Asia Blog & Social Media Tour

Giordania, volti e tradizioni

venerdì, settembre 26, 2014Manuela Vitulli


Oggi non voglio portarvi in Giordania, ma dentro la Giordania.
Voglio portarvi tra la sua gente, tra uomini, mamme e bambini.
Voglio farvi scoprire i loro sorrisi, farvi perdere nei loro occhi. Proprio come ho fatto io.




Non è stato facile fare una selezione fotografica. Ho portato a casa tantissimi volti, ognuno dei quali si colloca in un determinato momento, ognuno dei quali ha un significato per me importante.

Mi viene in mente una frase di Paola: "Chissà che donna sarei stata se fossi nata in Giordania. Beh, sicuramente non una blogger".
Già.
Il nostro modo di concepire la vita, assieme alle convinzioni radicate nella società in cui siamo nati, ci fanno abituare a quello che comunemente facciamo. Come se in qualsiasi altra parte del mondo il nostro stile di vita debba essere considerato normale.
E poi, viaggiando in Paesi così diversi per storia, cultura e tradizioni, ci si ricorda che non è così.

Non parlo della fortuna di essere nati in un posto piuttosto che in un altro, ma delle differenze che si possono colmare viaggiando e abbracciando nuovi costumi.

E' stato bello parlare con la nostra guida Sufyan e scoprire che le donne in Giordania non sempre indossano il copricapo per volere del marito. Spesso lo fanno semplicemente assecondando la propria volontà, perchè non lo trovano rispettoso nei confronti di Allah.








In Giordania esiste la poligamia, ma dall'ultimo censimento pare che la percentuale nel Paese sia davvero bassissima (circa 0,0002%).
In Giordania è consentito il divorzio, ma se è la moglie a chiederlo dovrà rinunciare all'indennizzo stabilito al momento del fidanzamento.
E il fidanzamento? Come avviene? Ne abbiamo parlato per ore ed è stato uno dei dibattiti più interessanti del viaggio. Io vi dico solo che il fidanzamento viene sancito con tre caffè, se siete curiosi e volete approfondire l'argomento vi consiglio di leggere questo post di Stefania.




In Giordania ho visto sorrisi radiosi e bellissimi, ho visto occhi dallo sguardo penetrante che scrutano nel profondo.




Ho visto tanti bimbi.
Bambini felici di essere fotografati e poi curiosi di vedere il loro volto immortalato dall'obiettivo della reflex. 










Ho visto manifestare i sentimenti, quel legame indissolubile che lega madre e figlia.
Ho visto fugaci strette di mano tra fidanzati, abbracci furtivi di coppie non abituate all'esternazione di effusioni in pubblico. Tantomeno ad essere immortalate in quei rari momenti di tenerezza alla luce del sole.








A Petra ho visto una ragazzina bellissima che non smetteva più di fissarmi.
Il suo sguardo così carico mi ha gonfiato il cuore, sofferente per la sua impotenza.
Alcune immagini mi incollano allo schermo e mi strappano un sorriso, altre mi straziano ancora l'anima. Quel mix di forti sensazioni, quel rischio in cui si incorre quando proviamo a mescolarci tra la gente locale, creando un ponte invisibile tra noi e loro.






Questo viaggio in Giordania mi ha arricchito soprattutto sul lato umano.


You Might Also Like

40 commenti

  1. "Non parlo della fortuna di essere nati in un posto piuttosto che in un altro, ma delle differenze che si possono colmare viaggiando e abbracciando nuovi costumi. " hai espresso in una frase quello che penso sempre! adoro questo post ricco di significati.. un vero viaggio dentro le persone e le loro usanze..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie mille Debora! Ogni viaggiatore credo abbraccerà questo modo di pensare :)

      Elimina
  2. La cosa più bella che un viaggio può darti è quella di cui parli in questo bel post, Manuela: gli incontri e il confronto con gli altri. Perché la vita è l'arte dell'incontro :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie mille caro Simone :)
      La vita è l'arte dell'incontro! Già.

      Elimina
  3. Io penso solo al fatto dei tre caffè che per noi non vogliono dire nulla di che, se non "dai, beviamoci un caffè e passiamo un po' di tempo assieme" oppure "devo svegliarmi, mi prendo un caffè!" e là invece danno un senso ad una vita e la cambiano. E' bello viaggaire proprio per questo: scoprire un diverso modo di vedere la vita :)
    Bellissimi volti e brava tu con le tue foto :)*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tre caffè possono davvero cambiare una vita, anzi due. Incredibile :)
      Grazie mille Vale!

      Elimina
  4. queste foto parlano da sole, complimenti :)

    RispondiElimina
  5. Questa è la vera essenza del viaggio.
    Non portarsi a casa le foto del monumento che si è venuti a vedere, bensì nuove verità, che non si scontrano con la propria bensì vanno ad arricchirla, e nuove emozioni, che ci scuotono nel profondo.
    Complimenti Manu! Non solo per le foto scattate, che neanche a dirlo sono meravigliose (non ho ancora deciso quale sia la mia preferita…) ma soprattutto per il tuo modo di vedere. Ci arricchisci tutti! Grazie :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Pam. Ogni tuo commento è un prezioso contributo :)

      Elimina
  6. Parole ricche di significato!!! Ma soprattutto foto bellissime!
    Occhi che sanno parlare, sorrisi che ti stravolgono e ti conquistano!
    Complimenti come sempre!!!!

    RispondiElimina
  7. Foto stupende, un popolo meraviglioso.
    Son contento che questo viaggio ti abbia così sorpresa e arricchita.
    E tu pure hai preso i tre caffè? :D

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahahah sì, ma lungi dai matrimoni! :D
      Grazie Miki!

      Elimina
  8. Lo sai che non posso che approvarti questo post... condivido TUTTO e questa volta ancora di più perché ho potuto stalkerare assieme a te! Bellissimissime foto e grazie per la menzione! :*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Spero potremo stalkerare di nuovo insieme! :)
      Ti abbraccio forte Stefy!

      Elimina
  9. Ma che meraviglia di post hai fatto?! Poche parole, ma tante emozioni e tante foto, che parlano molto di più. Complimenti, un bacione <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie di cuore Martina :) è merito della Giordania!
      Un mega bacione a te!

      Elimina
  10. In fondo è un pò questo lo scopo del viaggio, no?
    Tornare diversi, più ricchi, più sensibili e forse anche un pò migliori.. :)

    RispondiElimina
  11. Splendide foto Manuela, tutte con una luce particolare, calda e intensa! Complimenti per questo bellissimo viaggio e per la tua capacità di raccontarlo. Un abbraccio!

    RispondiElimina
  12. Ho avuto la fortuna di passare del tempo in luoghi dove la donna vive col velo ed ho avuto la fortuna di vivere questa esperienza accanto a persone che mi hanno aiutato ad accettare la loro cultura.
    Un giorno mi è stato detto: “io esco con il velo e posso fare quello che voglio, nessuno mi riconosce!” “ io sotto il velo ho dei vestiti e delle cose che solo al mio uomo faccio vedere”.
    E’ ovvio che non è sempre così purtroppo come non è ovvio che chi porta il velo sia sempre discriminato.
    A Dubai ho visto due case identiche (identiche davvero!). Mi è stato spiegato che sono identiche perché il marito aveva due moglie. Ma avere due mogli non è così facile come sembra! Doveva dare sia ad una che all’altra le stesse cose, faceva il regalo ad una, lo doveva fare all’altra. Comprava la casa ad una, stessa cosa per l’altra. Passava un paio d’ore con una, doveva passare un paio d’ore con l’altra. Un marito ha degli obblighi e dei doveri verso le mogli.
    Io il velo non lo vedo come una limitazione, anzi a me piace. Rende la donna più bella, più misteriosa e come ho scritto nel nostro blog (consigli solo per donne) quando vado in giro per il mondo io me lo metto spesso. Mi sento più protetta e meno guardata.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A Dubai anche io mi sono posta le stesse domande. Una città ricca di sfarzi, è vero, ma fa riflettere tanto.
      Sul velo la penso come voi. Inizialmente ero titubante e pronta a giudicare, lo ammetto, ma adesso lovedo come una tradizione. Come per noi è normale non indossarlo, per loro è normale il contrario.
      Chi siamo noi per giudicare in fondo?
      Grazie per questo commento molto molto costruttivo e interessante :)

      Elimina
  13. I sorrisi delle persone: la cosa più bella che può rimanerti da un viaggio come questo.
    Bellissime foto ^_^ brava Manu!

    RispondiElimina
  14. Ho sempre detto che il mondo è bellissimo. In ogni dove c'è qualcosa che merita l'esserci stato. Pe le genti, per i luoghi, per la storia che a secondo può anche essere millenaria. Bellissime immagini grazie cara un abbraccio anche oggi ho viaggiato con te,. Buona fine settimana.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Parole sante Edvige!
      Grazie mille a te e buon fine settimana!

      Elimina
  15. Hai portato a noi la cosa più bella: la ricchezza delle persone.
    I volti, le culture così diverse dalla nostra, ci "dimostrano" la bellezza da un'altra angolazione possibile. L'idea di bellezza, sono convinta, che debba essere "allenata", e tu offri ottimi spunti.
    Forse te l'avevo già scritto, ma questo è uno dei blog che seguo con maggior interesse!
    Un abbraccio e buon fine settimana!

    Tiziana

    RispondiElimina
    Risposte
    1. non mi stanco mai di sentirmelo dire, cara Tiziana. Grazie mille :)
      Un forte abbraccio a te... a presto!

      Elimina
  16. Non credo sia per la giornata particolare, ma sto piangendo. Mi farei un selfie solo per mandartelo.
    Ho vissuto ogni tua parola e l'ho trasportata alle sensazioni provate in Marocco. E mi sono emozionata. Poi non so perché, ma con lo scatto meraviglioso del bimbo con la felpa dei puffi sono scoppiata.
    Che potere immenso ha il viaggio, e che potere immenso hai tu nel riuscire a trasmettere così tanto Manu.
    Ti voglio bene**

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sei un cuore di panna. Come posso non apprezzare ogni tuo singolo commento? Ti voglio bene e sei speciale.
      Ps. Con me le emozioni non vanno mai giustificate... ricordi sul tuo divano di casa? :)

      Elimina
  17. Che immagini meravigliose!! Scoprire un luogo attraverso i volti delle persone che lo abitano è stupendo!

    RispondiElimina
  18. Immagini stupende.
    Ritratti non solo di persone ma di un Paese, di una cultura. Hai saputo rappresentarli in maniera molto intensa, con la tua macchina fotografica.
    Il pensiero "chissà che persona sarei stata, che vita avrei avuto se fossi nata qui" è una riflessione che formulo spesso. Non solo in termini di lontananza geografica, ma anche temporale: se fossi nata in un'altra epoca, ad esempio, in cui non mi sarebbe stato consentito imparare a leggere e scrivere, sarei stata una persona davvero molto diversa, visto che lettura e scrittura occupano un ruolo preponderante nel mio quotidiano.
    Beh, ma queste riflessioni sono proprio il bello del viaggio, perché lo fanno diventare un viaggio dentro di te!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. questo è un commento da incorniciare! :)
      Sì, il viaggio è soprattutto sentro se stessi. E' proprio questo il bello, l'arricchimento personale.
      Grazie mille Serena :*

      Elimina
  19. Il potere delle tue parole è disarmante. I volti, i ricordi, le foto e le nostre chiacchiere. E' così bello riviverlo così. Grazie Manu!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie a te Lu :) sai quanto mi fanno bene i tuoi commenti!

      Elimina

Lasciami un segno del tuo passaggio,
fammi sapere cosa ne pensi :)

[rispondo sempre, amo l'interazione]

recent posts

Labels

#caprai4love #esplorandoarbataxpark #instameetLe15 #invasionidigitali #leinvasionimurgiane #nonpartosenza #TipicaMenteRimini #Traveldreams #Valleditriatour #WeLevanto Abruzzo Africa Alberobello altro Amalfi America Amsterdam Asia Assisi Atlantic City AUE austria Bangkok Barcellona Bari Basilicata Baviera Belgio Berlino Bernalda Blog & Social Media Tour blogtour Bologna Bruxelles Budapest Calabria cambogia Campania Can't Forget Italy Cappadocia Cartoline dal mondo castelmezzano Castro Cilento Cinque Terre Cisternino Corfù Coriano Corsica Cortina Costa Rica Craco Croazia deserto Disney Disneyworld DIY donna Dubai Dublino Egitto Europa eventi Everglades Fasano featured Fiandre Firenze Florida food Frammenti di viaggio Francia Francoforte Friuli Venezia Giulia Gallipoli Gandoli Gargano Gent Germania Giappone Giordania Gran Bretagna Grecia Grottaglie hotel instagram intervista Irlanda Ischia Istria Italia jamaica Key West Koh Nang Yuan koh samui Koh Tao Lampedusa Latopositivo Lecce Levanto lifestyle Liguria Locorotondo Lombardia Londra Lonely Planet Luxor Mantova Marsa Alam Martina Franca Matera Messico Miami Milano Misurina Molise Monaco Monopoli montefalco myperception Napoli Nepal New York Olanda Orlando Ostuni Otranto Parigi Petra philadelphia Plan de Corones Polignano Porto Cesareo Portogallo Portovenere Positano Praiano premi puglia Radio Capital riflessioni Rimini Roma Romania Salento Sardegna Savelletri Sicilia snapchat snorkeling Sorrento Spagna storytelling Sudafrica svezia Svizzera Taranto tartarughe TBEXAsia telefilm ThaiExperience Thailandia Toscana tradizioni Trani Trentino tunisia Turchia umbria Ungheria Valencia Valle D'Itria Vallonia varie Veneto Venezia Verona viaggiare Vico del Gargano video Vietri sul mare Vinitaly weekend wellness wine

Copyright

I contenuti presenti sul blog "Pensieri in Viaggio" dei quali è autore il proprietario del blog non possono essere copiati,riprodotti,pubblicati o redistribuiti perché appartenenti all'autore stesso.
E’ vietata la copia e la riproduzione dei contenuti in qualsiasi modo o forma.
E’ vietata la pubblicazione e la redistribuzione dei contenuti non autorizzata espressamente dall’autore.
Copyright © 2013 - 2016 Pensieri in Viaggio by Manuela Vitulli. All rights reserved

Scrivi a manuvitulli@gmail.com oppure qui: