puglia

4 giorni per raccontare la Puglia, il viaggio nel viaggio

martedì, settembre 22, 2015Manuela Vitulli


Nel post precedente vi avevo parlato del bel progetto con Puglia Promozione, ricordate?
Ed eccomi qui, reduce da quattro intensissimi giorni (e tanti altri giorni di preparativi) in Puglia.
Reduce da un'esperienza elettrizzante che ha sigillato un amore già forte, confermando per l'ennesima volta che la Puglia non smetterà mai di regalarmi emozioni. Mai. 


Questo post nasce innanzitutto dalla mia esigenza di fissare tutto il prima possibile, ogni emozione, ogni momento. Prima che - con il casino che ho in testa e la memoria che ultimamente fa cilecca - i ricordi possano velocemente sfuggirmi. Ed è stato tutto troppo bello e speciale per lasciar sbiadire ogni attimo con l'azione deleteria del tempo.

Partiamo dal principio.

Prima di aprire le danze ero letteralmente in ansia. 
Sono una persona molto esigente, esigo molto da me stessa. 
Alcuni credono che io sia coraggiosa, in realtà sono solo una che, con spirito goliardico, si butta in tutto quel che è nuovo e inedito. Abbraccio la novità, anche se ho paura.

In questo caso la novità è stata l'utilizzo di Periscope per realizzare dei collegamenti in diretta con la Fiera del Levante di Bari. Ho indossato i panni dell'inviata per raccontare - con uno smartphone e un microfono - la mia regione. 
Da Trani fino al Gargano. 

Se mi è piaciuto? Tantissimo, una figata. Un modo nuovo e semplice per fare storytelling, per incontrare gente e far breccia nel cuore del pubblico. Periscope è diventata una nuova droga (e vi consiglio di iscrivervi, perché è un social geniale e con un grande potenziale), peccato solo che i video restino online per 24 ore. 
Se vi siete persi le dirette e siete curiosi di scoprire qualcosa in più, date un'occhiata alla mia pagina facebook in cui ho caricato qualche video e tante foto. 


Il mio viaggio è partito in compagnia di Antonio a Trani, con una prima diretta in cui, impacciata, ho cercato di nascondere i nervi tesi con il sorriso. Un classico delle prime volte.
Abbiamo brindato alla riuscita del primo live e abbiamo pranzato avvolti dalla splendida cornice della Darsena di Trani, per poi continuare il viaggio con maggiore spensieratezza.

Ho incontrato il signor Franco che da 88 anni vive a Trani e, quasi piangendo, mi ha parlato dei giovani, della sua campagna, dei suoi figli. E, tenerino, mi ha ricordato di quando andava alla Fiera Del Levante per comprare il grammofono e ballare con le ragazze.
Gli ho voluto dedicare un piccolo live su Periscope perché queste testimonianze fanno bene al cuore. La Puglia è fatta di tanti nonnini come Franco, che hanno tanto da dare e da raccontare a noi giovani.
Per Franco la crisi economica non esiste, la crisi è culturale. E forse ha ragione.

Ci siamo poi spostati nella Murgia con Filippo, la sua simpatia e le sue bici per il secondo collegamento.


Il secondo giorno sono stata ad Altamura, prima in compagnia di Giuseppe che mi ha svelato i segreti del famosissimo pane di Altamura DOP (quello col bollino, per intenderci), poi con Filippo che mi ha parlato della sua attività artigianale e, a fine collegamento, mi ha portato ad assaggiare le tette delle monache (sospiri senza glassa, il termine corretto) più buone della città.

Per la prima volta ho passeggiato nel bellissimo centro storico di Altamura (a cui non avevo mai dedicato il tempo necessario) e mi sono lasciata coccolare da profumo insistente del pane per poi perdermi in the middle of nowhere fino ad arrivare al cospetto del Pulo. Una straordinaria depressione naturale.











Il terzo e il quarto giorno sono stati all'insegna del Gargano.
Scivolare da un paesaggio all'altro è sempre favoloso, in questi giorni lo è stato ancora di più.
Passare dall'eleganza di Trani all'atmosfera rurale della Murgia, sfilare lungo il panorama rosa di Margherita di Savoia fino al territorio ancora vergine del Gargano.

Sono felicissima di essere tornata in Gargano.
Ho incontrato amici, ho dato un volto a conoscenze virtuali, ho fatto il pieno di energia.
Per me il Gargano è magico e, dopo esserci stata per ben 3 volte quest'estate, inizio a sentirlo un po' come una casa. Con dei punti di riferimento su cui poter sempre contare, con dei sorrisi veri, delle persone genuine.

Ripercorrendo le tappe dell'avventura in 500 con Antonella, ho deciso di partire da Monte Sant'Angelo, una bellissima cittadina tra mare e montagna, punto strategico dell'area garganica.
Durante il collegamento da una delle terrazze più affascinanti di Monte, i cugini Cippone mi hanno fatto degustare vino locale e ci hanno raccontato qualcosa circa l'aspetto enogastronomico del luogo, mentre Pasquale ci ha illustrato i motivi della sua importanza per poi condurmi, a fine collegamento, in uno dei posti del cuore a pochi km dal centro storico: Santa Maria di Pulsano del Gargano. Da qui si gode di una vista mozzafiato e si scorgono persino gli antichi eremi costruiti a picco sulle rocce nelle posizioni più improbabili.
Un posto speciale in cui si respira pace a pieni polmoni.






Dopo Monte, mi sono spostata a Vieste. Al Trabucco di Cala Molinella, dove mi aspettavano la mia amica Antonella di GarganoQuality e Gianni dell'Associazione "La Rinascita dei Trabucchi Storici".
Nel collegamento abbiamo parlato di queste strutture antiche che vanno preservate, mentre uno dei trabuccolanti camminava sospeso sul mare come un acrobata.
I trabucchi hanno un fascino unico, ammirarne uno è un'esperienza da provare almeno una volta nella vita.
E vi consiglio anche di cenare in un trabucco. Una location romantica e surreale, adagiata sul mare.



L'ultimo giorno sono stata prima a Vico del Gargano in compagnia di Pino (mancavo da due anni esatti!), con cui - per problemi di connessione - non abbiamo potuto realizzare un live Periscope, ma in compenso abbiamo girato un video pubblicato poi su Facebook.
Pino, come Antonella e tanti altri ragazzi che ho conosciuto, è uno di quei giovani garganici che, dopo numerose esperienze all'estero, hanno deciso di tornare per fare qualcosa per la propria terra, per costruire il futuro partendo dalle proprie origini.
Ammiro molto questi ragazzi perché cercano di far rete andando oltre la sete di protagonismo e il mero campanilismo. Ed è grazie a loro se io oggi conosco almeno un po' questa terra, se io mi sono lasciata sedurre dalle sue suggestioni, se sono riuscita a portare un po' del Gargano nel cuore di chi mi ha seguito durante il progetto.


Peschici è stata l'ultima tappa del roadtrip pugliese.
Ho realizzato il collegamento nel centro storico, all'interno di una coloratissima bottega in compagnia dei Frammichele, della loro dolcezza e delle loro straordinarie creazioni artigianali in ceramica.
Più volte sono stata colpita dalla porticina azzurra del loro laboratorio, incorniciata da una miriade di creazioni meravigliose. E per me è stato bellissimo scoprire cosa si nasconde dietro quella porta, dare un volto e una voce ai due teneri signori che lavorano la ceramica con passione.
Mi hanno accolto quasi con timore, spaventati per la diretta, ma entusiasti per essere stati coinvolti, così entusiasti che non mi mollavano più, mi avrebbero tenuta lì con loro fino alla fine della giornata.
Mi hanno riempito il cuore di gioia.

Se mi chiedessero Cos'è per te la Puglia?, io risponderei Un puzzle.
Un puzzle fatto di tantissimi tasselli, tutte le belle persone incontrate. Sono loro l'anima della Puglia.

E così è terminata quest'avventura bellissima nella mia terra.
Un'avventura che mi ha permesso di vivere un viaggio nel viaggio. Il viaggio nel territorio ma soprattutto il viaggio nel cuore della gente.
Ho incontrato persone splendide, ho trovato la ricchezza tappa dopo tappa. La ricchezza umana. La vera ricchezza della ‪‎Puglia‬.

Ogni persona incontrata mi ha regalato qualcosa. E non parlo di enormi forme di pane o casette di ceramica.
No, io parlo di qualcosa di immateriale, qualcosa che nessuno potrà portare via.




Grazie di cuore a Viaggiareinpuglia.it, a chi mi ha aiutato, sostenuto.
A chi saltellava davanti al maxischermo in fiera e mi ha scritto di essere meglio di Paolini.

Grazie alla mia regione.

Essere nata qui è per me una grande fortuna.
Più passa il tempo e più me ne capacito.

Venite a scoprire la mia terra e lasciatevi sedurre da ogni suo angolo, dal selvaggio ‪Gargano‬ fino al Salento. Abbiatene cura e lei vi ricompenserà.

You Might Also Like

16 commenti

  1. Certo, la Puglia è un puzzle fatto di tantissimo tasselli. Per riassumere semplificando al massimo io direi: mare, natura e cibo. Ma forse è troppo riduttivo! Baci

    RispondiElimina
  2. Sì, spero di andarci presto.
    Prestissimo.
    Grazie Manuela!
    Eleonora

    RispondiElimina
  3. I pugliesi battono tutti! :D

    Il Gargano è nelle mie vene. Mia madre nacque in un piccolissimo paesino in collina poco distante da Peschici e tutte le estati sono riuscita a fare visita alle mie origini.

    Consiglio: provate la "pizza paesana" e ve ne innamorerete! ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. come si chiama il paesino? :) sono curiosa!

      Elimina
  4. Non vedo l'ora di arrivare lì da te :)

    RispondiElimina
  5. adoro i tuoi post sulla Puglia.. si capisce che sono scritti col cuore :) un bacio bella :*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie Debora :) sono felice che questo traspare

      Elimina
  6. Che meraviglia!
    Penso che nessuno sia più indicato di un local per raccontare una terra, mostrarne le sfumature.
    Tu ci sei riuscita alla grande :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. lo penso anche io :)
      Se non sei local non puoi cogliere certe sfumature (anche se forse puoi apprezzare ancora di più determinati posti), ma tutto è relativo :D
      Grazie tesoro!!

      Elimina
  7. Ciao Manuela, il mio primo incontro con la Puglia è stato proprio nel Gargano che mi lasciato in cuore tanto colore, tanta allegria e tanta genuina bellezza. Attraverso le tue parole cerco di immaginare le tante sfumature che costituiscono la tua terra ma spero di poterle vederle presto di prima persona :-).

    Un abbraccio,
    Sara

    RispondiElimina
    Risposte
    1. genuina bellezza. Hai utilizzato il termine perfetto :)
      Grazie mille Sara, ti abbraccio!
      Torna presto!

      Elimina
  8. Dico solo straaabrava! Mi sei piaciuta tantissimo, ti ho seguita e amo questo progetto! :)

    RispondiElimina
  9. Molto bello il tuo articolo! Io sono stata in Puglia da bambina e la ricordo ancora con tanto affetto! Ho dei bellissimi ricordi (seppur un po' offuscati) di Alberobello, Gallipoli e Santa Maria di Leuca, ma non vedo l'ora di tornarci per scoprirla un po' meglio. E poi, diciamocelo, si mangia da Dio! ;)

    RispondiElimina

Lasciami un segno del tuo passaggio,
fammi sapere cosa ne pensi :)

[rispondo sempre, amo l'interazione]

recent posts

Labels

#caprai4love #esplorandoarbataxpark #instameetLe15 #invasionidigitali #leinvasionimurgiane #nonpartosenza #TipicaMenteRimini #Traveldreams #Valleditriatour #WeLevanto Abruzzo Africa Alberobello altro Amalfi America Amsterdam Asia Assisi Atlantic City AUE austria Bangkok Barcellona Bari Basilicata Baviera Belgio Berlino Bernalda Blog & Social Media Tour blogtour Bologna Bruxelles Budapest Calabria cambogia Campania Can't Forget Italy Cappadocia Cartoline dal mondo castelmezzano Castro Cilento Cinque Terre Cisternino Corfù Coriano Corsica Cortina Costa Rica Craco Croazia deserto Disney Disneyworld DIY donna Dubai Dublino Egitto Europa eventi Everglades Fasano featured Fiandre Firenze Florida food Frammenti di viaggio Francia Francoforte Friuli Venezia Giulia Gallipoli Gandoli Gargano Gent Germania Giappone Giordania Gran Bretagna Grecia Grottaglie hotel instagram intervista Irlanda Ischia Istria Italia jamaica Key West Koh Nang Yuan koh samui Koh Tao Lampedusa Latopositivo Lecce Levanto lifestyle Liguria Locorotondo Lombardia Londra Lonely Planet Luxor Mantova Marsa Alam Martina Franca Matera Messico Miami Milano Misurina Molise Monaco Monopoli montefalco myperception Napoli Nepal New York Olanda Orlando Ostuni Otranto Parigi Petra philadelphia Plan de Corones Polignano Porto Cesareo Portogallo Portovenere Positano Praiano premi puglia Radio Capital riflessioni Rimini Roma Romania Salento Sardegna Savelletri Sicilia snapchat snorkeling Sorrento Spagna storytelling Sudafrica svezia Svizzera Taranto tartarughe TBEXAsia telefilm ThaiExperience Thailandia Toscana tradizioni Trani Trentino tunisia Turchia umbria Ungheria Valencia Valle D'Itria Vallonia varie Veneto Venezia Verona viaggiare Vico del Gargano video Vietri sul mare Vinitaly weekend wellness wine

Copyright

I contenuti presenti sul blog "Pensieri in Viaggio" dei quali è autore il proprietario del blog non possono essere copiati,riprodotti,pubblicati o redistribuiti perché appartenenti all'autore stesso.
E’ vietata la copia e la riproduzione dei contenuti in qualsiasi modo o forma.
E’ vietata la pubblicazione e la redistribuzione dei contenuti non autorizzata espressamente dall’autore.
Copyright © 2013 - 2016 Pensieri in Viaggio by Manuela Vitulli. All rights reserved

Scrivi a manuvitulli@gmail.com oppure qui: