Italia Salento

Salento, saudade e #sud2016

martedì, giugno 07, 2016Manuela Vitulli


A pelle si sentono cose a cui le parole non sanno dare nome. 

Alda Merini 


Ogni volta che rientro da un tour mi sento un po' orfana.
Una fitta allo stomaco, una lontana tristezza.
Una malinconia particolare, una strana sensazione a cui non riesco ancora a trovare un nome esatto, ma mi impegnerò a trovarne uno.
È la sensazione di un posto che ti si appiccica addosso con tutte le persone che l'hanno respirato con te. È la sensazione che, anche se ci tornerai, non sarai più con gli stessi compagni di viaggio.
E no, non sarà mai lo stesso.
Allora non puoi far altro che aggrapparti a quei ricordi. Non puoi che tenerteli stretti.
E sarà per questo che sto vivendo un periodo particolare.
Corro da un posto all'altro e scrivo tanto, ma faccio fatica a tirar fuori le parole per parlare di me, di quello che ho dentro.
Sono ermetica, ma ho il cuore così pieno che quasi scoppia.
Anche #SalentoUpNdown ha contribuito a questo strano sentimento.
Ho girato per il mio adorato Salento con italiani, due giapponesi, due spagnoli, un brasiliano, un greco, un albanese, una francese, due russi e due americani.

Li ho osservati a lungo. Tutti, uno per uno. Mi piace immaginare le vite degli altri. Mi piace perdermi nelle vite degli altri.
Infilarmi in punta di piedi, mettere assieme i pezzettini di vita resi pubblici e fantasticare.
Mi piace perdermi nella loro vita passata, presente e futura. Immaginare.
Un po' come leggere un libro, significa vivere più vite.
Anche con loro è andata così.
Ho immaginato il dolce Arthur passeggiare lungo la spiaggia di Ipanema, ho immaginato Clo riabbracciare il suo Clemon a Parigi, ho immaginato Diggy e Halno camminare sicuri nel marasma di Tokyo. Ho immaginato Katia e Alex a Mosca, Inna e Dave che fanno foto tra le lucine di New York. Ho immaginato Phil che, col suo fare ipnotico, ammalia gli amici spagnoli a tavola. Ho immaginato Emilio con i suoi bimbi e Vasjen sfrecciare sulla moto a Tirana.
 Per quanto riguarda gli italiani, beh, non voglio immaginare perché so - o almeno spero - che li rivedrò presto.

E poi, oltre alle persone, ci sono i luoghi.
C'è il Salento che resta sempre magico. Sarà la pizzica, sarà il profumo del mare, sarà l'accento salentino, sarà la bontà della cucina, il barocco leccese, la città vista dall'alto dalla terrazza del Risorgimento Hotel.
E sì, sarà anche il Negroamaro, lasciato decantare più volte nei calici, a rendere tutto più piacevole e allegro.

E forse quella sensazione di malinconia si chiama semplicemente saudade.

Come raggiungere il Salento? Atterrando all'aeroporto di Bari o di Brindisi. I voli per il Salento - specialmente d'estate - sono tantissimi, operati sia da compagnie di bandiera che dalle low cost. Ricordate che, qualora ci fossero problemi, potete chiedere il rimborso del volo cancellato.

Vi lascio con queste immagini, un assaggio dei posti visitati durante il tour.

Grotta della Poesia, Roca Vecchia

Otranto

Corigliano d'Otranto

Cave di Pietra Leccese

Cave di Pietra Leccese

Specchia

Gallipoli

Marina di Ugento

Lecce

You Might Also Like

2 commenti

  1. Conosco bene quella sensazione di cui parli, alla fine di ogni viaggio ti si appiccica addosso e ogni volta che rispolveri i ricordi torna prepotentemente! E tutto quello che hai visitato ti rimane nel cuore proprio perché sai che non potrai riviverlo nella stessa maniera...
    Il Salento poi enfatizza ancora di più il tutto, ci sono stata solo un paio di giorni e mi è rimasto così dentro che, anche grazie ai tuoi consigli, ho pianificato un viaggio vero per scoprirlo!
    Un saludo desde Madrid,
    Silvia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. hai descritto tutto alla perfezione! Ed è proprio vero, il Salento ti si appiccica addosso ancora di più! Indelebile! :)
      Un saluto da Milano! Grazie :)

      Elimina

Lasciami un segno del tuo passaggio,
fammi sapere cosa ne pensi :)

[rispondo sempre, amo l'interazione]

recent posts

Labels

#caprai4love #esplorandoarbataxpark #instameetLe15 #invasionidigitali #leinvasionimurgiane #nonpartosenza #TipicaMenteRimini #Traveldreams #Valleditriatour #WeLevanto Abruzzo Africa Alberobello altro Amalfi America Amsterdam Asia Assisi Atlantic City AUE austria Bangkok Barcellona Bari Basilicata Baviera Belgio Berlino Bernalda Blog & Social Media Tour blogtour Bologna Bruxelles Budapest Calabria cambogia Campania Can't Forget Italy Cappadocia Cartoline dal mondo castelmezzano Castro Cilento Cinque Terre Cisternino Corfù Coriano Corsica Cortina Costa Rica Craco Croazia deserto Disney Disneyworld DIY donna Dubai Dublino Egitto Europa eventi Everglades Fasano featured Fiandre Firenze Florida food Frammenti di viaggio Francia Francoforte Friuli Venezia Giulia Gallipoli Gandoli Gargano Gent Germania Giappone Giordania Gran Bretagna Grecia Grottaglie hotel instagram intervista Irlanda Ischia Istria Italia jamaica Key West Koh Nang Yuan koh samui Koh Tao Lampedusa Latopositivo Lecce Levanto lifestyle Liguria Locorotondo Lombardia Londra Lonely Planet Luxor Mantova Marsa Alam Martina Franca Matera Messico Miami Milano Misurina Molise Monaco Monopoli montefalco myperception Napoli Nepal New York Olanda Orlando Ostuni Otranto Parigi Petra philadelphia Plan de Corones Polignano Porto Cesareo Portogallo Portovenere Positano Praiano premi puglia Radio Capital riflessioni Rimini Roma Romania Salento Sardegna Savelletri Sicilia snapchat snorkeling Sorrento Spagna storytelling Sudafrica svezia Svizzera Taranto tartarughe TBEXAsia telefilm ThaiExperience Thailandia Toscana tradizioni Trani Trentino tunisia Turchia umbria Ungheria Valencia Valle D'Itria Vallonia varie Veneto Venezia Verona viaggiare Vico del Gargano video Vietri sul mare Vinitaly weekend wellness wine

Copyright

I contenuti presenti sul blog "Pensieri in Viaggio" dei quali è autore il proprietario del blog non possono essere copiati,riprodotti,pubblicati o redistribuiti perché appartenenti all'autore stesso.
E’ vietata la copia e la riproduzione dei contenuti in qualsiasi modo o forma.
E’ vietata la pubblicazione e la redistribuzione dei contenuti non autorizzata espressamente dall’autore.
Copyright © 2013 - 2016 Pensieri in Viaggio by Manuela Vitulli. All rights reserved

Scrivi a manuvitulli@gmail.com oppure qui: