Italia Veneto

Due giorni a Venezia con Bluewago

lunedì, febbraio 23, 2015Manuela Vitulli


Dopo ben quattro anni sono tornata tra i ponti e le gondole.
Tutto merito di Bluewago, che ha ben pensato di farmi vivere due giorni a Venezia.
In barca a vela.

Non un blogtour, ma un evento esclusivamente dedicato al team di Bluewago, ovvero a chi, come me, ha deciso di intraprendere questa avventura strettamente connessa al mare e - nel mio caso - alla Puglia (qui il mio primo post).

Confesso.
Quando ho saputo che il primo incontro dell'hubby - il nome che abbiamo affibbiato alla nostra community - si sarebbe tenuto a Venezia, son stata felicissima.
Felice di tornare, ma soprattutto di avere la possibilità di scoprire meglio Venezia, di andare oltre i classici intramontabili che, per quanto meravigliosi, tendono a dissimulare il lato più autentico della città.
E finalmente ho potuto godermi Venezia col sole!
L'ho sempre vista con un cielo minaccioso e avvolta da nuvoloni e forse per questo motivo non l'ho mai apprezzata fino in fondo.



Stavolta Venezia è stata capace di regalarmi quel batticuore che non era ancora riuscita ad innescare in me.
Appena scesa dal bus, trascinando di qua e di là il mio inseparabile trolley floreale, ho iniziato a immortalare tutto quel che mi si presentava davanti, con la foga di chi approda per la prima volta in un posto e viene accecato dalla sua bellezza.
E' stato come vedere Venezia con occhi nuovi.



Per la prima volta sono salita a bordo di un vaporetto, il mezzo di trasporto pubblico che collega Venezia e le isole.
Ho provato l'ebrezza di essere schiacciata dalla folla perché - con la mia solita aria da svampita - mi sono posizionata esattamente al centro del mezzo. Ho compreso come l'acqua rende Venezia un microcosmo a sé, come gli spostamenti si fanno difficili se non si riesce a balzare giù dal vaporetto alla fermata giusta.
Il vaporetto fa parte della vita quotidiana di chi vive in laguna. Non si può fare a meno di utilizzarlo se si vuol comprendere almeno un po' cosa significa vivere a Venezia.


A Venezia non è possibile arrivare comodamente alla meta desiderata con la macchina.
No, laddove non è possibile utilizzare il vaporetto, ci si sposta a piedi.
Ci si immerge nella bellezza della città, passando dalle strade più turistiche e affollate a quelle semideserte e dall'atmosfera placida.


Ho camminato tanto, soprattutto quando tutti gli altri erano in procinto di rientrare ed io avevo ancora quattro ore a disposizione per scattare foto e continuare a familiarizzare con la città.
Come ho già anticipato in un post nella mia pagina facebook, adoro passeggiare da sola per le città.
Raccogliere i dettagli, infilarmi nei vicoletti che mi attraggono come calamite, gestire liberamente il mio tempo.
Camminare col naso all'insù e col sorriso stampato in faccia - e un'espressione inebetita che farà sicuramente ridere chi mi osserva per strada.
Ma poco importa.
In questi momenti il mio entusiasmo è alle stelle e mi sento piena, felice.

I gondolieri, il passante veneziano che al volo mi fa: "Hai un bellissimo cappotto, complimenti!" e poi mi indica la strada per Rialto, le suore che ridacchiano mentre scattano foto all'impazzata, le giapponesine sempre perfette con i loro capelli dritti dritti come spaghetti.
E poi ci sono i miei preferiti.
Gli innamorati che danno le spalle al mondo e osservano la laguna per ritagliarsi un angolo di intimità persino nella zona più turistica di Venezia.



Oltre Rialto e la meravigliosa Piazza San Marco (che ogni volta mi lascia di stucco), è bello perdersi nei riflessi dell'acqua e immergersi nel labirinto delle calli veneziane meno frequentate.
E così, nel sestiere di Castello, abbiamo incontrato le guide di SlowVenice che, nel rispetto dell'ambiente, da sempre si impegnano a coinvolgere i visitatori in un'esperienza di scoperta e di contatto con la comunità locale.
Nello specifico, per conoscere meglio Venezia abbiamo approfondito il discorso delle maree assieme alle problematiche dovute all'acqua alta. Quando si visita Venezia, di rado ci si sofferma sulle difficoltà nella manutenzione delle abitazioni o sulla necessità dei lavori di ristrutturazione a causa dell'acqua.
Con SlowVenice abbiamo provato a immaginare la vita dei veneziani, cosa che è stata resa possibile solo allontanandoci dalle strade più battute.
Un'esperienza che consiglio sia a chi già conosce a menadito la città, sia a coloro che hanno voglia di comprenderla sin da subito alternando questo tour al classico giro turistico.



Ci siamo immersi in deliziose calli dal profumo di bucato, ci siamo stupiti alla vista di una barca piena zeppa di cassette della frutta che, di giorno, è un vero e proprio banco di vendita.
E, al crepuscolo, sono rimasta incantata davanti a uno scorcio d'altri tempi.





Udite udite, ho finalmente appreso cosa significa andar per bacari!
Alla fine della nostra passeggiata, non potevamo non finire al Remer, un tipico bacaro veneziano, per sorseggiare un vero spritz!
E non potevamo neppure farci mancare i sapori tipici della tradizione veneziana!
Dove? Da Vecio Fritolin, un ottimo e rinomato ristorante che propone specialità di pesce e pietanze preparate con ingredienti a chilometro zero.
E per finire per la prima volta ho passeggiato a Venezia di sera. Ho scoperto una città deserta, ho scoperto che persino Piazza San Marco si svuota al chiaro di luna e rivela un silenzioso fascino senza uguali.


Stavolta Venezia mi ha letteralmente rapito.
Forse perché merita più ritorni per essere amata ma non solo.
Sicuramente anche per merito dell'hubby, la compagnia che si è rivelata ancora meglio del previsto.
Fatto sta che finalmente Venezia è riuscita a conquistarmi al punto da voler tornarci al più presto.



Vi lascio con le foto scattate durante la mia felice passeggiata in solitaria.
Nel prossimo post vi parlerò dell'esperienza in barca e della mia prima notte cullata dal dondolio della laguna di Venezia! :)










You Might Also Like

40 commenti

  1. Venezia mi manca troppo. E pensa che ho zii sparsi tutti lì intorno che mi chiedono sempre di tornare.
    Bellissime queste foto tesoro, ti ho seguita in quest'avventura (come sempre) e mi hai fatto battere forte il cuore <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. devi devi devi tornare tesoro! so che il tempo non basta mai, lo so bene :(
      Grazie per le tue paroline sempre belle <3

      Elimina
  2. Le tue foto sono uno spettacolo Manu, hai un vero talento. Grazie per avermi fatto rivivere quei bei momenti, passati assieme, di cui conservo un meraviglioso ricordo! E spero tanto di avere occasionedi rifarlo presto :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. addirittura talento? Wow! Grazie mille Pam <3
      Sono stati giorni splendidi. Un bel gruppo affiatato, delle belle persone, delle sane risate. Grazie grazie grazie!

      Elimina
  3. Sapevo che avrei potuto vivere il week end che mi sono persa leggendoti :-) Grazie!
    Spero proprio che il prossimo incontro sarà a breve!
    Un abbraccio :-*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Silvia cara! Vi abbiamo pensato tanto.. ma ci rifaremo presto, no? :)
      Un super abbraccio!

      Elimina
  4. Tesorooooo questo post mi piace tantissimissimo ^_^ hai saputo trasmettermi le tue emozioni e sapere che le hai provate qui vicino a me, emoziona anche me :* un abbraccio enorme

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie tesoro bello <3
      Un peccato essere stata così vicina a te ma non averti potuto stringere forte!!!

      Elimina
  5. Complimenti per il post. Mi è piaciuto tanto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No vabbè.... ahahhahahhahahhahahhahahahhahahha

      Elimina
    2. Bellissimo questo post ^-^ come sempre!
      Aspetto con ansia il racconto dell'esperienza in barca :D

      Elimina
    3. Siluri in viaggio mi fa morire! ahahahahah Solo lei, ma non facciamo nomi eh! :D
      p.s. Grazie!

      Elimina
    4. @Valotta: arriva presto la seconda parte dedicata al siluuro in viaggio! Ad ogni modo, grazie per i due giorni mitici! Ecco, l'ho pensato alla Homer Simpson (MITI-CO!) :D

      Elimina
    5. Ciao a tutti!

      Ma chi è questo nuovo blog silurinviaggio? ahahahhah

      Elimina
  6. che meraviglia! mi hai fatto rivivere le emozioni dello scorso weekend! venezia è una città da scoprire in ogni suo angolo, lontano dai classici itinerari del turismo di massa! aspetto il seguito! ciao Andrea :))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. già! Non mi sarei mai aspettata una Venezia così intima e silenziosa! :)
      Grazie Andrea!

      Elimina
  7. non vedevo l'ora di vedere queste foto! io ci sono stata molte volte in passato ma mai con una macchina fotografica seria e del tempo per scattare anche negli angoli più nascosti... devo rimediare assolutamente.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. lo stesso per me! e' la prima volta che ho tempo per scattare e infilarmi nei vicoletti in completa autonomia :)

      Elimina
  8. Tesoro ti avevo scritto un commento ma non sono sicura di averlo inviato :D ahaha! Ti dicevo che è bellissimo questo post e mi hai fatto tornare la voglia di andare a Venezia, anche perchè Diego non l'hai mai visitata! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. aahah sì, non mi è arrivato! :D
      Grazie tesoro! Devi portarci Diego, anche perché in coppia è sempre più bello <3

      Elimina
  9. Ovviamente conosco Venezia moolto bene ma come sempre le cose vicine poi si vanno di meno. Ci devo ritornare questa primavera. Buona serata e grazie belle immagini.

    RispondiElimina
  10. Venezia l'abbiamo inserita nei nostri traveldreams2015 perchè è una delle città italiane che merita di essere vissuta!!
    Le tue foto che meraviglia, ancora più voglia di vederla!!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. lo penso anche io, va assolutamente vissuta! Vista e rivista! :D
      Grazie mille ragazzi belli!

      Elimina
  11. Venezia è sempre bellissima, resta una delle mie città italiane preferite, è decisamente unica :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. adesso sì, posso dirlo anche io! Le prime due volte non mi aveva convinto :D

      Elimina
  12. Venezia è magica *-* stupende queste foto Manu!

    http://www.thefashionprincess.it/

    RispondiElimina
  13. Bellissime foto Manu, sono contenta di averti conosciuta e di aver vissuto insieme a te e agli altri questo incantevole soggiorno a Venezia! Attendo il prossimo post, a presto ^^ !

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Elena, non vedo l'ora di rivederti! E' stato splendido vivere questa magica esperienza con te! :)

      Elimina
  14. Hahahaha. Una pugliese che va per bacari. Ok ho visto tutto! :-D
    Fatto bene, Venezia si vive così. E di sera.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahahaha come se un veneziano mangiasse focaccia, no? :D

      Elimina
  15. Con questo post sei riuscita a farmi cambiare idea su Venezia, sia grazie alle foto, sia a quello che hai scritto.
    Io non l'ho mai vista come romantica e bella ma piuttosto come umidiccia e colma di cacca di piccioni, non so,
    mi dava sempre questo senso negativo a vederla in tv o attraverso i racconti degli altri.
    Un abbraccio e buona serata

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ci credi che lo scorso weekend c'erano pochissimi piccioni? :D
      La scorsa volta che ci sono stata era invasa da piccioni.. un trauma per una mia amica!
      Grazie mille Audrey!

      Elimina
  16. Ciao Manu! Sempre la solita 'anonima' ;D
    Questo post è meraviglioso, e ancora una volta tocchi l'anima.
    Venezia non è solo gondole, vaporetti e piazza San Marco... Ci sono tanti problemi che la laguna si trova ad affrontare ma davanti alla sua bellezza ci si sofferma sempre su altro. Sono particolarmente legata a questa città, forse perchè ci ho trascorso molti momenti della mia infanzia o semplicemente perchè in fondo assomiglia alla nostra Bari. :)
    Un applauso anche per le tue foto che - come sempre - sono uno spettacolo. Che reflex utilizzi? Ad Aprile dovrei essere a Venezia e spero di poter fare delle foto che si avvicinino almeno un pochino alle tue.
    Complimenti ancora per tutta la passione che trasmetti attraverso un semplice schermo.

    P.S. maaaa, un libro quando lo scrivi? ;) mi piacerebbe un sacco! intanto mi godo il tuo blog. ;)

    Bacio, al prossimo post. :*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao mia cara anonima :)
      Rispondo subito alla prima domanda: la mia reflex è una "basic", una entry level Canon 1100 D.
      Nulla di costoso o complicato, a volte basta editare leggermente le foto per ottenere un buon risultato :)
      Per quanto riguarda Venezia, beh, bisogna andare oltre l'ottica da turista. La prima volta a Venezia è tutto un coro di "oooh" e risulta difficile andare oltre quella patina, immaginare la vita dei veneziani.
      Ti ringrazio molto per il tuo commento e le tue belle parole, come sempre costruttive per me.

      p.s. Il libro? Magari! E' uno dei miei sogni, ma vorrei essere davvero pronta per poterlo fare! :D

      Un abbraccio!

      Elimina
  17. stupenda l esperienza stupende le foto!

    RispondiElimina
  18. Manu, leggere così di Venezia è bellissimo. Viverla, attraverso le tue foto e le tue parole è un piacere per il cuore. Sei sempre più brava Tesoro mio. <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tesoro mio <3 Io ti adoro. Semplicemente!

      Elimina

Lasciami un segno del tuo passaggio,
fammi sapere cosa ne pensi :)

[rispondo sempre, amo l'interazione]

recent posts

Labels

#caprai4love #esplorandoarbataxpark #instameetLe15 #invasionidigitali #leinvasionimurgiane #nonpartosenza #TipicaMenteRimini #Traveldreams #Valleditriatour #WeLevanto Abruzzo Africa Alberobello altro Amalfi America Amsterdam Asia Assisi Atlantic City AUE austria Bangkok Barcellona Bari Basilicata Baviera Belgio Berlino Bernalda Blog & Social Media Tour blogtour Bologna Bruxelles Budapest Calabria cambogia Campania Can't Forget Italy Cappadocia Cartoline dal mondo castelmezzano Castro Cilento Cinque Terre Cisternino Corfù Coriano Corsica Cortina Costa Rica Craco Croazia deserto Disney Disneyworld DIY donna Dubai Dublino Egitto Europa eventi Everglades Fasano featured Fiandre Firenze Florida food Frammenti di viaggio Francia Francoforte Friuli Venezia Giulia Gallipoli Gandoli Gargano Gent Germania Giappone Giordania Gran Bretagna Grecia Grottaglie hotel instagram intervista Irlanda Ischia Istria Italia jamaica Key West Koh Nang Yuan koh samui Koh Tao Lampedusa Latopositivo Lecce Levanto lifestyle Liguria Locorotondo Lombardia Londra Lonely Planet Luxor Mantova Marsa Alam Martina Franca Matera Messico Miami Milano Misurina Molise Monaco Monopoli montefalco myperception Napoli Nepal New York Olanda Orlando Ostuni Otranto Parigi Petra philadelphia Plan de Corones Polignano Porto Cesareo Portogallo Portovenere Positano Praiano premi puglia Radio Capital riflessioni Rimini Roma Romania Salento Sardegna Savelletri Sicilia snapchat snorkeling Sorrento Spagna storytelling Sudafrica svezia Svizzera Taranto tartarughe TBEXAsia telefilm ThaiExperience Thailandia Toscana tradizioni Trani Trentino tunisia Turchia umbria Ungheria Valencia Valle D'Itria Vallonia varie Veneto Venezia Verona viaggiare Vico del Gargano video Vietri sul mare Vinitaly weekend wellness wine

Copyright

I contenuti presenti sul blog "Pensieri in Viaggio" dei quali è autore il proprietario del blog non possono essere copiati,riprodotti,pubblicati o redistribuiti perché appartenenti all'autore stesso.
E’ vietata la copia e la riproduzione dei contenuti in qualsiasi modo o forma.
E’ vietata la pubblicazione e la redistribuzione dei contenuti non autorizzata espressamente dall’autore.
Copyright © 2013 - 2016 Pensieri in Viaggio by Manuela Vitulli. All rights reserved

Scrivi a manuvitulli@gmail.com oppure qui: