riflessioni

La voce del silenzio

venerdì, ottobre 30, 2015Manuela Vitulli


Mi piace 
chi sceglie con cura
le parole
da non dire.

[Alda Merini]


Sono una chiacchierona, io.
Sono una di quelle che, se è a proprio agio, riesce a parlare per ore fino a beccarsi una tonsillite (sì, qualche volta mi è accaduto). 
Ricordo che un giorno, in prima elementare, parlai talmente tanto col mio compagno di banco che le suore mi spedirono in punizione dietro la lavagna. Forse è per questo che sono fuggita dalle suore, che trauma.

Ma sono anche una persona riflessiva, lo sono sempre stata.  
Ho sempre amato vivere più vite rifugiandomi tra le pagine dei libri, raggomitolarmi accanto al finestrino per guardare l'orizzonte sognante guadagnandomi l'appellativo di strana
Adesso lo adoro, ma all'inizio per me era un cruccio. 
E poiché per un certo periodo ho cercato di mascherare questa parte di me sensibile e solitaria, un bel giorno la mia indole ha deciso di ribellarsi e schizzare fuori, più prepotente che mai. 
E più passa il tempo e più mi sento affine a quella bambina diversa dai suoi coetanei che amava rifugiarsi nella lettura e nell'immaginazione.

Più passa il tempo e più mi accorgo che spesso al rumore preferisco il silenzio
Chi ha detto che il silenzio è uno spazio vuoto?
Il silenzio è pieno, è ricco, è riposo ma anche un momento creativo. 
Che non è scritto da nessuna parte che bisogna mostrarsi sempre felici, ne sono sempre più convinta.
Io nella vita offline sorrido tanto, è vero, ma solo per dispensare sorrisi veri. Credo nella positività e nell'ottimismo, ma senza esasperazione, senza correre il rischio di mentire a me stessa. 
Ho anche momenti miei, intimi, che non voglio condividere con nessuno.
Perché non è scritto da nessuna parte che bisogna ostentare tutto quel che si fa, che bisogna trasformare la propria vita in una novella di dominio pubblico, che bisogna dire tutto di sé, che bisogna dare tutto quel che si crea. 

Ci sono giorni in cui scelgo il silenzio. Per nutrire me stessa, per dare un senso al mio tempo che troppo spesso è così violentato da notifiche, post, messaggi, email e informazioni che mi sento scoppiare. E allora stacco tutto e mi dedico a me stessa. 
Come dice Alessio nel suo ebook "Digital Detox" il tempo è il vero lusso, non dimentichiamolo.

Il web è il mio mondo ma non c’è  solo questo. Le notifiche, le condivisioni, le immagini e le parole possono attendere per un po’. 
Per “stare sempre sul pezzo” bisogna anche riuscire a stare in silenzio, almeno è quello che a me serve.

Mi ritrovo in queste parole di Luca. Ci sono situazioni, sensazioni e momenti che vanno semplicemente vissuti. Cercare di essere sempre presenti, sforzarsi di raccontare e raccontarsi ad ogni costo? Non fa per me. 
Ci sono avvenimenti che non possono essere romanzati. 
Perché, come ho scritto su Medium, la vita non è insostenibile leggerezza, ma è molto di più.

Mi piace chi sceglie con cura le parole da non dire. 
Mi piace chi sa bene dove vuole andare, ma non urla, non fa rumore. Cammina in punta di piedi. 

Sono tornata a casa dopo sette mesi di continue partenze e bagagli da fare e disfare. 
E sono felice, ho bisogno delle mie radici. 
Anche quest'anno l'autunno sarà la stagione della rinascita.
Nuovi progetti, nuove consapevolezze.
Tanta voglia di dedicarmi a me stessa, di prendermi cura del mio tempo, di dosare le parole.
Tanta voglia di ascoltare la voce del silenzio, senza più temere di essere strana. 
Questa sono io, non potrei desiderare di meglio.


L'avevo detto che l'Asia mi avrebbe fatto tornare la voglia di scrivere di me :)

You Might Also Like

36 commenti

  1. Manu, il tuo post mi fa sorridere perché io ho ben presente di quando e quanto chiacchieri e per quelle poche volte che ci vediamo mi piace tanto farlo con te. Però so anche del tuo lato più introverso, più riflessivo e, credimi, è un bene prezioso che fa sì che tu riesca a distinguerti in tanta confusione. Vai avanti così, anche se so che non c'è bisogno di dirtelo! 😘

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sai che mentre dicevo che sono chiacchierona pensavo a noi in ape calessino e poi al TTG? :D
      E io che parlavo parlavo parlavo... perché con te sono sempre a mio agio :)

      Elimina
  2. Come ti capisco.....Anch'io amo il silenzio: per me assomiglia molto al gesto quotidiano di ricaricare il cellulare! Il silenzio mi carica e ricarica!

    RispondiElimina
  3. Silenzio vuoto proprio per niente, a volte è assordante, meglio se di positività che altrimenti son proprio cazzi ;)

    RispondiElimina
  4. Bel post, Manu!
    Io torno ora da sei giorni pugliesi, le altre mie radici, quindi capisco il tuo stato d'animo.
    Il silenzio? Un dono.

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. immagino ti sia rigenerato alla grande :)
      Grazie Miki!

      Elimina
  5. Ciao Manuela!

    Se non avessi scritto tu l'ultima frase, te l'avrei scritta io in questo commento! :D

    Buona giornata e grazie per le tue parole ;)

    RispondiElimina
  6. Che bello, ciò che scrivi mi rappresenta. Viaggiando e vivendo all'estero ho conosciuto troppi viaggiatori a cui piace ostentare, gare cose per poterle raccontare, parlare con quanta più gente possibile per poi appropriarsi delle loro storie, che sono sempre più alla ricerca di chi dice poco. È bello vivere per arricchire la propria anima, senza dover per forza ispirare qualcun altro. La comunicazione di massa ci ha portato a ciò purtroppo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. la comunicazione di massa ci ha portato a ragionare a suon di like e apprezzamenti, ci ha portato ad ostentare ogni cosa e a eliminare ogni forma di privacy, persino l'intimità con noi stessi.
      Ti ringrazio molto per le tue parole :)

      Elimina
  7. Manuela, hai parlato di silenzio ed hai parlato anche per noi.
    Mi sono ritrovata in tantissime frasi che ho letto in questo articolo.
    A volte sembra che parlare possa riempire i vuoti che crea il silenzio, che se stacchi tutto e non saltelli continuamente allora tutti chiedono "ma cosa c'è che non va in te oggi, in questa settimana, in questo mese"? .
    Noi invece crediamo nel potere del silenzio, della riflessione, dello staccarsi da tutto e anche da tutti per un po', per abbracciare noi stessi nel modo che più ci rappresenta. Chi parla sempre tanto, a volte non ha molto da dire.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. concordo. Chi parla sempre tanto, a volte non ha molto da dire :)
      Grazie a te!

      Elimina
  8. Bentornata Manu... :) solo questo! :*

    RispondiElimina
  9. Non sai quanto sia d'accordo con te. Il silenzio è terapeutico, oltre che piacevole, a volte.
    Ti bacio!

    RispondiElimina
  10. Che sia un autunno ricco di preziosi silenzi allora, di quelli che ti fanno crescere e far venir voglia di sorridere! :)

    RispondiElimina
  11. Che bell'articolo veramente!! A volte credo proprio, come dici te, che occorra prendersi i propri momenti.. Offline, da tutto e tutti; il tempo dedicato a se stessi sicuramente il migliore.. E comunque non c'è posto più mistico dell'Asia :)

    RispondiElimina
  12. Che strano Manu leggere queste tue parole.
    C'è stato un momento che ti ho vista perennemente online a ogni ora del giorno e a volte della notte. Ma capisco questo tuo post, capisco che dopo tanto tempo in viaggio e tanto tempo speso a condividere quei momenti tu abbia bisogno di uno spazio per te.
    Buon autunno allora

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Eli, in effetti proprio il passare tanto tempo fuori mi ha portato a queste conclusioni.
      Ma non parlavo solo di offline inteso come "fuori dal mondo del web", anche offline inteso come silenzio interiore, fatto di più solitudine e cura per se stessi. Buon autunno anche a te :)

      Elimina
  13. beh ogni tanto ci vuole un momento di stacco, soprattutto per gustarsi e riflettere su quello appena vissuto :) ... mamma un trauma si le suore :(( buon lunedì! ciao Andrea

    RispondiElimina
    Risposte
    1. un trauma!!! :D ahaha buon lunedì a te!

      Elimina
  14. Fervente sostenitore del fatto che la creatività e il silenzio siano sinonimi, mi sono imbattuto nel tuo Blog curiosando in rete sulla Valle d'Itria. Sono appena tornato da quell'angolo di paradiso, ove da tre anni io e mia moglie Angela stiamo portando avanti il Sogno della nostra vita: L'attento restauro di un complesso di trulli da destinare alla recettività turistica... Seguire tutto da Roma da così tanto tempo e scendere ogni mese per mille appuntamenti è molto stancante, ma appena arrivo, scendo dall'auto e me ne sto qualche minuto ad ascoltare il vento... è come un'iniezione di energia, di benessere, di senso della misura, di riconquista del presente e molto, molto altro... in silenzio...
    Complimenti Manuela, continua a trasmettere questo tuo modo sano e gentile di metabolizzare le esperienze che hai la fortuna di compiere, e ogni volta che torni nella tua Puglia, che passi per la Valle d'Itria, salutala per me!
    A presto,
    Angelo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. caro Angelo, ti ringrazio tantissimo per questo commento. Mi fa molto piacere che tu sia arrivato da me grazie alla mia Puglia e mi fa ancora più piacere che tu abbia deciso di fermarti per lasciarmi un segno del tuo passaggio.
      Tornerò presto in Valle d'Itria, ascolterò il vento immersa nella natura e la saluterò per te, promesso :)

      Elimina
  15. Ti confesso manu che per un periodo ci sono quasi "rimasta male" per la mancanza di post emotivi sul tuo blog ma trattandosi di emozioni é ovvio che non si possano scrivere a comando...
    Eppure ora sei tornata <3 e non potrei esserne più felice!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ma davvero? Scusa per l'assenza, ma proprio non riuscivo a scrivere di me.
      Adesso sono tornata, eh <3

      Elimina
  16. Io sono molto silenziosa...e credo fortemente che tante volte faccia bene :)
    E' sempre bello leggere questi post più personali..

    RispondiElimina
  17. L'ostentazione è la cosa più lontana da me. Nel silenzio si ottengono dei successi bellissimi.
    Non c'è bisogno di mettere tutto su piazza. La cosa più bella per me è quando faccio amicizia con qualcuno di nuovo e piano piano (molto piano) gli svelo parti della mia vita e tutti si stupiscono di quello che racconto, perché magari è bello e non l'ho mai scritto da nessuna parte o raccontato pubblicamente. Sono dell'idea che la parte più interessante della mia vita è avere tanto da raccontare e raccontarlo a piccolissime minuscole gocce.
    Sai bene quanto sono d'accordo con te :***

    RispondiElimina
    Risposte
    1. low profile, silenzio, less is more.
      Quante volte ne abbiamo parlato.. o ci siamo capite anche tacitamente?
      Ti abbraccio!

      Elimina

Lasciami un segno del tuo passaggio,
fammi sapere cosa ne pensi :)

[rispondo sempre, amo l'interazione]

recent posts

Labels

#caprai4love #esplorandoarbataxpark #instameetLe15 #invasionidigitali #leinvasionimurgiane #nonpartosenza #TipicaMenteRimini #Traveldreams #Valleditriatour #WeLevanto Abruzzo Africa Alberobello altro Amalfi America Amsterdam Asia Assisi Atlantic City AUE austria Bangkok Barcellona Bari Basilicata Baviera Belgio Berlino Bernalda Blog & Social Media Tour blogtour Bologna Bruxelles Budapest Calabria cambogia Campania Can't Forget Italy Cappadocia Cartoline dal mondo castelmezzano Castro Cilento Cinque Terre Cisternino Corfù Coriano Corsica Cortina Costa Rica Craco Croazia deserto Disney Disneyworld DIY donna Dubai Dublino Egitto Europa eventi Everglades Fasano featured Fiandre Firenze Florida food Frammenti di viaggio Francia Francoforte Friuli Venezia Giulia Gallipoli Gandoli Gargano Gent Germania Giappone Giordania Gran Bretagna Grecia Grottaglie hotel instagram intervista Irlanda Ischia Istria Italia jamaica Key West Koh Nang Yuan koh samui Koh Tao Lampedusa Latopositivo Lecce Levanto lifestyle Liguria Locorotondo Lombardia Londra Lonely Planet Luxor Mantova Marsa Alam Martina Franca Matera Messico Miami Milano Misurina Molise Monaco Monopoli montefalco myperception Napoli Nepal New York Olanda Orlando Ostuni Otranto Parigi Petra philadelphia Plan de Corones Polignano Porto Cesareo Portogallo Portovenere Positano Praiano premi puglia Radio Capital riflessioni Rimini Roma Romania Salento Sardegna Savelletri Sicilia snapchat snorkeling Sorrento Spagna storytelling Sudafrica svezia Svizzera Taranto tartarughe TBEXAsia telefilm ThaiExperience Thailandia Toscana tradizioni Trani Trentino tunisia Turchia umbria Ungheria Valencia Valle D'Itria Vallonia varie Veneto Venezia Verona viaggiare Vico del Gargano video Vietri sul mare Vinitaly weekend wellness wine

Copyright

I contenuti presenti sul blog "Pensieri in Viaggio" dei quali è autore il proprietario del blog non possono essere copiati,riprodotti,pubblicati o redistribuiti perché appartenenti all'autore stesso.
E’ vietata la copia e la riproduzione dei contenuti in qualsiasi modo o forma.
E’ vietata la pubblicazione e la redistribuzione dei contenuti non autorizzata espressamente dall’autore.
Copyright © 2013 - 2016 Pensieri in Viaggio by Manuela Vitulli. All rights reserved

Scrivi a manuvitulli@gmail.com oppure qui: