instagram varie

A proposito di mobile photography: perché adoro instagram

lunedì, gennaio 19, 2015Manuela Vitulli

foto di @manuelavitulli

Tra i social network che utilizzo, senza alcun dubbio Instagram è il mio preferito.

Perché?

Perché a volte basta un'immagine per trasmettere emozioni. 
E con instagram, ormai alla portata di tutti - o meglio, a portata di smartphone - trasmettere emozioni diventa ancora più semplice


Non serve una reflex, nemmeno una fotocamera compatta. Basta uno smartphone e il gioco è fatto.
Questo non significa certo essere fotografi, ma chi ha detto che bisogna essere un fotografo per fare belle foto e suscitare qualcosa?

Persino Steve Mc Curry ha dato un'accezione positiva sia a instagram che alla mobile photography perché hanno permesso a tutti di avvicinarsi al mondo della fotografia.
Ed io sono più che d'accordo.

foto di @manuelavitulli - la ragazza in foto è @ruberry

Instagram mi piace perché mi fa viaggiare.
Mi basta una foto per volare con la fantasia, rovistare tra i ricordi, ripescare vecchi momenti di viaggio. E non nascondo che a volte, prima di scegliere la mia prossima destinazione, faccio una ricerca consultando l'apposito hashtag su instagram.


Utilizzo instagram da circa tre anni, ma solo da un anno e mezzo ho iniziato ad usarlo consapevolmente.

Cosa significa usarlo consapevolmente?

Alcuni amici mi hanno chiesto consigli per utilizzare al meglio questo social network e così ho deciso di scrivere questo post condividendo con voi quegli articoli che sono stati per me fonte d'ispirazione aiutandomi quindi a migliorare.
Tuttora continuo a leggere, documentarmi e cerco di imparare da coloro che stimo.
Perché il mondo di instagram e della mobile photography è in continua evoluzione.


Partiamo dall'uso dei tag.

#tagsforlikes, #likeforlike, #followforfollow.... L'ho fatto anche io. Ho usato questi inutili e maledetti tag. Sbagliando.
Questi tag, usati in maniera ultraeccessiva,  non fanno sì che la foto venga trovata. A differenza di quanto accade utilizzando tag inerenti all'immagine pubblicata che aiutano a rendere la foto facilmente rintracciabile.

foto di @manuelavitulli

Ho scattato a Firenze l'immagine che vedete qui sopra.
Tra i tag inseriti non mancano #igersfirenze, #igerstoscana, #igersitalia.
Sotto questa foto ho inserito anche il tag #notmynonni. Si tratta di un tag - che io trovo adorabile - ideato apposta per le immagini in cui appaiono i nonnini italiani (ne ho parlato in questo post).

Per approfondire, vi consiglio la lettura di  questi due post di @ilarysgrill:




Partecipare a challange ed eventi.

Ogni settimana @igersitalia propone challenge molto originali. Parteciparvi è un ottimo modo per farsi conoscere e stimolare la creatività.
E non solo.
Io consiglio di partecipare attivamente agli eventi proposti per sentirsi davvero parte della grande community-famiglia di instagram.
Come fare? Basta iniziare a seguire costantemente gli igers della propria regione o città.
Io, ad esempio, vivo a Bari e seguo attivamente tutte le attività che Anna, Marco e Sara, i tre super ragazzi di @igersbari propongono con assiduità.
Un esempio recente? La geniale igerstombola organizzata in occasione delle festività natalizie.
Da quando partecipo ai loro contest/eventi non solo mi sento parte integrante della community, ma ho anche imparato più cose sul luogo in cui vivo, stringendo bellissimi legami e nuove amicizie. Mi sento più ricca dentro.


foto di @manuelavitulli


Creatività.

E' quindi evidente che instagram è un social che può essere utilizzato con l'ausilio della fantasia.
Per scattare foto accattivanti non è necessario viaggiare o immortalare un bel paesaggio: a volte bastano un pizzico di ingegno e una bella composizione. E voilà.


L'interazione prima di tutto. 

Il bello di instagram è anche l'interazione. Lo scambio sì di like, ma soprattutto di spunti, idee, commenti.
Potete approfondire qui.


App.

Da circa un anno utilizzo VSCOcam, una delle app - a mio avviso - migliori per l'editing delle foto.
Tra le altre app che ho provato e mi sento di consigliarvi vi sono Rookie e Snapseed.


Non esagerare.

Non è bello intasare la home di instagram pubblicando una foto al minuto.
Questo è uno degli errori che Francesco Magnani ha segnalato nel suo interessante articolo.
Sono d'accordo con lui su tutti i punti.


Ebook e libri

Un articolo non sarà mai soddisfacente quanto un libro o un ebook interamente dedicato al mondo di Instagram.
A tal proposito, vi consiglio due letture:
- l'ebook di Marko Morciano. Leggero, scorrevole e gratuito. Sì, avete capito bene :)
- Instagram Marketing, il libro di Ilaria Barbotti, per scoprire il potenziale di questo social. Non una semplice guida, ma un vero e proprio manuale di web marketing strategico. Perfetto per tutti, anche per le aziende che si avvicinano a questo mondo.


Instagram non ha regole e ognuno è libero di usarlo a proprio piacimento.
Eppure io trovo bellissima l'idea di sentirsi parte di una grande famiglia.
Stimolare la fantasia, condividere attimi della propria vita in maniera insolita e originale, utilizzare le immagini come strumento di promozione territoriale.
Per me questo è il valore aggiunto di questo meraviglioso social network.

foto di @manuelavitulli


E voi? Che ne pensate? :)


[tutte le foto del post sono nella mia gallery instagram: @manuelavitulli ]

You Might Also Like

56 commenti

  1. Grazie per avermi menzionato :)

    Hai detto la parola magica: "usarlo consapevolmente". Può essere un valido strumento se utilizzato con criterio, è molto utile in quelle situazioni in cui una reflex risulterebbe troppo ingombrante ed è ottimo per sperimentare.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. seguo sempre con piacere chi parla di mobile photography! In questo instagramersitalia.it, il tuo blog e quello di Ilaria sono fenomenali! :)
      Menzionarvi era il minimo!

      Per quanto riguarda la mobile photography, io credo che per chi abbia una reflex lo smatrphone può essere un valido sostituto da utilizzare in "leggerezza". Ma non è un semplice sostituto, è un vero e proprio mezzo di comunicazione :)
      Oltre a permettere di fotografare, unisce e crea legami.

      Elimina
  2. Grazie per questo post utile tesoro.. Gli igers hanno aiutato molto anche me durante il TBDI, spiegandomi tantissime cose :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. eh sì, è sempre bello apprendere qualcosa di nuovo su instagram! Il TBDI è stata una fonte inesauribile di informazioni per chi ancora non era entrato in contatto con gli igers :)

      Elimina
  3. Io adoro Instagram, fra tutti il mio social preferito. Mi fa viaggiare, mi fa sognare, mi ispira particolarmente, mi fa riflettere e pensare. Mi piace, e ne sono una vera "addicted". Non faccio uso sproporzionato di tag, anzi. Ma non lo uso nè per avere visibilità nè per avere like e follower a dismisura, lo uso per il semplice gusto di farlo. Leggerò alcuni degli spunti da te suggeriti :)
    Grazie!
    Buona settimana!
    Life, Laugh, Love and Lulu

    RispondiElimina
    Risposte
    1. io sono una vera addicted, forse anche troppo! :D
      E il bello è che, come te, provo puro piacere nell'utilizzarlo. Mi piace il continuo scambio :)
      Grazie a te e buona settimana!

      Elimina
  4. io all'inizio ero un po' incerto se aprire un'account su instagram opure no, poi ho iniziato a postare foto e la cosa mi è piaciuta sempre di più :)) Lo preferisco mille volte a flickr che invece lo trovo più statico.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. idem! Io flickr non lo uso per niente! Insragram è dinamico :)

      Elimina
  5. Non si finisce mai di imparare!!!
    Io adoro Instagram!! C'è chi sfoglia qualche pagina di un libro per addormentarsi, io invece ammiro la creatività degli utenti di questo social network! Però l'ho sempre utilizzato in maniera "amatoriale" e senza mai approfondire tutto quello che gira "dietro le quinte". Utilizzo gli hashtag anche per ricercare esattamente un certo tipo di foto (nel 90% dei casi legate ai viaggi) ma non sono mai andata oltre a questo.
    Quindi ora, grazie a te, posso iniziare a capirci qualcosa in più! :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sono felice di averti stimolato nella scoperta del "dietro le quinte" :D
      Sì, Instagram non finisce mai di stupire ed è bello iniziare a utilizzarlo in maniera più responsabile, soprattutto per chi ha un blog - almeno questo è il mio punto di vista :)

      Elimina
  6. Io ancora non sfrutto adeguatamente Instagram.
    Sai perché sono su quella piattaforma? Perché da un annetto volevo che le foto a corredo dei miei post fossero foto mie, fin quando possibile.
    Quindi Instagram mi aiuta a dare anche un certo "colore" al blog.
    Devo però cominciare a guardare a tutte le cose che citi^^

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sì, te lo consiglio! Ti si apre un mondo nuovo.. almeno così è stato per me :)
      In bocca al lupo Miki!

      Elimina
  7. Amando ogni forma di fotografia (analogica o digitale, l'importante è che dia delle immagini!) Instagram è anche il mio social preferito. Però ho sempre preso sottogamba le challenge (o meglio, ho sempre rimandato), anche un po' per la "paura" di non essere all'altezza. Mi hai dato vari spunti con questo post! Vado a leggerli :)
    Buona settimana Manu!

    Alice

    RispondiElimina
    Risposte
    1. la paura di non essere all'altezza ci sta, ma alla fine.. che importa? Il bello è provarci almeno! :D
      Buona settimana cara Ali, un abbraccio!

      Elimina
  8. Buongiorno Manuela

    Interessantissimo questo articolo, almeno per me che utilizzo Instagram in modo assiduo (sono un divoratore di immagini e guardo foto su instagram appena ho un minuto libero).

    I punti che hai toccato e sui quali metterei un particolare accento sono due:

    - L'utilizzo dei TAG non inerenti con la foto alla ricerca di una presunta maggior visibilità. L'esempio più classico lo trovo nelle numerose foto che hai come TAG tutte o quasi (per fortuna c'è il limite di 30 TAG) le province italiane. In questo modo si guadagna maggior visibilità forse per uno o due minuti, ma poi si sprofonda nel mare di immagini pubblicate e, cosa ancor peggiore, si inquinano le ricerche rendendo inutili i tag congrui e rendendo meno fruibile la piattaforma

    - L'eccesso di immagini proposte. Alcune persone inseriscono dalle 10 alle 20 immagini ogni giorno, spesso anche di più. E la maggior parte di queste venti immagini giornaliere sono: selfies tutti uguali (eh si, perchè il lato migliore è sempre quello, la posa è quella, lo specchio è quello...) e foto di qualunque cosa di vagamente commestibile che ci passi davanti agli occhi (e poi attraverso la bocca).

    Mi sono dilungato anche troppo, ma spero che sia proprio attraverso letture di post come il tuo (o quelli da te segnalati) che si potrà contribuire a creare una "netiquette" per gli utilizzatori di questo bellissimo social.

    Buona giornata :-)
    Flavio



    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Flavio, che piacere averti qui da me! :)
      Beh, direi che tu vai fortissimo su Instagram!
      Le tue foto sono molto molto belle e curate nel dettaglio!
      Per quanto riguarda i due punti su cui ti sei soffermato, come darti torto? :D La pensiamo allo stesso modo!
      Ripeto, ognuno può usare instagram a suo piacimento, però - come dici tu - sarebbe bello se tutti gli utenti iniziassero ad attenersi ad una sorta di netiquette! Sicuramente le foto e il social stesso sarebbero più fruibili! Chissà :)
      Col tempo si stanno facendo grossi passi avanti. Lo vedo in primis su me stessa!

      Buona giornata!

      Elimina
  9. Sono iscritta ma lo uso pochissimo e non mi ha "acchiappata" per il momento.. Però hai portato alla luce diversi aspetti interessanti che mi fanno riflettere, mi sa che "ci devo guardare meglio", come si suol dire ;-)

    RispondiElimina
  10. Come ben sai, amiamo la fotografia per questo Instagram è anche uno dei nostri social preferiti!
    Non possiamo che essere d'accordo con tutto quello che hai scritto e soprattutto davvero interessante questo post
    Ottime info!


    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie ragazzi! Felice che vi sia utile! :)

      Elimina
  11. Ciao, mi sono iscritta Instagram da pochi giorni... bhe sei stata più che illuminante! Grazie mille!!!

    RispondiElimina
  12. Adoro IG, che utilizzo parecchio, ma non in maniera compulsiva (almeno, credo)
    So di essere pessima nell'utilizzo dei tag, proverò ad impegnarmi di più...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Basta entrare nell'ottica giusta e il gioco è fatto :)

      Elimina
  13. Uso instagram da meno di un anno, e trovo divertente ed anche interessante interagire attraverso le immagini soprattutto se queste riportano informazioni riguardo luoghi, cibo, risotarnti, moda e bellezza. Con questo social ho rafforzato i rapporti virtuali con gli utenti della blogosfera ed ho conosciuto nuove piacevoli persone.
    Sono d'accordo sui punti da te citati, soprattuto l'uso appropriato dei tag che uso a mia volta per la ricerca di determinate immagini nel cosmo di Instagram.
    Trovo molto stimolanti l'uso degli ig_, igers... e dei vivo... le cui gallerie raccolgono scatti dei vari utenti di Instagram.

    Buona serata!
    Enza

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie per il tuo parere! Sono felice che Instagram sia un modo per conoscere e rafforzare i legami della blogsfera :)
      La penso come te Enza!

      Elimina
  14. Questo lo dovevo leggere! Tu sei la mia "motivatrice" preferita di Ig! :D Lo so, dovrei impegnarmi di più.. te lo prometto! Intanto questo articolo.. utilissimo! :*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. AHAHAH Signoriiiina, aspetto la prossima foto! :D
      Ti adoro, semplicemente!
      Sai che ti stimolo perché so che su Ig potresti fare moolto di più! Fai foto da urlo!

      Elimina
  15. come ben sai lo adoro... trovo incredibile scrivere il diario della propria vita con le immagini invece che con le parole. e rivedere le foto vecchie è stupedno!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. già! Io non elimino mai le foto vecchie, perché ognuna mi ricorda qualcosa anche se brutta e giallognola! :D

      Elimina
  16. Anch'io adoro IG, decisamente il mio social preferito! Grazie per questi ottimi consigli, che seguiro' alla lettera!! :)

    RispondiElimina
  17. Post utilissimo grazie! Proprio stamattina stavo leggendo sull'argomento e ho trovato anche questo post di una blogger americana http://lajollamom.com/best-instagram-travel-hashtags/
    E' una guida molto semplice ma utile su come utilizzare i travel hashtag, è interessante soprattutto per chi è all'inizio.
    ciao
    Silvia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Silvia, grazie a te!
      Sinceramente il post di cui mi parli non mi piace molto.
      Non mi piace l'idea di cambiare tag a seconda dei like con #10likes, #20likes, #30likes..
      I tag di cui si parla all'interno sono per ottenere likes, non per rendere rintracciabili le proprie foto.
      Ad ogni modo, grazie per lo spunto :)

      Elimina
    2. In parte sono d'accordo con te, la parte dei 10, 20 likes nemmeno io l'ho trovata interessante, è un po' sterile a mio parere. Però invece ho trovato utile il consiglio di seguire sempre uno schema per inserire i tag, partendo ad esempio dalla destinazione per fare sapere ai propri follower dove è stata scattata la foto. Molto spesso si trovano su Instagram foto belle ma che non riportano nessuna indicazione e rimango sempre un po' curiosa di sapere dove era il posto in questione! Inoltre soprattutto per chi è all'inizio e vuole fare crescere il proprio profilo credo che il consiglio di utilizzare un buon mix di tag che aiutino a rintracciare e descrivere la foto con tag invece generici di viaggio o di instagram sia un buono schema da seguire. In fin dei conti se si ha una pagina instagram del blog credo che sia abbastanza comune avere anche l'obiettivo di poter raggiungere un numero sempre maggiore di persone. Insomma diciamo che ho trovato questi schemi da seguire facili da ricordare e utili da applicare. Però le opinioni sono opinioni, quindi discordare ci sta benissimo ;-)

      Elimina
    3. Anche io vorrei sempre sapere dove sono state scattate le foto e per questo è indispensabile la caption, una didascalia per descrivere il luogo in questione.
      Son d'accordo con te sul far crescere l'account di isntagram, certo, però non credo che siano i tag a far raggiungere questo obiettivo. In passato forse era più semplice, ma arrivavano tantissimi fake - che adesso instagram ha ben pensato di eliminare :)
      Per quanto riguarda il partire dalla destinazione nell'elencare i tag son d'accordo con te :)
      E dici bene... le opinioni sono opinioni ed io apprezzo i dibattiti costruttivi come questo! :D

      Elimina
  18. Bello IG... da amante delle foto è fantastico per me!!! Molto utile il tuo post... mi vado a vedere i vari link con calma oggi, così vediamo se riesco a mettere in pratica qualche suggerimento!!

    RispondiElimina
  19. anch'io adoro insta e credo come te che un'emozione arrivi diretta se si una un immagine ;)
    Concordo con te sulla questione tag: il troppo stroppia sempre
    bella la foto dei nonni ;)
    baci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. anche io adoro le foto dei nonnini :)
      Baci a te!

      Elimina
  20. Adoro Instagram, é silenzioso, colorato, divertente, immediato. Mi piace :) lo sai!

    RispondiElimina
  21. Che bello questo post, me lo ero salvato tra i preferiti per leggermelo con calma. Secondo me su Instagram sei bravissima e volevo proprio chiederti qualche consiglio, grazie che mi hai anticipata!
    Devo dire che invece non riesco ad amarlo come lo ami tu... tutti questi social mi stanno stancando, troppo tempo rubato alla vita vera, io mi ci impegno ma non ce la faccio a fare la smanettona :) Un bacio Eli

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Eli, innanzitutto grazie :)
      Sai che anche io sono un po' stufa dei social? Fb e Twitter li frequento molto meno.. invece Instagram non mi stanca! Lo vedo come un mondo a parte dove non circolano cattiverie, frecciatine.. lo vedo più pulito perché sono solo le immagini a parlare!
      Io trovo che voi siate bravissimi su Instagram, anzi, vi sottovalutate! Quella foto dai colori tenui e bellissimi alle Canarie è splendida e ricordo che tu eri invece titubante. A volte basta crederci un po' di più, con un pizzico di costanza che non guasta mai! :)
      Un abbraccio

      Elimina
  22. Finalmente riesco a commentare!
    Tesoro, te l'ho già detto e ripeto: questo post è utilissimo, soprattutto per me che sono così scostante e poco attiva!
    Sei la mia blogguru, lo sai no?
    E continua così perché il tuo profilo IG è pazzesco... come tutte le altre cose che curi, del resto ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahah tesoro <3 io per te ci sono sempre, basta un messaggio e arrivo! :D
      Non che sia davvero una blogguru - rido - ma è sempre bello condividere le proprie conoscenze con voi!
      Ti abbraccio forte forte! E grazie <3

      Elimina
  23. Ciao, sto ancora studiando Instagram e questo post è sicuramente molto istruttivo. Grazie.
    Il mio approccio? One photo a day! Il mio design, relativo ai miei progetti di hotel e spa, raccontato con una fotografia al giorno. @HotelSpaDesign Blog: www.hoteldesign.org

    RispondiElimina
    Risposte
    1. idem, come te. Una foto al giorno - al massimo due :)

      Elimina
  24. Ciaoo!!
    Scopro il tuo blog proprio grazie a Instagram! Un'applicazione che amo moltissimo; grazie per questo posto pieno di spunti e riflessioni e complimenti per il blog..mi piace molto!
    Entri nella mia 'I Like to read' della pagina..Un abbraccio e continuerò a leggerti!!

    E buon compleanno!

    http://www.thedisabilitygirl.blogspot.it/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie mille Denise! Felice che il blog ti piaccia e che il post risulti utile!
      Benvenuta :)))

      [e grazie mille per gli auguri]

      Elimina
  25. Adoro Instagram, ho cominciato ad utilizzare l'applicazione l'anno scorso e ora è come una febbre, non riesco a smettere :-P !! Ottimi i tuoi consigli, specialmente quello di non pubblicare a oltranza. Ho defollowato diversi profili per questa ragione, intasavano la home in maniera insopportabile! Buona serata e buon compleanno (anche se in ritardo!)
    E.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. anche io! Instagram è una vera mania per me! :D
      E non sopporto chi posta dieci foto di fila, proprio no!
      Instagram è bello, ma va usato con moderazione :)
      Grazie per il commento e per gli auguri, son sempre ben accetti! :)

      Elimina
  26. Come Marika, anche per me l'incontro con gli Igers al TBDI è stato illuminante e ricco di consigli... purtroppo non riesco come te ad essere costante su tutti i social (in questo senso concordo con Farah, sei anche per me la blogguru!) però ci provo e mi sono ripromessa di migliorare il mio rapporto con Instagram, che è davvero un mezzo fantastico per la promozione territoriale! ...ed ora che gestisco anche @Igerstrentino devo proprio fare del mio meglio! ;)
    Un abbraccione, mia blogguru! :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Chiaretta bella! Sì, gli Igers sono illuminanti! :D
      Rido quando leggo "blogguru" ahahah :D
      Sono felice di sembrarvi molto attiva, io vorrei fare sempre il triplo di quello che mi riesce! Ho tantissime idee in testa ma troppo poco tempo per concretizzarle!
      Ad ogni modo complimenti per la tua nuova avventura con @igerstrentino! Brava brava brava e in bocca al lupo :)

      Elimina
  27. Grazie mille per la mention dell'eBook Manuela! :)

    Davvero gentile! :)

    RispondiElimina

Lasciami un segno del tuo passaggio,
fammi sapere cosa ne pensi :)

[rispondo sempre, amo l'interazione]

recent posts

Labels

#caprai4love #esplorandoarbataxpark #instameetLe15 #invasionidigitali #leinvasionimurgiane #nonpartosenza #TipicaMenteRimini #Traveldreams #Valleditriatour #WeLevanto Abruzzo Africa Alberobello altro Amalfi America Amsterdam Asia Assisi Atlantic City AUE austria Bangkok Barcellona Bari Basilicata Baviera Belgio Berlino Bernalda Blog & Social Media Tour blogtour Bologna Bruxelles Budapest Calabria cambogia Campania Can't Forget Italy Cappadocia Cartoline dal mondo castelmezzano Castro Cilento Cinque Terre Cisternino Corfù Coriano Corsica Cortina Costa Rica Craco Croazia deserto Disney Disneyworld DIY donna Dubai Dublino Egitto Europa eventi Everglades Fasano featured Fiandre Firenze Florida food Frammenti di viaggio Francia Francoforte Friuli Venezia Giulia Gallipoli Gandoli Gargano Gent Germania Giappone Giordania Gran Bretagna Grecia Grottaglie hotel instagram intervista Irlanda Ischia Istria Italia jamaica Key West Koh Nang Yuan koh samui Koh Tao Lampedusa Latopositivo Lecce Levanto lifestyle Liguria Locorotondo Lombardia Londra Lonely Planet Luxor Mantova Marsa Alam Martina Franca Matera Messico Miami Milano Misurina Molise Monaco Monopoli montefalco myperception Napoli Nepal New York Olanda Orlando Ostuni Otranto Parigi Petra philadelphia Plan de Corones Polignano Porto Cesareo Portogallo Portovenere Positano Praiano premi puglia Radio Capital riflessioni Rimini Roma Romania Salento Sardegna Savelletri Sicilia snapchat snorkeling Sorrento Spagna storytelling Sudafrica svezia Svizzera Taranto tartarughe TBEXAsia telefilm ThaiExperience Thailandia Toscana tradizioni Trani Trentino tunisia Turchia umbria Ungheria Valencia Valle D'Itria Vallonia varie Veneto Venezia Verona viaggiare Vico del Gargano video Vietri sul mare Vinitaly weekend wellness wine

Copyright

I contenuti presenti sul blog "Pensieri in Viaggio" dei quali è autore il proprietario del blog non possono essere copiati,riprodotti,pubblicati o redistribuiti perché appartenenti all'autore stesso.
E’ vietata la copia e la riproduzione dei contenuti in qualsiasi modo o forma.
E’ vietata la pubblicazione e la redistribuzione dei contenuti non autorizzata espressamente dall’autore.
Copyright © 2013 - 2016 Pensieri in Viaggio by Manuela Vitulli. All rights reserved

Scrivi a manuvitulli@gmail.com oppure qui: