Blog & Social Media Tour Italia

Sicilia bedda: la mia prima volta

lunedì, agosto 10, 2015Manuela Vitulli


L'ho sognata, l'ho immaginata, l'ho aspettata.
L'ho inserita anche tra i Traveldreams di quest'anno.
E finalmente ce l'ho fatta: sono arrivata in Sicilia.

E ci sono arrivata in un modo tutt'altro che ordinario: a bordo di un ape-calessino.
Vi ho già parlato in questo post della mia esperienza epica in ape, dei 2000 km percorsi da Milano per raggiungere Catania, ma non mi sono ancora soffermata sulle emozioni che mi ha regalato la Sicilia bedda, il traguardo di questo viaggio straordinario.
Una terra che ha iniziato a farmi sussultare il cuore già prima di mettervi piede, quando ancora ero a bordo del traghetto, esattamente a metà strada tra la l'isola e il continente.
Sapete, è stranissimo realizzare dal vivo che la Calabria e la Sicilia si guardano praticamente negli occhi, come due amanti che si conoscono bene ma non possono congiungersi perché separati da una esigua distesa d'acqua.



Lo "sbarco" in Sicilia a bordo dell'ape ha scatenato una gran festa.
Schiamazzi gioiosi, video e foto per immortalare uno di quei momenti che non dimenticherò facilmente.
Il bello della prima volta. Il bello di essere per la prima volta in un posto che hai tanto sognato, di scrutarlo dal basso verso l'alto a bordo dell'apetta, di ammirare l'azzurro intenso del mare, il profilo sinuoso dell'Etna che si staglia all'orizzonte, le infinite distese di verde.
Il fascino delle viuzze strette strette in cui abbiamo cercato di incastrare la nostra apetta, i panni stesi, il profumino inebriante delle specialità siciliane.
La mia prima volta in Sicilia è stata un'orgia di colori, odori, sensazioni positive e sapori unici.



A proposito di sapori.
Tra gli irresistibili vicoli del centro storico di Taormina, appollaiata sullo scalino di una gradinata, ho addentato il mio primo arancino al ragù accompagnato dalla "localissima" birra Messina.
Ed è stato subito amore.
Lo street food nel vero senso del termine. Come piace tanto a me.









Circondata dal fascino decadente di Catania ho gustato altre prelibatezze.
Innanzitutto la cartocciata, una specialità catanese salata e dall'impasto soffice. Divina quella col ripieno al pistacchio!
Per non parlare del rituale siciliano gustato in Piazza del Duomo a Catania: una merenda con granita fresca e la famosa brioche col tuppo.

E, dulcis in fundo, i cannoli.
Una prelibatezza della tradizione dolciaria siciliana.
Non mi hanno mai fatto impazzire, ma vi assicuro che quelli preparati in Sicilia sono tutta un'altra cosa.
Sono croccanti, dal ripieno goloso e irresistibili, al punto che ho portato una guantierina anche a casa  per far perdere la testa al mio ragazzo e alla mia famiglia! :)

Il mio è stato solo un assaggio del panorama gastronomico siciliano.
Ai più curiosi consiglio questo articolo con tanti consigli per gustare la Sicilia a tavola.







E adesso?
Non vedo l'ora di tornare in Sicilia.
Non vedo l'ora di scoprire le altre località dell'isola, le altre specialità, le altre meraviglie.
Perché la Sicilia è proprio come me l'ero immaginata, anzi meglio. L'isola bedda!

You Might Also Like

19 commenti

  1. sono felicissima che la cartocciata ti sia piaciuta :D:D io la preferisco di gran lunga a un arancino! figurati che non ero nemmeno sicura di commentarti la foto su facebook perchè tra me e me pensavo che forse già qualcun altro te l'aveva consigliata :D ti aspetto comunque di nuovo in Sicilia, devi per forza scoprire Siracusa :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. e invece no! Hai fatto benissimo a darmi questo consiglio! Appena torno mi darai tanti e tanti altri consigli :)
      Grazie mille Debora!

      Elimina
  2. La mia Sicilia Bedda!!! Ciao Manuela, io sono di Messina sono contenta che il tuo primo viaggio in Sicilia sia stato straordinario e che hai apprezzato le nostre specialità. Ti aspettiamo nuovamente, alla scoperta di altri bei posti e all'assaggio di altre prelibatezze come il pitone messinese, la focaccia messinese,la pignolata, gli involtini di pesce e infine devi riassaggiare la vera granita con panna e caffè (non al limone) :) :) ecc... A presto!
    Antonella

    RispondiElimina
    Risposte
    1. spero di tornare presto! :D
      La Sicilia mi ha stregato (non che avessi mai avuto dubbi, eh) :D

      Elimina
  3. In Sicilia ci sono stata il tempo di un weekend e nonostante questo l'ho amata profondamente. Proprio stamattina parlavo con i miei colleghi di cannoli ed arancini palermitani e davvero, non vedo l'ora di tornarci!
    Riguardo la Calabria e la Sicilia che si guardano negli occhi: ho degli amici che hanno lavorato nella torre di controllo di Reggio Calabria, un giorno mi hanno detto che da lassù vedevano l'Etna e io ho riso pensando che mi prendessero in giro!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. anche io non pensavo che fossero così vicine prima di mettervi piede e di constatarlo di persona. Incredibile :)

      Elimina
  4. vero, la Sicilia è meravigliosa e al primo incontro ti rapisce i sensi con i suoi colori, profumi e sapori.
    Io il mio primo arancino me lo ricordo ancora... e quando ci penso ne sento proprio la mancanza :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. penso seriamente che il primo arancino non si scorda mai ^.^

      Elimina
  5. La Sicilia aveva fatto questo effetto splendido anche a me.
    Come si può non amare un posto che per certi aspetti sembra fermo a 50 anni fa e che coniuga perfettamente cibo squisito e paesaggi da cartolina!?
    Sicuramente ci tornerò e con il sorriso impresso :)

    RispondiElimina
  6. Son contenta che la nostra cucina e la nostra terra ti sia piaciuta, ma credimi! Questo è solo la punta dell'iceberg...anzi, è solo il tuppo della brioche :D
    Se vuoi consigli su qualche altra zona o tipologia gastronomica, non esitare a chiedere :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahahah prometto che torno e chiedo consigli a destra e a manca :)

      Elimina
  7. Scusatemi ragazze ma mi sento in obbligo ed in dovere di precisare che il vero nome è ARANCINA (con la A finale).... Nel catanese e nel messinese come in tutto il resto d'italia la chiamano arancino pur sbagliando. Si chiama ArancinA perchè ha la forma ed il colore di un arancia. Se avesse avuto la forma di un albero forse il termine arancino sarebbe stato più corretto. Detto ciò ti aspettiamo a braccia aperte nella nostra amata Sicilia e sopratutto a Palermo per poter continuare a gustare il nostro di street food (quello originale) con le ArancinE (ORIGINALI) di nome e di fatto :P e godere delle nostre meraviglie naturali e architettoniche!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahahah hai fatto bene a correggermi! Anche sulla mia pagina facebook era nato questo dibattito, sai? :D
      ArancinE e passa la paura!

      Elimina
    2. Il termine arancinO viene dallo stesso siciliano, dove il frutto arancia viene chiamato aranciu.
      Ergo, arancinO.
      u.u

      Elimina
  8. Ciao Manuela!
    Sono stata in Sicilia da ragazzina (ho viaggiato nella zona di Taormina) e nonostante tutte questo tempo ne conservo ancora un ricordo vivido e bello. Paesaggi intensi e cibi a dir poco paradisiaci, magari non per tutti i gusti e non tutti così speciali ma solo a pensarci mettono allegria e acquolina :-)

    Sara ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. credo sia difficile non apprezzare la bellezza della Sicilia. Davvero difficile.
      Una terra splendida, ricca di suggestioni, colori, buon cibo. Unica.
      E sono ancora al primo assaggio :D

      Elimina
  9. Ciao Manuela, grazie per questo post siciliano, dopo certe stroncature di Catania da parte di alcuni giornali francesi, un po' di positivita' ci stava. D'altronde e' anche vero che la Sicilia e' cosi, grandi bellezze e grandi bruttezze mischiate insieme. Conosco bene tutti i posti che hai fotografato, tra cui la splendida isola bella (sotto Taormina), e ti consiglio di tornare per continuare il giro. Perche' Siracusa, Marzamemi, Agrigento (valle dei Templi), le saline di Trapani, Palermo, Erice, Cefalu' e le isole Eolie meritano tutte una visita o piu' d'una.

    Saluti,
    Fabio

    RispondiElimina
  10. Penso che la Sicilia sia proprio nelle parole con cui l'hai descritta: "colori, odori, sensazioni positive e sapori unici". Io l'ho amata e ci ho lasciato il cuore.. E non vedo l'ora di tornarci! <3

    RispondiElimina

Lasciami un segno del tuo passaggio,
fammi sapere cosa ne pensi :)

[rispondo sempre, amo l'interazione]

recent posts

Labels

#caprai4love #esplorandoarbataxpark #instameetLe15 #invasionidigitali #leinvasionimurgiane #nonpartosenza #TipicaMenteRimini #Traveldreams #Valleditriatour #WeLevanto Abruzzo Africa Alberobello altro Amalfi America Amsterdam Asia Assisi Atlantic City AUE austria Bangkok Barcellona Bari Basilicata Baviera Belgio Berlino Bernalda Blog & Social Media Tour blogtour Bologna Bruxelles Budapest Calabria cambogia Campania Can't Forget Italy Cappadocia Cartoline dal mondo castelmezzano Castro Cilento Cinque Terre Cisternino Corfù Coriano Corsica Cortina Costa Rica Craco Croazia deserto Disney Disneyworld DIY donna Dubai Dublino Egitto Europa eventi Everglades Fasano featured Fiandre Firenze Florida food Frammenti di viaggio Francia Francoforte Friuli Venezia Giulia Gallipoli Gandoli Gargano Gent Germania Giappone Giordania Gran Bretagna Grecia Grottaglie hotel instagram intervista Irlanda Ischia Istria Italia jamaica Key West Koh Nang Yuan koh samui Koh Tao Lampedusa Latopositivo Lecce Levanto lifestyle Liguria Locorotondo Lombardia Londra Lonely Planet Luxor Mantova Marsa Alam Martina Franca Matera Messico Miami Milano Misurina Molise Monaco Monopoli montefalco myperception Napoli Nepal New York Olanda Orlando Ostuni Otranto Parigi Petra philadelphia Plan de Corones Polignano Porto Cesareo Portogallo Portovenere Positano Praiano premi puglia Radio Capital riflessioni Rimini Roma Romania Salento Sardegna Savelletri Sicilia snapchat snorkeling Sorrento Spagna storytelling Sudafrica svezia Svizzera Taranto tartarughe TBEXAsia telefilm ThaiExperience Thailandia Toscana tradizioni Trani Trentino tunisia Turchia umbria Ungheria Valencia Valle D'Itria Vallonia varie Veneto Venezia Verona viaggiare Vico del Gargano video Vietri sul mare Vinitaly weekend wellness wine

Copyright

I contenuti presenti sul blog "Pensieri in Viaggio" dei quali è autore il proprietario del blog non possono essere copiati,riprodotti,pubblicati o redistribuiti perché appartenenti all'autore stesso.
E’ vietata la copia e la riproduzione dei contenuti in qualsiasi modo o forma.
E’ vietata la pubblicazione e la redistribuzione dei contenuti non autorizzata espressamente dall’autore.
Copyright © 2013 - 2016 Pensieri in Viaggio by Manuela Vitulli. All rights reserved

Scrivi a manuvitulli@gmail.com oppure qui: