viaggiare

Di pregiudizi e di viaggi dal sapore inaspettato

venerdì, aprile 03, 2015Manuela Vitulli


Odio le etichette.


No, non quelle degli abiti. Mi riferisco alle etichette mentali, quelle non cartacee. Quelle che utilizziamo per distinguere colui che ci piace da colui che non ci va a genio, spesso senza neanche conoscerlo. Quelle che ci permettono di giudicare le scelte e le parole di qualcuno, senza sapere nulla della sua vita. Quelle che ci consentono di etichettare alcune destinazioni - prima ancora di essere vissute - solo perché precedute dalla loro fama.

Durante i miei viaggi ho più volte assistito a queste sagre del pregiudizio. Mi viene in mente la mia esperienza in Giordania e la domanda frequente “Ma non hai paura? Ma come, non sai cosa ti potrebbe succedere!”


E i pregiudizi non si limitano solo alla sicurezza concerne una determinata destinazione, bensì gravitano anche sul suo spessore culturale. 
Mi viene in mente Dubai e tutte le persone che – senza esserci state – pensano che sia una meta per viaggiatori superficiali e molto ricchi. 
Beh, io sono stata a Dubai e credo di aver speso meno che mai per un hotel lussuoso con piscina, per una cena libanese e per un buon hummus. Senza contare la parte della vecchia della città, quella in cui tutto quel che si vede è tutt'altro che sfarzoso e superficiale.



Lo stesso ragionamento è valido per innumerevoli altre destinazioni tra cui la bella isola di Formentera, l’isola che tutti credono sia una meta destinata solo ai vip e alla gente di un certo ceto sociale. 
Eppure non è così. I suoi 20 km di lunghezza offrono spiagge paradisiache e divertimenti per tutte le tasche. Proprio così.
Quando la natura e i tramonti sono mozzafiato, non si necessita di molto altro per essere felici. Forse solo di un chiringuito sulla spiaggia (il famoso piano B a cui tutti abbiamo pensato almeno una volta nella vita) e di un drink ghiacciato.


Basta noleggiare una moto per godere della libertà che un’isola paradisiaca riesce ad offrire, per raggiungere le spiagge più nascoste e le varie chicche, tra cui i mercatini che propongono i prodotti tipici dell’isola, ma anche articoli vintage - che io adoro – e prodotti artigianali della cultura hippie o realizzati secondo la filosofia del riuso. Molti non sanno che Formentera è ancora impregnata della cultura hippie che negli anni ’70 ha influenzato l’isola. E così oggi bastano vestitini dalle stoffe leggere in stile hippie o boho chic per sentirsi a proprio agio sia di giorno che di sera. Formentera non è poi tutto questo lusso, non trovate?

E se non si è disposti a soggiornare in alberghi lussuosi, gli appartamenti a Formentera sono sempre un’ottima soluzione per risparmiare . In particolare, se siete in cerca di soluzioni low cost potete dare un’occhiata agli appartamenti nei dintorni di Es Pujols.

You Might Also Like

22 commenti

  1. L'ultima volta che sono stata a Formentera alloggiavo proprio in un appartamentino a Es Pujols, e non avrei mai pensato che potesse essere considerata una meta destinata ai "vip".
    Per quanto riguarda i pregiudizi, vivendo a torino mi sono sentita ripetere per anni "torino è una città grigia", solitamente detto da persone che non ci avevano mai messo piede.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. esatto. I pregiudizi sono spesso sterili e privi di senso :)

      Elimina
  2. Hai nominato Formentera? Mi è rimasta nel cuore, spero di tornarci al più presto. Io avevo alloggiato in una bettola a Playa Migjorn. Ho girato l'isola in ogni angolo, adoro le sue spiaggie e la sua cultura hippie.

    I pregiudizi albergano nelle persone con una scarsa cultura e che si soffermano al "ho sentito dire", senza approfondire.

    RispondiElimina
  3. I pegiudizi purtroppo sono in ogni luogo anche a casa tua ( non la tua abitazione) ma nella casa stessa.
    Un abbraccio mia cara buona Pasqua a te e famiglia passa bene un bacione.

    RispondiElimina
  4. Sono pienamente in armonia con il tuo pensiero.
    Grazie dei suggerimenti che ogni volta ci dai e ne approfitto x augurarti una felice Pasqua <3<3<3

    RispondiElimina
  5. Spesso si giudica senza conoscere, solo per non ammettere di non saperne assolutamente nulla. Mi sono sentita dire un sacco di cose sulla Cina da persone che evidentemente non ne sanno nulla ma hanno una certa antipatia per i cinesi.
    Sinceramente io andrei anche sulla luna se potessi ^_^

    RispondiElimina
  6. Se stai dietro ai pregiudizi ti rovini la vita. Però un pizzico di prudenza non guasta mai. Buona Pasqua carissima Manuela

    RispondiElimina
  7. I pregiudizi ci sono in ogni cosa e ci metteranno ancora un bel po' ad andare via, quindi è meglio ignorarli e godersi il viaggio ;D

    RispondiElimina
  8. Mi è piaciuto molto questo post, spero che molte persone riflettano su queste belle parole!
    Io sono pienamente d'accordo con te!

    RispondiElimina
  9. te ne racconto uno io di pregiudizio: dicembre 2009, voglio andare in Turchia e penso di regalare il volo al mio ragazzo dell'epoca perchè potesse venire con me. "io in quei paesi non ci vengo" è stata la risposta. l'ho mollato e sono partita con una collega!

    RispondiElimina
  10. passo veloce per lasciarti un saluto e augurati una Felice Pasqua

    RispondiElimina
  11. Frequentando in passato un forum di viaggi, prima di aprire il blog, ho avuto modo di conoscere tanti posti sui cui avevo dei pregiudizi e mi sono dovuto ricredere. Oggi ne ho molti, ma molti meno ed è giusto così. In ogni posto si può viaggiare come meglio si crede e viverlo secondo le proprie possibilità ed interessi.

    Fabio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. la penso esattamente come te! Non esistono mete destinate solo ad un tipo di viaggiatori :)

      Elimina

Lasciami un segno del tuo passaggio,
fammi sapere cosa ne pensi :)

[rispondo sempre, amo l'interazione]

recent posts

Labels

#caprai4love #esplorandoarbataxpark #instameetLe15 #invasionidigitali #leinvasionimurgiane #nonpartosenza #TipicaMenteRimini #Traveldreams #Valleditriatour #WeLevanto Abruzzo Africa Alberobello altro Amalfi America Amsterdam Asia Assisi Atlantic City AUE austria Bangkok Barcellona Bari Basilicata Baviera Belgio Berlino Bernalda Blog & Social Media Tour blogtour Bologna Bruxelles Budapest Calabria cambogia Campania Can't Forget Italy Cappadocia Cartoline dal mondo castelmezzano Castro Cilento Cinque Terre Cisternino Corfù Coriano Corsica Cortina Costa Rica Craco Croazia deserto Disney Disneyworld DIY donna Dubai Dublino Egitto Europa eventi Everglades Fasano featured Fiandre Firenze Florida food Frammenti di viaggio Francia Francoforte Friuli Venezia Giulia Gallipoli Gandoli Gargano Gent Germania Giappone Giordania Gran Bretagna Grecia Grottaglie hotel instagram intervista Irlanda Ischia Istria Italia jamaica Key West Koh Nang Yuan koh samui Koh Tao Lampedusa Latopositivo Lecce Levanto lifestyle Liguria Locorotondo Lombardia Londra Lonely Planet Luxor Mantova Marsa Alam Martina Franca Matera Messico Miami Milano Misurina Molise Monaco Monopoli montefalco myperception Napoli Nepal New York Olanda Orlando Ostuni Otranto Parigi Petra philadelphia Plan de Corones Polignano Porto Cesareo Portogallo Portovenere Positano Praiano premi puglia Radio Capital riflessioni Rimini Roma Romania Salento Sardegna Savelletri Sicilia snapchat snorkeling Sorrento Spagna storytelling Sudafrica svezia Svizzera Taranto tartarughe TBEXAsia telefilm ThaiExperience Thailandia Toscana tradizioni Trani Trentino tunisia Turchia umbria Ungheria Valencia Valle D'Itria Vallonia varie Veneto Venezia Verona viaggiare Vico del Gargano video Vietri sul mare Vinitaly weekend wellness wine

Copyright

I contenuti presenti sul blog "Pensieri in Viaggio" dei quali è autore il proprietario del blog non possono essere copiati,riprodotti,pubblicati o redistribuiti perché appartenenti all'autore stesso.
E’ vietata la copia e la riproduzione dei contenuti in qualsiasi modo o forma.
E’ vietata la pubblicazione e la redistribuzione dei contenuti non autorizzata espressamente dall’autore.
Copyright © 2013 - 2016 Pensieri in Viaggio by Manuela Vitulli. All rights reserved

Scrivi a manuvitulli@gmail.com oppure qui: