viaggiare

#Dontletfearwin: io continuo a viaggiare

mercoledì, luglio 06, 2016Manuela Vitulli



Viaggiare è una miccia che fa sentire vivi, è una passione che non si può frenare. Che non conosce limiti. Che sazia la sete di scoperta, che accultura.
Una passione che ci fa avvicinare continuamente alla bellezza. A svariati tipi di bellezza.
Io non potrei rinunciare a viaggiare e chi mi conosce lo sa bene.


Continuerò a viaggiare. 
L’avevo già scritto dopo l’ultimo attentato a Parigi e lo ribadisco adesso, dopo le ultime tragedie agghiaccianti che hanno fatto tremare il mondo, ancora una volta. Sto parlando degli attentati della scorsa settimana, tra cui quello a Istanbul.
Menziono Istanbul non perché sia più importante rispetto alle altre città colpite, ma perché sono particolarmente legata a questo posto dal fascino multietnico, sospeso tra Oriente e Occidente.

Più volte ho fatto scalo al grande aeroporto di Istanbul e proprio un anno fa da quell'aeroporto ha avuto inizio uno dei viaggi più incredibili della mia vita: un tour della Turchia.
Uno dei viaggi che avevo sempre sognato e che si è confermato all'altezza delle aspettative.
Mi sono lasciata avvolgere dal girotondo di colori delle lanternine del Gran Bazaar, mi sono lasciata sedurre dal Bosforo e dal canto del muezzin, dal maestoso incanto della Moschea Blu, dalle storie e dai gioielli custoditi nel Palazzo Topkapi.
E poi da Istanbul mi sono diretta verso la valle delle fiabe, la Cappadocia, per poi immergermi nelle acque della candida Pamukkale.





Vi ho già raccontato con una passione inaudita del mio viaggio in Turchia, ma adoro far riaffiorare alla mente ogni singolo momento. Ogni singola meraviglia di cui i miei occhi si sono nutriti.

Voglio ricordarlo perché, se mi fossi lasciata frenare dalla paura, tutto questo non sarebbe mai entrato a far parte della mia valigia dei ricordi. Del mio bagaglio umano e culturale.

Io continuo a viaggiare per riempire sempre più quella valigia, per dimostrare al mondo – e a me stessa – che noi uomini non possiamo essere condannati a vivere nella paura. C’è un mondo troppo vasto e bello là fuori, non posso rinunciare alla scoperta.

E quando mi chiedono “Ma tu non hai paura di continuare a viaggiare?” io rispondo “No. Non lasciamo vincere l’odio, la paura, il terrore. Non meritiamo sogni infranti né ali spezzate.” Ne parlavo proprio qualche giorno fa con un amico, un altro grande appassionato di viaggi che, condividendo il mio pensiero, asseriva che avrebbe continuato ad esplorare in quanto la soluzione non è barricarsi in casa e rinunciare alla vita.

Ecco. Io continuo a viaggiare perché solo così posso sentirmi viva.
Keep travelling. Don't let fear win.

You Might Also Like

10 commenti

  1. La paura è limitante, genera poi rimpianti, molta gente questo non è in grado di comprenderlo.
    Per quanto mi riguada cerco con la mia fame di curiosità, e voglia di scoprire il pianeta, di limitare il rischio del rimpianto. Perchè lo so benissimo che un giorno potrei pentirmi di non aver visto, di non aver fatto.
    In questo periodo critico mi limiterò a scegliere mete il più possibile sicure, se così si può dire, ma non rinuncerò totalmente a viaggiare.
    La cosa che mi dispiace enormemente è non aver la possibiità quasi immediata di poter programmare il viaggio in Turchia, che si trova abbastanza in alto nella lista dei miei desideri.

    Un abbraccio
    Enza

    RispondiElimina
    Risposte
    1. appena possibile, appena ti senti pronta vacci :) La Turchia è uno dei viaggi più belli, almeno per me.
      Un abbraccio forte

      Elimina
  2. Carissima Manuela, che bello! Viaggiare con te, qui vediamo luoghi meravigliosi, colori incantevoli, specialmente per me che credo non possa mai più allontanarmi da casa, causa il destino!!!
    Ciao e buoni viaggi cara amica, con un abbraccio e un sorriso:)
    Tomaso

    RispondiElimina
  3. Ciao Manuela, ti leggo dalla Puglia :) Le tue parole mi hanno molto confortata, in tempi com questi in cui anche la sola parola "viaggio" può far paura... Tra una settimana andrò proprio ad Istanbul, per la terza volta, per amore, e non nego di essere un pò tesa... ma il tuo pensiero a riguardo mi ha fatta sentire meno sola :) E poi Istanbul, che viene spesso dimenticata, è meravigliosa, ricca di colori e odori in ogni sua strada, troppo bella per non essere visitata almeno una volta nella vita!
    Grazie per aver speso delle belle parole per una terra alla quale sono molto legata, e nella quale sono stata accolta nel migliore dei modi :) Complimenti per il tuo lavoro!

    Un abbraccio,
    Francesca

    RispondiElimina
    Risposte
    1. quanto ti capisco! La Turchia è una terra spettacolare davvero.. unica.
      Mi sta particolarmente a cuore, pero la situazione possa migliorare presto.
      Un forte abbraccio dalla Puglia! I'm back :)

      Elimina
  4. pensavo le stesse cose venerdì sera, all'annuncio del golpe in Turchia, pensavo a quanto io abbia amato quel viaggio, fatto nell'estate del 2014 e a quanto io sia stata bene.
    non so dove vivi tu, ma io abito a Milano, dovrei aver paura sempre, anche restando a casa, andando a fare una passeggiata, prendendo la metro per andare in ufficio. e allora tanto vale assecondare (ovviamente con giudizio) il proprio desiderio di vedere il mondo.
    del resto i pericoli sono ovunque, magari uno non parte perché ha paura e poi finisce in un incidente proprio sotto casa, come è successo agli sfortunati dei treni pugliesi, che erano soprattutto pendolari. proprio perché non sappiamo quando sarà il nostro momento, tanto vale che viviamo al massimo.
    un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. condivido ogni singola parola. I pericoli sono ovunque, l'abbiamo sperimentato in Puglia la scorsa settimana. Una delle settimane più terribili per tutto quello che è accaduto in così poche ore. Un abbraccio

      Elimina
  5. Non posso che condividere ogni tua parola, e a tuttoggi quello On the Road in Turchia rimane il più bel viaggio mai fatto in tutta la mia vita. Il più ricco perchè in quindici giorni ho visto bellezze naturali e artistiche tra le più sorprendenti e differenti. Ho incontrato un popolo, quello turco, tra i più accoglienti, gentili e sorridenti che io abbia mai conosciuto. Mi sono sorpresa ogni giorno di qualcosa e sono tornata con gli occhi pieni di vita. Stando fermi tutto questo non può accadere, e non può accadere nemmeno pensando smettendo di viaggiare siamo più al sicuro. Non è così e soprattutto è il modo migliore per spegnersi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. anche io sono rientrata con gli occhi ricchi di bellezza. Vorrei tanto cancellare quello che sta accadendo, fermare questa follia.

      Elimina

Lasciami un segno del tuo passaggio,
fammi sapere cosa ne pensi :)

[rispondo sempre, amo l'interazione]

recent posts

Labels

#caprai4love #esplorandoarbataxpark #instameetLe15 #invasionidigitali #leinvasionimurgiane #nonpartosenza #TipicaMenteRimini #Traveldreams #Valleditriatour #WeLevanto Abruzzo Africa Alberobello altro Amalfi America Amsterdam Asia Assisi Atlantic City AUE austria Bangkok Barcellona Bari Basilicata Baviera Belgio Berlino Bernalda Blog & Social Media Tour blogtour Bologna Bruxelles Budapest Calabria cambogia Campania Can't Forget Italy Cappadocia Cartoline dal mondo castelmezzano Castro Cilento Cinque Terre Cisternino Corfù Coriano Corsica Cortina Costa Rica Craco Croazia deserto Disney Disneyworld DIY donna Dubai Dublino Egitto Europa eventi Everglades Fasano featured Fiandre Firenze Florida food Frammenti di viaggio Francia Francoforte Friuli Venezia Giulia Gallipoli Gandoli Gargano Gent Germania Giappone Giordania Gran Bretagna Grecia Grottaglie hotel instagram intervista Irlanda Ischia Istria Italia jamaica Key West Koh Nang Yuan koh samui Koh Tao Lampedusa Latopositivo Lecce Levanto lifestyle Liguria Locorotondo Lombardia Londra Lonely Planet Luxor Mantova Marsa Alam Martina Franca Matera Messico Miami Milano Misurina Molise Monaco Monopoli montefalco myperception Napoli Nepal New York Olanda Orlando Ostuni Otranto Parigi Petra philadelphia Plan de Corones Polignano Porto Cesareo Portogallo Portovenere Positano Praiano premi puglia Radio Capital riflessioni Rimini Roma Romania Salento Sardegna Savelletri Sicilia snapchat snorkeling Sorrento Spagna storytelling Sudafrica svezia Svizzera Taranto tartarughe TBEXAsia telefilm ThaiExperience Thailandia Toscana tradizioni Trani Trentino tunisia Turchia umbria Ungheria Valencia Valle D'Itria Vallonia varie Veneto Venezia Verona viaggiare Vico del Gargano video Vietri sul mare Vinitaly weekend wellness wine

Copyright

I contenuti presenti sul blog "Pensieri in Viaggio" dei quali è autore il proprietario del blog non possono essere copiati,riprodotti,pubblicati o redistribuiti perché appartenenti all'autore stesso.
E’ vietata la copia e la riproduzione dei contenuti in qualsiasi modo o forma.
E’ vietata la pubblicazione e la redistribuzione dei contenuti non autorizzata espressamente dall’autore.
Copyright © 2013 - 2016 Pensieri in Viaggio by Manuela Vitulli. All rights reserved

Scrivi a manuvitulli@gmail.com oppure qui: