Abruzzo Blog & Social Media Tour

Quel sogno chiamato trabocco

lunedì, novembre 24, 2014Manuela Vitulli


Ho la fortuna di avere un balcone vista mare e la costa a pochi chilometri da casa, tanto da potermi quasi abituare a quella infinita e ribelle distesa blu.
Ma al mare non ci si abitua. Quando si tratta di mare non ci si sente mai sazi.
Sarà per questo che - per me - tutti i posti sul mare sono dei piccoli grandi tesori, tra le cose più belle al mondo.

La Costa dei Trabocchi, che si colloca di diritto tra questi tesori, è uno dei posti imperdibili per ogni inguaribile sognatore e amante del mare.
Ben 133 chilometri lambiti dalle acque del mare d'Abruzzo e costellati da scorci mozzafiato grazie alla presenza dei trabocchi, antiche strutture che io definisco sogni sospesi sul mare.

Da tempo uno dei miei più grandi desideri era quello di raggiungere questa costa e attraversare la lunga passerella di uno dei suoi trabocchi.
Durante #assaggidabruzzo finalmente ci sono riuscita. Al Trabocco Sasso della Cajana.


Il Trabocco - forse ricorderete che ve ne ho parlato in questo post sul Gargano - è un'antica costruzione simile a una palafitta, realizzata in gran parte in legno d'acacia. Questa struttura - posta perpendicolarmente rispetto alla costa - veniva un tempo realizzata per la pesca.
Ancora oggi le tecniche di pesca con il trabocco sono rimaste identiche al passato, ma non sono più sufficienti al sostentamento. Tuttavia la tradizione viene tuttora portata avanti ed è ancora possibile assistere a questo caratteristico metodo di pesca.

I trabocchi cono costruzioni estremamente semplici. Ed è proprio la loro semplicità, circondata dalla natura selvaggia, a renderli così speciali.
Nelle sere d'estate creano suggestione e sprigionano magia, mentre d'inverno sono oasi di pace in cui trovare l'armonia interiore ed evadere dal traffico della città facendo scorrere i pensieri.

La Costa dei Trabocchi rappresenta anche uno dei luoghi dannunziani.
Nel romanzo "Il trionfo della morte" D'Annunzio descrive con la sua innata maestria il Trabocco Turchino, situato ai piedi del promontorio di Capo Turchino.
Oggi rimane solo lo scheletro di questa celebre struttura. 






Il Trabocco Sasso della Cajana è invece tornato in splendida forma dopo i lavori di ristrutturazione iniziati nel 2005.
E incanta già da lontano. 
Figurarsi quando si attraversa la passerella che, per più di 80 metri, fa provare la sensazione di camminare sospesi sul mare.
Le reti da pesca, le corde, le conchiglie levigate dal mare, il profumo di salsedine, l'infinita distesa blu che incanta e spaventa. 
Al trabocco Sasso della Cajana tutto sa di mare. 

Andarci fuori stagione significa trovare puro relax, riposare anima e corpo e comprendere pienamente il significato del nome del trabocco.
Il Sasso della Cajana, infatti, è lo scoglio - poco distante da lì - su cui riposano i gabbiani. 
E cajana vuol dire proprio gabbiani







La Costa dei Trabocchi è uno di quei posti in cui tornerei all'infinito.
Sono andata via da qui con gli occhi carichi di gioia ed entusiasmo.
Senza nemmeno un velo di tristezza, non perché non mi dispiacesse lasciare questo posto, ma perché so già che ci tornerò.





Informazioni utili: 
Sasso della Cajanalocalità Rocca San Giovanni, 
contrada Vallevò (CH), 
tel. 347/9135043

You Might Also Like

32 commenti

  1. Li amo! La prossima volta che vieni ti porto a mangiare nel mio prefertito a Vasto :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. assolutamente sì! Manco da Vasto da una vita! :D

      Elimina
  2. Che bello Manu!
    Sono contenta di aver realizzato insieme lo stesso sogno... e lo hai raccontato in modo splendido!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. anche io. I nostri occhi brillavano da paura :)
      Due bimbe felici!
      Grazie Lu, spero di rivederti presto <3

      Elimina
  3. La felicità è... Averlo realizzato insieme!!!

    RispondiElimina
  4. anche io ci tornerei all'infinito!
    adoro i trabocchi!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. a chi lo dici! Troppo troppo suggestivi :)

      Elimina
  5. Belli i trabocchi conoscevo la storia non ci sono stata su nessuno. Il mare hai ragione io non lo vedo da qui ma so che cè basta che guardo dalla camera letto che vedo in fondo il tramonto e da quel lato so che cè lui il mare. Un abbraccio e grazie anche del video. Buona settimana.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. bello lavorare d'immaginazione Edvige ! La trovo una cosa splendida :)

      Elimina
  6. Non ricordo di averli mai visti questi trabocchi, ma immagino che passarci sopra, adagiati sul mare, dev'essere una bella esperienza!

    RispondiElimina
  7. Sai Mamu quale è una delle cose che più apprezzo del tuo blog?
    Il fatto di riuscire a farmi sognare anche quando ci porti "in casa"!
    Ci sono cosi tanti posti che vorrei vedere qui in Italia e questo rientra nella lista ora grazie a te!


    Ti abbraccio, Danila.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. mi hai detto una cosa splendida! :)
      Sono felice di farti sognare anche "giocando in casa" :D Grazie Dani! :*

      Elimina
  8. Ah-haaa! Dicevo io che mi ricordava qualcosa di già visto :)
    Beh, ora devi venire più nell'entroterra, però :)

    Moz-

    RispondiElimina
  9. Che bello scoprire nuovi posti che nemmeno conoscevi...ed averli così vicino a casa!!
    Nuovi luoghi da vedere segnati :)

    ...e il balcone vista mare?? INVIDIA!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sì, un sogno! Devi andarci Eli! Io ci torno di sicuro :)

      Elimina
  10. Ciao Manuela.

    Ho sempre visto bellissime e suggestive immagini dei trabocchi ed ho sempre sognato di scattare qualche foto del genere, ma non ne ho mai avuta l'occasione. In verità non ho neppure mai approfondito la questione per capire se e dove potessi trovarne. La lettura del tuo articolo mi ha spinto ad approfondire e, nota triste, ho scoperto che sono tipici di zone piuttosto lontane da casa mia...
    "Organizzati un viaggetto" dirai tu, e magari un giorno sarà così... per adesso devo accontentarmi delle tue foto e delle informazioni che ho potuto trovare in rete, un domani chissà.

    Ti ringrazio per l'ottimo spunto, buona serata :-)
    Flavio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Magari un domani potrai, non demordere! :)
      Comunque grazie mille per il commento, Flavio!

      Elimina
  11. E' proprio vero...di mare non se ne ha mai abbastanza ^-^

    RispondiElimina
  12. Beh....che dire.....fantastici i trabocchi! E fantastico anche il ristorante La Foce....
    Insomma: fantastici ricordi! Che con le tue parole, le tue foto....le tue emozioni hai fatto riaffiorare in me!
    Grazie Manu :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie a te! Spendi sempre belle parole che mi strappano un sorriso! E in questa vita abbiamo sempre bisogno di sorrisi. Non credi? :)

      Elimina
    2. D'accordissimo :)!
      E alle prossime......emozioni ;)!

      Elimina
  13. Bellissimi scorci (detto da una che non impazzisce per il mare).

    RispondiElimina
  14. Dicevo ieri a mia madre, senza mentire, che non riuscirei più a vivere senza il mare vicino.
    Proprio adesso guardo l'oceano. È il mio equilibrio, grazie a lui ho imparato a fare pace con me stessa.
    Grazie per le emozioni, ancora una volta.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. il mare è la mia terapia. Come potrei non capirti? :)
      Grazie a te!

      Elimina
  15. Concordo con te Manu! Il mare è un portento.. e senza non potrei stare! Che meraviglia.. io ho origini abruzzesi e non ci sono ancora stata..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. devi allora! Non perderteli :)
      Per il mare.. che te lo dico a fare Dany! :)

      Elimina
  16. Non c'è nulla da fare. Il mare e la natura regalano emozioni speciali. Io mi ero già innamorata di quelli sul Gargano visti da lontano. "Sogni sospesi sul mare"..

    RispondiElimina

Lasciami un segno del tuo passaggio,
fammi sapere cosa ne pensi :)

[rispondo sempre, amo l'interazione]

recent posts

Labels

#caprai4love #esplorandoarbataxpark #instameetLe15 #invasionidigitali #leinvasionimurgiane #nonpartosenza #TipicaMenteRimini #Traveldreams #Valleditriatour #WeLevanto Abruzzo Africa Alberobello altro Amalfi America Amsterdam Asia Assisi Atlantic City AUE austria Bangkok Barcellona Bari Basilicata Baviera Belgio Berlino Bernalda Blog & Social Media Tour blogtour Bologna Bruxelles Budapest Calabria cambogia Campania Can't Forget Italy Cappadocia Cartoline dal mondo castelmezzano Castro Cilento Cinque Terre Cisternino Corfù Coriano Corsica Cortina Costa Rica Craco Croazia deserto Disney Disneyworld DIY donna Dubai Dublino Egitto Europa eventi Everglades Fasano featured Fiandre Firenze Florida food Frammenti di viaggio Francia Francoforte Friuli Venezia Giulia Gallipoli Gandoli Gargano Gent Germania Giappone Giordania Gran Bretagna Grecia Grottaglie hotel instagram intervista Irlanda Ischia Istria Italia jamaica Key West Koh Nang Yuan koh samui Koh Tao Lampedusa Latopositivo Lecce Levanto lifestyle Liguria Locorotondo Lombardia Londra Lonely Planet Luxor Mantova Marsa Alam Martina Franca Matera Messico Miami Milano Misurina Molise Monaco Monopoli montefalco myperception Napoli Nepal New York Olanda Orlando Ostuni Otranto Parigi Petra philadelphia Plan de Corones Polignano Porto Cesareo Portogallo Portovenere Positano Praiano premi puglia Radio Capital riflessioni Rimini Roma Romania Salento Sardegna Savelletri Sicilia snapchat snorkeling Sorrento Spagna storytelling Sudafrica svezia Svizzera Taranto tartarughe TBEXAsia telefilm ThaiExperience Thailandia Toscana tradizioni Trani Trentino tunisia Turchia umbria Ungheria Valencia Valle D'Itria Vallonia varie Veneto Venezia Verona viaggiare Vico del Gargano video Vietri sul mare Vinitaly weekend wellness wine

Copyright

I contenuti presenti sul blog "Pensieri in Viaggio" dei quali è autore il proprietario del blog non possono essere copiati,riprodotti,pubblicati o redistribuiti perché appartenenti all'autore stesso.
E’ vietata la copia e la riproduzione dei contenuti in qualsiasi modo o forma.
E’ vietata la pubblicazione e la redistribuzione dei contenuti non autorizzata espressamente dall’autore.
Copyright © 2013 - 2016 Pensieri in Viaggio by Manuela Vitulli. All rights reserved

Scrivi a manuvitulli@gmail.com oppure qui: