instagram varie

Instagram in viaggio: come e perché lo utilizzo

martedì, marzo 24, 2015Manuela Vitulli


Era la primavera del 2012. Io non avevo ancora un blog e non avevo neppure uno smartphone.

E questo significa che molti dei miei amici mi prendevano in giro perché non potevo comunicare con loro su WhatsApp.
Eppure non era questo che mi faceva sentire fuori dal mondo.
No, a me non importava tanto di Whatsapp - potevo compensare con una telefonata o un messaggio su facebook. Quello che mi faceva davvero crogiolare nella tristezza era il fatto che non potessi utilizzare Instagram.
Ogni volta che nella home di facebook mi apparivano foto accompagnate da #instasun#instafriends#instafun - rigorosamente senza spazi - immaginavo il momento in cui anche io avrei potuto condividere le mie foto su Instagram.
Dopo qualche mese ho acquistato il mio primo smartphone e quel momento tanto bramato è finalmente arrivato.
Ho scaricato la app e non ho smesso più di usarla.
Con la tenerezza con cui si sfogliano gli album di foto della nostra infanzia, ricordo i miei primi follower, la mia inventiva con didascalie terribili tipo "Pic in the Pic" grazie alle quali il mio ragazzo ha un pretesto per deridermi a vita, la mia ostinazione nell'utilizzo dell'effetto Sierra - il peggiore, credo - e l'immensa gioia provata quando le mie foto hanno iniziato a superare i 10 like - e quindi sotto non apparivano più i nomi degli altri utenti.
Erano belle soddisfazioni all'epoca!

Ecco, con Instagram è stato amore a prima vista.
E non un semplice flirt, ma un amore destinato a crescere sempre più nel tempo.
Ancor più oggi che lo utilizzo per accompagnare e documentare i miei viaggi.

Lo so, molti sono ancora scettici e ritengono che il mondo di Instagram sia artificiale, che la vera fotografia sia ben altro. Beh, io non la penso così e in un post di qualche tempo fa vi ho spiegato anche perché.
Da quando ho iniziato a utilizzare Instagram (ancor prima di scrivere di viaggi), ho intuito il suo grande potenziale nel trasmettere emozioni e raccontare una destinazione.
Ho subito iniziato a condividere - seppure con pessimi effetti giallognoli e ipersaturati - le mie foto di viaggio e, tramite la ricerca per hashtag, ho scoperto nuovi orizzonti, ho conosciuto viaggiatori vicini e lontani.
Ho conosciuto una ragazza cinese che ama follemente l'Italia - in particolare Firenze e la Juventus - e mi ha promesso che presto tornerà qui per venirmi a trovarmi in Puglia; ho conosciuto persone che, attraverso le mie foto, sono arrivate al mio blog e adesso mi seguono assiduamente. Ho conosciuto altri utenti della mia città che, col passare del tempo, sono diventati miei amici e fanno parte della mia quotidianità. Ho scoperto la bellezza degli instameet e ho capito la loro importanza per conoscere il territorio.


E quindi, perché utilizzo Instagram in viaggio?

  • Perché è immediato. Perché basta scattare ed editare e in pochi minuti si può comunicare quel che si vede, quel che ci emoziona. Le nostre foto, assieme ai nostri viaggi, divengono facilmente fruibili, stimolo e ispirazione per altri viaggiatori.


  • Perché è un social "aperto" e favorisce l'interazione. Il confronto è immediato e tramite i commenti ci si può scambiare apprezzamenti, ma soprattutto consigli e informazioni utili. Sì, a volte mi è capitato di ricevere utili informazioni di viaggio proprio via instagram. 
  • Perché, tramite la ricerca per hashtag, sbircio le foto delle varie destinazioni che ho in programma di raggiungere. Potrei spulciare le foto che mi propone Google? Certo, ma io mi fido più di Instagram che di fotografi professionisti. Con la ricerca per hashtag posso trovare di tutto: dalle foto degli utenti suggested agli scatti degli utenti con poche decine di follower. Questo mi permette di avere una panoramica complessiva della destinazione e delle emozioni che questa può trasmettere. Per pianificare il viaggio in Costa Rica mi sono affidata proprio alle foto di Instagram. 


E come utilizzo Instagram in viaggio?

[il "come" è ovviamente del tutto soggettivo]


  • Io amo i colori e quando fotografo cerco di non nasconderli utilizzando filtri come il b&w o il seppia, né accentuarli con un eccessivo contrasto o con effetti che renderebbero la foto troppo satura. Come vi avevo accennato nell'altro post, uso molto VSCOcam, ma cerco di calibrarlo in modo da non rendere i miei scatti troppo cupi. 

  • Le immagini devono raccontare una storia. Non devono raffigurare semplicemente un posto, ma devono coinvolgere, incuriosire, emozionare. Qualche giorno fa, mentre leggevo un bellissimo articolo nella sezione "instragramer" di manfrottoimaginemore.com, sono stata colpita da queste parole: 
"Se un’immagine cattura la mia immaginazione, di solito voglio saperne di più, e credo che lo stesso valga per molti altri. Le immagini vi parlano, vi fanno pensare ed entrano nella vostra mente! Quello che cerco di fare è raccontare la storia di un luogo e spero che le mie fotografie lo facciano."

  • Le immagini devono essere creative. Stimolate la fantasia! Oltre alla classica foto della Torre Eiffel, potrebbero esserci altri svariati modi per immortalarla. Provate a giocare con le proporzioni o con le altezze.  Io ci ho provato sulle terrazze del Duomo di Milano. 

  • Mi piace vedere chi si nasconde dietro le gallery di viaggio che più mi piacciono. Sì, sono una persona curiosa - e penso di essere in buona compagnia, eh! Credo che per raccontare le destinazioni con le immagini  sia bello raccontare anche un po' di sé, anche solo in maniera velata. A volte, oltre alla curiosità, subentra anche un fattore puramente estetico: un paesaggio piuttosto piatto (un'infinita distesa di verde o l'immensità del deserto) può essere reso più accattivante dalla presenza di un soggetto



Voi che ne pensate? :)


[ tutte le foto sono nella mia gallery @manuelavitulli ]

You Might Also Like

46 commenti

  1. Manuela, io ti adoro! Mi è piaciuto tantissimo questo post, e condivido pienamente tutto quello che hai scritto. Anche a me piace molto usare instagram (anche se con pochi follower o pochi likes) perchè è aperto, diretto, reale. Purtroppo però c'è da aggiungere che per ogni persona che ne fa un uso corretto ce ne sono almeno 5 che lo usano impropriamente caricando foto prese da internet o da altri profili per accalappiare più like possibili. Ecco, questo credo sia il gesto più inutile del mondo, gesto che mi spinge a volte anche a 'firmare' la foto che pubblico per evitare di trovarle su profili altrui. Adoro la condivisione, ma quando è accompagnata dal rispetto e dall'educazione; basta chiedere e il gioco è fatto. Tu 'firmi' le tue foto? Se non ricordo male no, o magari usi qualche segnetto nascosto?? :)
    Adoro i tuoi pensieri e il modo di metterli in ordine pubblicandoli su questo fantastico blog. Adoro le tue fotografie con tutti quei colori che vogliono raccontare una storia o esprimere la fantasia di chi li ha immortalati. Ti leggo sempre, con tanto piacere, come il libro preferito che non ti annoia mai.
    Grazie! (:

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La penso proprio come te!
      Qualche giorno fa ho beccato una tipa su Instagram con una mia foto ...copiata con cornice nera! E non copiata da instagram, ma dal blog!
      Tuttavia non amo firmare le mie foto. Nè su instagram, nè sul blog. Secondo me con la firma - a meno che non sia piccolissima - trasmettono meno... e inoltre è sempre possibile tagliare la foto direttamente dallo smartphone in pochissimi secondi. Quindi preferisco continuare così. Se qualcuno vorrà rubare le nostre foto, beh, faccia pure. Ma non potrà continuare a vita, no? :)
      La disonestà si paga. Sempre.
      A parte queste cosine spiacevoli, ti ringrazio di cuore per le belle parole, Sono felice che i miei post vengano percepiti così, come un libro preferito. E' una delle cose più belle che un blogger possa desiderare! Grazie, grazie davvero! :)

      Elimina
  2. Eccomi qui.
    Mi piace usare Instagram. Adoro l'idea di avere una galleria di scatti quotidiani che raccontano le mie giornate. E' un'app davvero carina. L'adoro. A chi dice che non è vera fotografia. Direi, che non è vero. Una valida persona, tester Canon tra l'altro e quindi fotografo porofessionista, ha descritto l'Africa in un libro attraverso il suo smartphone. Libro meraviglioso.
    Secondo me la critica sta nel fatto che spesso, persone con tanti followers e likes, in realtà non se li meritano. Il tutto dipende dal fatto che vincono molto le foto di selfies o immagini davvero banali, lontanE dall'arte. A volte non capisco perché un paesaggio meraviglioso non ha quasi likes e una bocca a culo sfocata ne abbia tre milioni. La spiegazione a poco a che vedere con la creatività :D Comunque su Instagram è davvero pieno di artisti validissimi. Basta scovarli :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. purtroppo engagement e likes non sempre equivalgono a bravura e qualità, lo sai meglio di me. Ciò non toglie che - molto spesso - con un pizzico di costanza Instagram si rivela abbastanza meritocratico. Non credi?
      E poi sì, la penso proprio come te sulla fotografia e sull'arte, a prescindere dalla professione che si esercita.
      Adoriamo Instagram! <3

      Elimina
  3. Ovviamente anche noi siamo dei gran sostenitori di Instagram,
    è il social che più amiamo il perchè è deducibile :D
    Alle volte ci perdiamo in alcune gallerie, che metteremmo un mi piace a tutte le foto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahahah a chi lo dici! In modalità stalker! :D Vi capisco!

      Elimina
  4. io sono una social addicted di proporzioni assurde, e debbo ammettere, instagram è forse quello che prediligo in assoluto
    le tue foto sono veramente leggenda

    RispondiElimina
  5. Come si fa a non amare Instagram?
    Sarà che adoro ogni forma di fotografia, ma trovo sia il mezzo perfetto per condividere le proprie passioni e scovare altri utenti da cui imparare qualcosa.
    Ho letto che alcuni ritengono sia la "rovina della fotografia"; frase un po' estremista perchè se si parla dell'arte di congelare un'emozione o un momento in uno scatto, Instagram sa farlo.
    Da persona che scatta con mezzi di ogni tipo (letteralmente: dalla reflex Canon alla Instax mini, passando per la Pentax degli anni '80 e la Seagull del '63) credo che ogni macchina abbia il suo fascino e la sua utilità: Instagram permette una condivisione immediata e modernizzata delle immagini. Cosa c'è di brutto in questo?
    Ed essendo curiosa come una scimmia, condivido totalmente l'ultimo punto :D

    Mi piacciono questi post sui Instagram :)
    Un abbraccio!

    Ali

    RispondiElimina
    Risposte
    1. la penso esattamente come te, sai? :) Non che sia una grande novità, oltretutto! :D
      Sono felice che questi post su Instagram ti piacciano! Inizialmente ero molto scettica.. temevo che interessassero solo a me!
      Un abbraccio Ali!

      Elimina
  6. Quando avrò uno smartphone decente ti chiederò come si usa. Buona giornata.

    RispondiElimina
  7. anche io uso instagram proprio come te e lo adoro! é il social piú immediato che io conosca e per un amante di viaggi e foto come me é fondamentale! bellissimo articolo!

    RispondiElimina
  8. Quoto ogni parola, punto e virgola. Io mi sono avvicinata a Instagram subito dopo aver comprato lo smartphone, quindi ottobre 2013. Non sapevo (e non so tuttora) usare benissimo i tag, ma vedere che certe foto hanno superato i 70 like.... beh... fa piacere!!! Ho partecipato al mio primo Instameet sabato e, sebbene non conoscessi quasi nessuno, mi sono divertita da morire! Aspetto con ansia il momento in cui se ne realizzerà un altro... ma soprattutto di imparare a essere più brava con le foto... e a non abusare dei filtri!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahahah sì, capisco cosa vuoi dire! Quando pian piano crescono gli apprezzamenti ci si sente felici come i bambini alle prime scoperte. Sembra un po' idiota, ma è davvero così :)
      Bello vedere che sempre più gente si sta avvicinando al mondo di Instagram, è una cosa che mi fa estremamente piacere! Vedrai che instameet dopo instameet prenderai sempre più coscienza di questa app e di tutte le sue potenzialità :)

      Elimina
  9. sono una neo-follower del tuo blog (scoperto girovagando per bloglovin) e, dopo questo post, sarò sicuramente una follower di instagram.
    anche io ricordo quando tutti hanno cominciato a postare nella blogosfera foto bellissime ed io, ignorando l'esistenza dei filtri di instagram, mi chiedevo com'è che all'improvviso tutti fossero diventati ottimi fotografi.
    complimenti, ho dato un'occhiata alle tue foto e ci sono immagini davvero molto belle..

    RispondiElimina
  10. anch'io l' adoro e quando non l'avevo ero disperata ;)
    bellissimi questo post Manu, poi io adoro le tue foto e te ovviamente <3
    un bacione bella

    www.thefashionprincess.it

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ma che tesoro!!! Grazie di cuore Desy! :*

      Elimina
  11. Ma è ovvio che io e te siamo così tanto amiche: facciamo le stesse cose! Foto di google? No grazie! Photoshop trasformerebbe una discarica in un mare caraibico, invece instagram è reale. Di instagram ti puoi fidare, è questa la cosa che lo rende bellissimo :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Foto di Google? Per me è NO! ahahahah
      Ecco, ci capiamo :)

      Elimina
  12. A me piace tantissimo Instagram, anche se con lui non è stato subito amore. Non avevo capito come funzionasse, quindi una volta ci siamo "lasciati", poi ci siamo "ripresi" e l'amore continua ancora :) E ti dirò che fra tutti, i profili che più seguo sono quelli di chi viaggia: fanno viaggiare anche me, mi fanno sognare ed evadere un pò, ecco perchè rimane uno fra i miei social preferiti!
    Un abbraccio
    Life, Laugh, Love and Lulu

    RispondiElimina
    Risposte
    1. vero, i profili di viaggio sono decisamente i miei preferiti (e non perché io sia di parte, eh) :D

      Elimina
  13. Manu, io ho molto da imparare ancora su Istagram :( ma non ho fretta dai, ho tutta la vita davanti, ce la farò :)

    RispondiElimina
  14. Prima di tutto complimenti per il restyling del blog che mi piace un sacco:) Anche io sono una Instagram addicted e mi piace perchè è un social immediato, emotivo e che tende a farti scoprire persone a cui piaccione le tue stesse cose ed è bello condividere momenti così anche se virtuali... Per questo meno apprezzo chi fa di Instagram un strumento sterile e solo legato a quanti followers si hanno...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. felice che ti piaccia il restyling! Grazie davvero Enri :)
      E condivido in pieno il tuo pensiero!

      Elimina
  15. Ciao Manuela :)
    Instagram è uno dei miei social preferiti! Mi piace fare foto e vedere quelle di altre persone, seguo soprattutto persone con la passione per i viaggi e per la cucina. A volte si trovano foto che possono realmente far concorrenza a quelle scattate con le più sofisticate attrezzature. E poi chi dice che Instagram non è vera fotografia di che parla? Fuffa a mio parere. Le belle fotografie sono quelle ben costruite, dai colori giusti e con un senso, non quelle scattate necessariamente con la miglior reflex e il megaobiettivo 20000-9000000000 :D
    Ora però corro su Instagram a seguirti visto che ancora non lo faccio, shame on me.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. già, non è il megaobiettivo a rendere perfetta una foto, ma il cuore e l'emozione - secondo me, almeno :)
      Grazie LU!

      Elimina
  16. io ho iniziato un po' indeciso poi mi ha preso sempre di più! ora è uno dei miei social preferiti

    RispondiElimina
  17. Mi trovi assolutamente d'accordo sull'uso di Instagram e sulle sue straordinarie potenzialità... un po' per tutti i social, ma soprattutto per Instagram, se lo si usa per scoprire e scoprirsi questo si rivela davvero uno strumento affascinante e ricco di stimoli... e le tue foto sono sempre deliziose! ;-)

    RispondiElimina
  18. Io sono stata una delle prime iscritte tra i miei amici (parlo del profilo personale) ...quello del blog è il secondo creato e devo dire che lo adoro sempre!
    Sarà che amo la fotografia in tutte le sue forme e che mi piace vedere come scattano gli altri, per me questo social è fantastico!!
    Devo ancora imparare tante cose ma è il mio preferito!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. io ho preferito continuare a utilizzare il mio profilo personale e sono contenta così. Non riuscirei a gestire più account e scegliere le foto da pubblicare sull'uno o sull'altro. Come fai? Sei un mito! :D

      Elimina
  19. Io ho un rapporto di amore/odio con istagram....ci son periodi in cui ne son letteralmente dipendente, passo ore e ore a guardare foto e profili, lasciare like e commenti e periodi di buoi totale, dove mi scoccia persino aprirlo per guardare le notifiche.....una via di mezzo no eh?!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. nel mio caso i periodi di "buio totale" durano ore.. ore in cui voglio staccare e disintossicarmi da tutto, soprattutto dai social. Penso sia normale, no? :)

      Elimina
  20. Manu ho commentato mille volte da ipad e cell inutilmente ahahha!
    Comunque ci credi che ho usato IG per la prima volta nel 2011 e addirittura fu Fra a scaricarmelo.. tuttavia "non c'era nessuno" e non l'ho usato a lungo.
    Da un pò ho cambiato profilo e lo uso "meglio" anche se ancora non ho ben centrato il come usarlo "bene!!".
    Piano piano....

    Ti abbraccio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. dal 2011? Wow dalle origini Dani! :) ma tu sei brava, fooorza!

      Elimina
  21. che bello questo post, mi ha fatto capire tante cose.. io ancora non uso instagram ma credo che presto cederò anche io :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sono felice che risulti davvero utile :)

      Elimina
  22. Manu, ti dico solo che con questi post su Instagram sei diventata ufficialmente la mia guru (già lo eri in realtà! :D)!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahahah BlogGuru (stavolta in un altro modo, che è meglio) :D Ma non sono guru di nulla, tesoro. Cerco solo di dare qualche consiglio, in base alle mie (piccole) esperienze!

      Elimina
  23. Io ho appena installato Instagram e le mie foto superano di poco (a volte!) i 10 like :) Ma prima o poi ce la farò anche io! Comunque mi piace molto e mi spinge a non fotografare solo persone come di solito facevo.. Bellissima la foto dal duomo di Milano!
    snoopandsparkle.blogspot.it

    RispondiElimina

Lasciami un segno del tuo passaggio,
fammi sapere cosa ne pensi :)

[rispondo sempre, amo l'interazione]

recent posts

Labels

#caprai4love #esplorandoarbataxpark #instameetLe15 #invasionidigitali #leinvasionimurgiane #nonpartosenza #TipicaMenteRimini #Traveldreams #Valleditriatour #WeLevanto Abruzzo Africa Alberobello altro Amalfi America Amsterdam Asia Assisi Atlantic City AUE austria Bangkok Barcellona Bari Basilicata Baviera Belgio Berlino Bernalda Blog & Social Media Tour blogtour Bologna Bruxelles Budapest Calabria cambogia Campania Can't Forget Italy Cappadocia Cartoline dal mondo castelmezzano Castro Cilento Cinque Terre Cisternino Corfù Coriano Corsica Cortina Costa Rica Craco Croazia deserto Disney Disneyworld DIY donna Dubai Dublino Egitto Europa eventi Everglades Fasano featured Fiandre Firenze Florida food Frammenti di viaggio Francia Francoforte Friuli Venezia Giulia Gallipoli Gandoli Gargano Gent Germania Giappone Giordania Gran Bretagna Grecia Grottaglie hotel instagram intervista Irlanda Ischia Istria Italia jamaica Key West Koh Nang Yuan koh samui Koh Tao Lampedusa Latopositivo Lecce Levanto lifestyle Liguria Locorotondo Lombardia Londra Lonely Planet Luxor Mantova Marsa Alam Martina Franca Matera Messico Miami Milano Misurina Molise Monaco Monopoli montefalco myperception Napoli Nepal New York Olanda Orlando Ostuni Otranto Parigi Petra philadelphia Plan de Corones Polignano Porto Cesareo Portogallo Portovenere Positano Praiano premi puglia Radio Capital riflessioni Rimini Roma Romania Salento Sardegna Savelletri Sicilia snapchat snorkeling Sorrento Spagna storytelling Sudafrica svezia Svizzera Taranto tartarughe TBEXAsia telefilm ThaiExperience Thailandia Toscana tradizioni Trani Trentino tunisia Turchia umbria Ungheria Valencia Valle D'Itria Vallonia varie Veneto Venezia Verona viaggiare Vico del Gargano video Vietri sul mare Vinitaly weekend wellness wine

Copyright

I contenuti presenti sul blog "Pensieri in Viaggio" dei quali è autore il proprietario del blog non possono essere copiati,riprodotti,pubblicati o redistribuiti perché appartenenti all'autore stesso.
E’ vietata la copia e la riproduzione dei contenuti in qualsiasi modo o forma.
E’ vietata la pubblicazione e la redistribuzione dei contenuti non autorizzata espressamente dall’autore.
Copyright © 2013 - 2016 Pensieri in Viaggio by Manuela Vitulli. All rights reserved

Scrivi a manuvitulli@gmail.com oppure qui: