma è come se quando vivi troppo perdi qualcosa lungo la strada.
Quando c'è troppa vita ti rendi conto che non tutto ti appartiene. O meglio, quello che è accaduto qualche mese fa sembra già essere relegato a un'esistenza lontana. A secoli fa.


 Sono stati 12 mesi intensi, ricchi, meravigliosi, stressanti, estenuanti, straripanti.
Come un fiume in piena. Come una centrifuga. Come un tetris.
E a volte anche 12 mesi di TROPPO. Di troppo andare e tornare, di troppo mancare, di troppo errare, vagare e pensare.

Un anno meraviglioso che non baratterei col 2016 di nessun altro - sia chiaro - ma anche un anno da cui voglio un attimino prendere le distanze per respirare e tornare a galla.

Un anno che è partito col mio compleanno in Sudafrica tra pinguini sulla spiaggia e safari all'alba e al tramonto proseguendo con il viaggio a Parigi con madre e sorella - per me uno dei più grandi traguardi.

Un anno che mi ha regalato un concentrato di soddisfazioni che - sono sicura - nessun'altra annata riuscirà a regalarmi.

A marzo ho scritto il mio primo reportage per un noto magazine cartaceo di viaggi (pagine e pagine sulla mia adorata Puglia) e a maggio è stato pubblicato il mio libro, La mia Thailandia, che ad agosto è arrivato al primo posto nella categoria narrativa di viaggio su Kindle Store.

Un 2016 che mi ha regalato collaborazioni che non avrei mai osato neppure immaginare: a maggio con VanityFair in Messico e tra novembre e dicembre in Austria come inviata di Elle.

Un 2016 che mi ha portato ad essere giudice del Premio Instagramers Italia e relatrice al TTG 2016 (la più importante fiera del turismo italiana) per parlare di live storytelling.

Un 2016 che mi ha fatto vivere con la valigia sempre pronta.
Dopo il Sudafrica e Parigi sono arrivate la Tunisia, Berlino, il Nepal, il Messico, la Corsica, le Dolomiti, la Toscana, la Thailandia, la Sicilia, la Costa Azzurra (e dintorni), Stoccolma, Philadelphia, Rimini, la Florida, la Jamaica, l'Austria, Napoli, Roma e Milano.

Lo so, sembra tutto una gran figata. E sicuramente lo è.
Eppure io cerco sempre di spiegare che oltre il lato patinato c'è un altro lato fatto di lavoro no-stop, di stress, ansie, timori, competizione (leale e sleale).
Di giorni in cui vorresti sparire ma devi essere online. Pur sapendo di non riuscire a trasmettere vibrazioni positive.
E vi assicuro che quando non si è dell'umore giusto non è affatto facile sbandierare sul web la propria presenza.
Va da sé che i dodici mesi appena trascorsi mi hanno portato a crescere in men che non si dica.

Ci sono stati momenti difficili in cui mi sono sentita sola. Non sono mancati i giorni in cui le debolezze hanno avuto la meglio sull'entusiasmo che mi accompagna da quando ho iniziato questo percorso. Talvolta ritrovarmi sola in una camera d'albergo non è stato facile.
Talvolta avrei voluto al mio fianco il mio ragazzo, mia sorella, una cara amica. Qualcuno che potesse fare squadra con me anche solo facendomi percepire la sua presenza.
Per lavoro ho dovuto rinunciare a compleanni o eventi importanti per poi vedere su Facebook foto di amici pensando tra me e me "Quanto mi sarebbe piaciuto esserci".
Per lavoro non sono stata accanto a persone care in momenti delicati della loro vita, con tutte le dovute conseguenze.
E a quel punto la gran figata non è più una vita in viaggio, ma la routine di una vita normale fatta di affetti e amore.

Ricevo quotidianamente messaggi di persone che mi chiedono consigli per fare quel che faccio io e dunque so bene quanto sia prezioso quel che ho.
Sono grata per quello che ho costruito negli ultimi anni - tengo a precisarlo.

Dunque non biasimatemi, ma ci sono cose che iniziano a mancare da matti quando si è dall'altra parte del mondo.
Quando si è in un posto pazzesco ma si vorrebbe al proprio fianco la persona amata per viverlo al meglio.
Quando bisogna incastrare i vari impegni tra una città e l'altra per riuscire a farci entrare l'amore.
Quando l'unica sera che sei a casa tra un viaggio e l'altro non puoi uscire perché hai una consegna imminente e dovrai lavorare tutta la notte.
Quando sei ai Caraibi in vacanza con gli amici - deo gratias - ma sei sotto l'ombrellone in modalità eremita per rispondere alle mail di lavoro.
Questo è l'altro lato della medaglia, quello di cui mi sbarazzerei volentieri.
Credo che non sia opinabile.
O forse capita solo a me. A me che più passa il tempo e più avverto l'importanza delle piccole cose.

Sicuramente questo 2016 mi ha insegnato diverse cose fondamentali: mi ha insegnato a cercare l'equilibrio.
Tra andare e restare.
Mi ha insegnato a crederci.
Le cose belle accadono davvero se tieni duro e ci credi fino in fondo.

Ho lottato per i miei sogni, ho creduto nella mia passione e ho portato avanti le mie idee senza mai rinunciare all'essere spontanea, al sorriso, alla genuinità, al valore dei rapporti umani che per me resta sempre basilare. E la grande vittoria è stata proprio questa: ho visto concretizzarsi gran parte dei miei desideri senza scendere a compromessi. Semplicemente facendo affidamento su me stessa.

Questo insostenibile caos mi ha portato a compiere delle scelte.
Ho fatto luce sulle mie priorità e ho imparato a dar loro il giusto valore.
Ho capito che non c'è tempo per fare quello che non riteniamo importante.
Non c'è tempo da dedicare a rapporti futili ed effimeri.
Così ho deciso di includere nella mia vita solo le relazioni umane che impreziosiscono la mia vita.
Ho fatto entrare nella mia quotidianità nuovi volti, nuovi sorrisi che ora sono diventati imprescindibili.
Con questi nuovi volti amici ho compiuto - e continuo a compiere - piccoli grandi passi lungo la strada tant'è che posso ritenere alcune di queste persone parte di una famiglia. Una famiglia online che è autentica anche offline.

Questo è stato l'anno in cui ho capito che non è possibile farcela da soli, abbiamo tutti bisogno di una squadra.
Io credo di averla trovata nelle persone che mi sostengono - anche con un pizzico di sana critica - quotidianamente.

Questo è stato l'anno in cui la mia strada e le mie certezze si sono delineate più che mai.
E adesso posso dirlo, più forte dello scorso anno. Dubbi non ho. Come cantava Pino Daniele.
Dubbi non ho perché in tutte le mie scelte ho seguito il mio cuore. Sempre.

Grazie 2016.
Mi hai dato tanto, tantissimo.
Hai impartito delle lezioni profonde.
Mi hai fatto brillare come non mai.
Adesso proviamo a rendere un capolavoro anche il 2017 alle porte.

Vi auguro un 2017 scintillante.
Un 2017 fatto di successi ma soprattutto di rapporti umani belli. Veri. Che vi facciano brillare.


E dopo questo post dai toni seri vi lascio con un video che riassume con allegria e goliardia gli ultimi 12 mesi.
Mi raccomando, iscrivetevi al mio canale Youtube :)



Foto in copertina: Vincenzo Noletto - Humans of Naples

You Might Also Like

34 commenti

  1. ciao carissima Manu! ti seguo praticamente da quando hai aperto questo spazio virtuale e non ti nascondo che leggendo queste parole mi sono commossa un po'.. mi fai sempre emozionare con i tuoi racconti e le tue foto e soprattutto invidio la tua grande forza, tenacia e costanza! Capisco che è davvero faticoso, pensa che non scrivo un post sul mio blog da ottobre perchè tra università e impegni vari non trovo mai tempo! ma comunque buone feste :* e che il 2017 ti porti tantissime altre soddisfazioni :*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie Debora, mi fa immensamente piacere leggere questo e sapere che sei qui praticamente da sempre... da 4 anni! grazie mille e buone feste a te!

      Elimina
  2. Immagino che sia stato un anno davvero impegnativo, ho letto la lista di destinazioni e mi è venuta un po' d'ansia. Io non credo che sarei stata capace di fare tutto questo, perderei l'orientamento ^_^
    Complimenti per tutti i risultati ottenuti, per tutti gli sforzi che hanno dato i risultati meritati e per come sei. Tanta gente si sarebbe montata la testa, tu sei sempre la ragazza deliziosa che ho imparato a conoscere leggendo questo blog tre anni fa.
    Buon 2017 Manu!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sicuramente ce l'avresti fatta! Quando sei in ballo... balli :D
      Comunque grazie mille per le belle parole, mi fa tanto piacere leggere questo, soprattutto se a scrivermi è qualcuno che mi segue da tanto tempo.
      Un abbraccio mega e buon anno a te!

      Elimina
  3. un post a dir poco splendido
    una ricchezza pazzesca di contenuto e di sostanza, la tua vita in 365 giorni vissuti senza fiato... con certi rimorsi ma con grossissime soddisfazioni
    che dire?
    io un po' ti invidio, perché io vorrei vivere con la valigia pronta, con la passione vivida, con i sogni scaraventati fuori dai cassetti... ed invece il mio impeto nei confronti della vita è così incredibilmente soffocato da se stesso!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille Alice!
      No, io non penso che tu debba frenarti! Hai un'ironia e una penna invidiabile! Credimi, osa e fallo sul serio!

      Elimina
  4. Non commento un tuo post da un bel po', ma sai che ti leggo sempre, no? Sai che mi hai fatto venire i brividi? Penso che sia un post scritto di pancia, quasi troppo intimo per capirne tutte le sfumature. Mi è venuta voglia di darti una "pacca" amichevole e dirti: Sei una bomba, amica mia!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie davvero! Non è stato facile buttare giù tutto questo... a presto!

      Elimina
  5. Che la tua genuinità ti accompagni sempre nella vita e nei racconti.
    Buon 2017!

    RispondiElimina
  6. Un anno meraviglioso e meritato il tuo, brava, ma ti capisco...quando non si riesce ad incastrare l'amore, quando perdi momenti importanti della vita che sai non torneranno mai indietro, tutto assumo un valore diverso ed un sapore amaro.
    Ho inseguito i miei sogni tanti anni fa, ma poi per motivi di famiglia sono tornata a casa.
    L'ho vissuta come una sconfitta, ma alla fine ho capito che circondarsi di piccole cose e di persone amate forse è la vera vittoria.
    Ti auguro un 2017 sfavillante, dove tu possa trovare un equilibrio tra il viaggiare e l'avere accanto chi ti ama.
    Buon anno nuovo. Monica

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se hai seguito il tuo cuore sicuramente quella è stata la scelta giusta <3
      Ti auguro di brillare nel tuo 2017 e di trovare il tuo equilibrio. Grazie mille Monica, un abbraccio!

      Elimina
  7. Manuela bella, ciao!
    Ho capito perfettamente il tuo stato d'animo, la capacità nel far trasparire le tue sensazioni ed emozioni... come solo tu sai fare.
    Ti auguro un altro meraviglioso anno, che ti possa dare ancora tante tante soddisfazioni... perché le meriti.
    Ti stimo moltissimo, non mi stancherò mai di dirtelo.
    Un abbraccio, Letizia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ed io sono tanto onorata di avere la tua stima.
      Grazie infinite e un forte abbraccio...

      Manu

      Elimina
  8. Cara Manuela, in effetti è stato impegnativo anche per noi, 'seguirti' intendo. Forse è perchè, almeno per quel che mi riguarda, mi dimentico che viaggiare è anche il tuo lavoro. Ti auguro un 2017 così come lo desideri.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie cara, il prossimo anno mi impegnerò a "perdermi" meno e farvi capire un po' di più quello che faccio. Questo è stato un anno importante per definire alcune cose, per me.
      Un abbraccio e grazie per esserci. bUON 2017!

      Elimina
  9. Manuela, devo ammetterlo, non so se riuscirei a stare al tuo passo. O forse si. Conoscendomi, potrei viaggiare in lungo e in largo e reggere lo stress solo con una forte motivazione in quello che sto facendo. Ti auguro di mantenerla e di non perderti, fagocitata da un sistema che se ti da tanto (notorietà, viaggi, soldi) ti chiede anche molto, ad esempio la presenza costante sul web. Nulla è gratis in questo mondo ed è anche giusto così, riceviamo perché diamo. Mi auguro che tu possa mantenere la consapevolezza, per andare oltre i luccichii e le frivolezze, per essere strumento di te stessa e magari di qualcosa di più profondo. Non siamo qui solo per postare e twittare.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sai quanto sono d'accordo con te, su tutto. E nulla è gratis in questo mondo, proprio vero.
      Il prossimo anno sarà un po' una rinascita, un rinascere con maggiore consapevolezza. Grazie Luca!

      Elimina
  10. E' da tanto che non ti lascio un commento qui sul blog... ma in questo caso è doveroso!
    Ti ho seguita, in ogni piccolo passo, piccola e/o grande avventura e c'è sempre stata una costante: il tuo amore e la dedizione che impieghi in quello che fai! Agli occhi esterni può sembrare tutto semplice e bello, ma sono sicura che non lo è. Ti capisco quando dici "Talvolta ritrovarmi sola in una camera d'albergo non è stato facile.", noi che viviamo di amore, affetti, che abbiamo bisogno delle "nostre" persone, a volte è difficile rimanere soli. Ma non lo siamo, mai!
    Ad un 2017 ancora più stratosferico tesoro bello, vai avanti così che staj arruvutann! <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vero, non siamo mai soli ma talvolta ci sentiamo così. Abbiamo bisogno di qualcuno.
      Grazie Ale per aver arricchito il mio 2016. Stringo un tuo libro tra le mani. Grazie! <3

      Elimina
  11. Cara Manu,
    leggo sempre con piacevole curiosità i tuoi articoli e le tue riflessioni - non sarà una novità sentirti dire che fai immedesimare e viaggiare. :)
    Posso solo immaginare cosa c'è dietro questo caos di emozioni, eppure in qualche modo, in certi passaggi, mi ritrovo molto in ciò che hai scritto. Ti ammiro un sacco! Ti auguro una felice fine e uno splendido nuovo inizio!

    (Se ti va, mi farebbe piacere leggessi qualcosa sul mio, di 2016, sul mio blog :P ) Un abbraccio, Elena

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che bello risentirti, seppure virtualmente!
      Grazie per queste paroline di ammirazione ma stavolta sono io a dovermi congratulare con te. Ho scoperto il tuo spazio rinnovato e decisamente più maturo. Congratulazioni Pez!
      Un grande abbraccio Elena.. quando ritorno a Bari vediamoci!

      Elimina
  12. Ciao Manu, ti voglio dare un consiglio dal cuore: goditi questi momenti. Si sa che stress e ansie fanno parte del gioco, ma devi forse soffermarti un po' di più sul fatto che da un momento all'altro tutto possa cambiare, che il momento è adesso, e che non saprai se le cose andranno avanti così. Non voglio risultare drammatica, ma penso sinceramente che tu debba sentirti più serena e "leggera", perché d'altronde c'è chi ora tenta il tutto e per tutto per andare via qualche weekend in fretta e furia, lavorando tutti i giorni davanti ad un pc per poi la sera di nuovo rincollare gli occhi allo schermo cercando di portare avanti un blog, un sogno, una passione. Complimenti per tutto, è stato un anno davvero strepitoso :)
    Buon 2017 cara, baci!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. è proprio quello che ho pensato nel 2016 quando, a causa dello stress, ero lì lì per rifiutare qualcosa e limitare la mole di lavoro. E invece no. Ho tenuto duro e adesso, col senno di poi, posso dire che ho fatto bene.
      Mi concedo ora, a gennaio 2017, un pochino di meritato riposo :)
      Grazie mille per avermi seguito e sostenuto! Un abbraccio mega!

      Elimina
  13. Non posso fare a meno di pensare a quando abbiamo parlato di queste cose (e di molte altre) davanti alle nostre birre a Rimini. Non posso fare a meno di ripeterti che sei una tosta, che seguire il cuore è sempre giusto..E che a volte serve anche fermarsi per dare valore alle "cose" che stanno a casa.
    Continua così ami, e non vedo l'ora di vederti!
    Ti voglio bene

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie amica mia! Sei tostissima anche tu, lo sai! Ti abbraccio e sì, non vedo l'ora di vederti! <3

      Elimina
  14. Manuela carissima, vista l'opportunità fai bene a dire il "caos" regna sopra tutto di questo tipo. Ti auguro di viaggiare tanto anche l'anno prossimo e fallo fin che puoi.
    Buo Anno carissima a te e famiglia ed a tutti i tuoi cari e amici vicini e lontani.
    Un abbraccio. Buona serata.

    RispondiElimina
  15. Posso abbracciarti forte forte??? Sento il bisogno di abbracciarti! Miss you. Con molto, ma molto affetto buon anno dolcissima amica!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. amica grazie di cuore, per tutto! Manchi anche tu!

      Elimina
  16. Ti scrivo mentre navigo nel sud della Thailandia e in questo momento, da un lato gioisco per la meraviglia del paesaggio attorno a me, dall'altro capisco il tuo stato d'animo malinconico. Lavorare viaggiando è bellissimo ma anche faticoso. Da lontano si osservano le ricorrenze importanti su Facebook o su WhatsApp attraverso le foto che ci inviano. Ho appena trascorso il Natale lontano e anche il capodanno sarà uguale. Quest'anno ho viaggiato quasi sempre, ho dormito più in barca che a casa, ho visto un numero tale di paesi da far invidia a chiunque. Eppure non sempre tutto è perfetto. Da un mese ho perso il dominio del blog (non ti dico i giri e lo stress per recuperarlo), ho fatto mille peripezie per continuare il mio secondo lavoro attraverso il blog tra un ormeggio, una preparazione di pranzo, una pulizia della barca. Le persone a volte non comprendono i mille sacrifici che si fanno per portare avanti i propri sogni. È una grande forza riuscirci ma ci vuole una dedizione enorme. Ti scrivo questo messaggio perché so bene che, sono le esperienze simili di vita che aiutano a comprendersi è ancora una volta siamo sulla stessa linea d'onda. Buon 2017 mia Vitulla.

    Valentina capovolta

    RispondiElimina
    Risposte
    1. mia Valentina capovolta, ancora una volta ci capiamo tanto. E io ti stringo tanto perché hai ritagliato un momento della tua giornata per scrivermi e lasciarmi questo commenti stupendo che - non so perché - era finito in spam <3 quest'estate voglio vederti! Ciao amica

      Elimina
  17. Un bellissimo resoconto e riflessione su un 2016 impegnativo ma che comunque ti ha dato tantissimo! ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vero, non posso assolutamente lamentarmi :)

      Elimina

Lasciami un segno del tuo passaggio,
fammi sapere cosa ne pensi :)

[rispondo sempre, amo l'interazione]

recent posts

Labels

#caprai4love #esplorandoarbataxpark #instameetLe15 #invasionidigitali #leinvasionimurgiane #nonpartosenza #TipicaMenteRimini #Traveldreams #Valleditriatour #WeLevanto Abruzzo Africa Alberobello altro Amalfi America Amsterdam Asia Assisi Atlantic City AUE austria Bangkok Barcellona Bari Basilicata Baviera Belgio Berlino Bernalda Blog & Social Media Tour blogtour Bologna Bruxelles Budapest Calabria cambogia Campania Can't Forget Italy Cappadocia Cartoline dal mondo castelmezzano Castro Cilento Cinque Terre Cisternino Corfù Coriano Corsica Cortina Costa Rica Craco Croazia deserto Disney Disneyworld DIY donna dove dormire Dubai Dublino Egitto Europa eventi Everglades Fasano featured Fiandre Firenze Florida food Frammenti di viaggio Francia Francoforte Friuli Venezia Giulia Gallipoli Gandoli Gargano Gent Germania Giappone Giordania Gran Bretagna Grecia Grottaglie instagram intervista Irlanda Ischia Istria Italia jamaica Key West Koh Nang Yuan koh samui Koh Tao Lampedusa Latopositivo Lecce Levanto lifestyle Liguria Locorotondo Lombardia Londra Lonely Planet Luxor Mantova Marsa Alam Martina Franca Massachusetts Matera Messico Miami Milano Misurina Molise Monaco Monopoli montefalco myperception Napoli Nepal New York Olanda Orlando Ostuni Otranto Parigi Petra philadelphia Plan de Corones Polignano Porto Cesareo Portogallo Portovenere Positano Praiano premi puglia Radio Capital riflessioni Rimini Roma Romania Salento Sardegna Savelletri Sicilia snapchat snorkeling Sorrento Spagna Sri Lanka storytelling Sudafrica svezia Svizzera Taranto tartarughe TBEXAsia telefilm ThaiExperience Thailandia Toscana tradizioni Trani Trentino tunisia Turchia umbria Ungheria Valencia Valle D'Itria Vallonia varie Veneto Venezia Verona viaggiare Vico del Gargano video Vietri sul mare Vinitaly weekend wellness wine

Copyright

I contenuti presenti sul blog "Pensieri in Viaggio" dei quali è autore il proprietario del blog non possono essere copiati,riprodotti,pubblicati o redistribuiti perché appartenenti all'autore stesso.
E’ vietata la copia e la riproduzione dei contenuti in qualsiasi modo o forma.
E’ vietata la pubblicazione e la redistribuzione dei contenuti non autorizzata espressamente dall’autore.
Copyright © 2013 - 2016 Pensieri in Viaggio by Manuela Vitulli. All rights reserved

Scrivi a manuvitulli@gmail.com oppure qui: