riflessioni varie

Non è mai troppo tardi per essere bambini

venerdì, luglio 04, 2014Manuela Vitulli




Ho riletto Il Piccolo Principe.
Per la quarta volta. O forse la quinta.

Magari qualcuno penserà che mi sono data alla lettura d'infanzia e dedurrà che anziché crescere io stia compiendo passi a ritroso - cosa che non sarebbe poi così malvagia... quanto mi piacerebbe ritrovare l'ingenuità dei bambini!
Ma non è così.

Il fatto è che Il Piccolo Principe non è uno di quei libri che, una volta letto, finisce nel dimenticatoio. Non è uno di quei libri che riponi su una mensola e non riapri più.
Arriva il momento in cui hai una voglia improvvisa di riprendere quel libriccino sottile, spolverarne dolcemente la copertina e poi perderti tra le sue pagine che il tempo ha lentamente ingiallito.
Il Piccolo Principe è una reliquia.

Qualche giorno fa ero in spiaggia e parlavo di libri con un'amica - sempre lei, quella biondona di Metti due amiche a New York. Passando dal fantasy ai romanzi classici, abbiamo finito per parlare di questo libretto quasi invisibile.
"Perché ogni lettura del Piccolo Principe regala qualcosa in più. Ogni volta, in base all'età e allo stato d'animo, cambia la chiave di lettura."
Entrambe siamo d'accordo su questo.

Così, una volta tornata a casa, ho spolverato la copertina e ho iniziato a leggere.

Ma questo post non è letterario, né una recensione del libro - oltretutto, diciamocelo, non ha mica bisogno di recensioni!

Il Piccolo Principe è un po' un metro di giudizio: un modo per valutare me stessa e i cambiamenti che inconsciamente mi hanno travolto negli anni.
Mi sono accorta che tempo fa davo tantissima importanza alla parte finale del libro, quella in cui il Piccolo Principe si chiede cosa significhi addomesticare.
E allora la volpe risponde:

"E' una cosa molto dimenticata. Vuol dire creare dei legami.
Se tu mi addomestichi, noi avremo bisogno l'uno dell'altro.
Tu sarai per me unico al mondo ed io sarò per te unica al mondo."

Adoro queste parole e forse sono talmente impresse nel mio modo d'essere che stavolta sono stata colpita da qualcos'altro.
Credo di avere capito quanto sia importante addomesticare qualcuno e creare un legame indissolubile, ma - mi chiedo - sono consapevole che col tempo l'ingenuità e la curiosità si logorano?
Sono consapevole che la vita non è fatta di numeri, anche se ci ostiniamo a dare un valore numerico ad ogni cosa?
Sono consapevole dell'effetto deleterio della fretta?
Sono consapevole del fatto che essere persone serie non significa dimenticare il potere dell'immaginazione?

Un bambino non ha nulla da temere. Per i bambini ogni scoperta significa felicità, ogni scoperta è un traguardo.
Un adulto non si accontenta. Un adulto si affanna nella ricerca e poi finisce per dimenticare quello che sta cercando. Magari avendo tutto a portata di mano.

E allora Il Piccolo Principe mi aiuta a lavorare continuamente su me stessa. 
Mi aiuta a credere nel potere dell'immaginazione e nella bellezza delle piccole cose, quelle che non hanno bisogno di numeri per essere classificate.
Un esempio autentico di umanità che mi aiuta a credere che si può conservare l'innocenza e l'entusiasmo di un bambino anche nella società adulta. Difficile, ma non impossibile.

E anche se molte frasi del libro sono ormai diventate dei clichè, non posso smettere di apprezzarle.

"Ma gli occhi sono ciechi. Bisogna cercare col cuore".

Anche se lo dimentichiamo spesso.

You Might Also Like

40 commenti

  1. Bellissime parole Manu. E sai che ti dico? Quasi quasi ora lo rileggo pure io :) mi hai fatto proprio venire voglia :) un bacio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie mille Fede! Ti ho fatto venire voglia di rileggerlo, eh?
      Contagioso! :)
      Bacione a te! Smack!

      Elimina
  2. Sono pienamente d'accordo con te. Secondo me a meno che non siano libri per i più piccini ma tutto il resto non esiste "bambini". Da ciascun libro /valido ovviamente) si trae qualcosa. Io ho conservato oltre a questo libro, anche Pattini d'Argento, Zanna Bianca giusto per citarne qualcuno e leggo anche Topolino e naturalmente passo ai vampiri, al fantasy e anche alla Storia della Filosofia. Mi sento "varia" e leggo sempre tutto con piacere. Come al solito sono fuori OT. ma tu mi perdoni ^__^ ciaooo buona fine settimana.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. e certo che ti perdono... fossero queste le cose da perdonare! :)
      Sì, ci sono libri intramontabili. Non solo nel tempo, ma anche per quanto riguarda l'età del lettore. Libri senza età.

      Elimina
  3. Bellissimo il libro e bellissimo il tuo post! :-)
    Ok, vado a rileggerlo!

    RispondiElimina
  4. Amo Il Piccolo Principe, non avevo dubbi che lo amassi anche tu :) bellissimo post amica!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie amica!!! E io non avevo dubbi che piacesse anche a te! :*

      Elimina
  5. Una bella riflessione, c'è sempre qualcosa da imparare dal Piccolo Principe e ogni rilettura ci aiuta a ricordare cosa davvero conta nella vita, noi che siamo persi in questa realtà a volte così fuorviante...
    sai che stanno preparando un film sul Piccolo Principe? Sono curiosa di vedere com'è...

    RispondiElimina
  6. Anch'io molto spesso rispolvero questo piccolo libro. E' come ritornare ad aprire il baule dei ricordi: quelle cose sono sempre tue, magari sei cambiata un po', eppure in un certo senso ti affidi sempre alle stesse cose, alle stesse persone...
    Al più comprendi certe sfumature, dove prima ne scorgevi meno.
    Un bel post, lo sento un pizzico mio.
    Buon fine settimana... un abbraccio
    Tiziana

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie mille Tiziana :)
      E' bello sapere che qualcuno condivide i miei pensieri a tal punto da sentirli suoi :)

      Elimina
  7. quel libro l'ho letto e riletto! l'essenziale è invisibile agli occhi.....

    RispondiElimina
  8. in casa ho almeno 3 copie di questo libro: una mia, con le parole di dedica del consorte, una sua, con le mie parole di dedica, una gigantesca edizione pop-up. Ah, e l'audiolibro.
    Come dici, una volta letto questo libro non può essere dimenticato. E su una cosa siamo assolutamente d'accordo: essere seri, essere adulti non significa affatto dover rinunciare alla leggerezza e alla voglia di immaginare. :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche l'audiolibro? :D Wow!
      D'accordissimo Vale! ;) Grazie!

      Elimina
  9. Amo questo libro e anche io l'ho letto svariate volte, quindi ti capisco benissimo! Lo considero uno dei libri della mia vita :)
    Un bacione

    RispondiElimina
  10. A parte il fatto che io sia totalmente d'accordo con te, direi che nessuno potrebbe mai pensare che tu abbia compiuto passi a ritroso, per quanto l'idea possa sembrare invitante, perché il piccolo principe non è un libro per bambini e quindi tu fai benissimo a leggerlo e rileggerlo. Il piccolo principe insegna, è un capolavoro che si legge a qualunque età e chi dice che è per bambini e chi ti critica perché lo leggi anche da adulta proprio non ha capito lo spirito di questo libro meraviglioso ;D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. io a dir la verità lo apprezzo di più col passare degli anni :)
      Grazie Anto!

      Elimina
  11. Un piccolo libro ma indimenticabile: pensa che da bambina, quando me l'hanno regalato, non mi era piaciuto, ma aveva lasciato una grande malinconia, ma per fortuna l'ho letto e riletto da adulta, e ci sono delle frasi che hanno sempre il potere di commuovermi!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. lo stesso vale per me. Come dicevo su, ho apprezzato questo libro più da adulta che da piccola :)

      Elimina
  12. Non avevo dubbi che potessi tirarmi fuori un articolo talmente bello da uno dei miei libri preferiti.
    Ma come fai?
    Sei una sorpresa continua piccola Manu, con questo post mi hai fatto davvero un regalo bellissimo.
    Grazie :*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. e tu che sei sempre d'accordo con me?
      Ma ci hanno separate alla nascita? Scriviamo gli stessi commenti, gli stessi tweet e leggiamo gli stessi libri.
      E ascoltiamo la stessa musica!
      Ti adoro <3 Grazie a te!

      Elimina
  13. Ommamma che bel post Manu! Ho sospirato almeno tre volte durante la lettura, ti mando un bacione

    RispondiElimina
  14. Sai già che io sono d'accordissimo con te :)
    Un MozAbbraccio con gli occhi del cuore.

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. eccome se lo so! Moz eterno bambino felice! :)

      Elimina
  15. Sai che non l'ho mai letto? Me lo sono ritrovato sul letto in una vacanza per caso perchè la ragazza del mio amico gli e l'aveva regalato per il viaggio. Dovrò leggerlo prima o poi.

    RispondiElimina
  16. Ed io che ancora non ho mai letto il piccolo principe...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se ti capita tra le mani, leggine anche solo qualche capitolo. In ognuno di essi c'è un piccolo mondo :)

      Elimina
  17. Come dici tu, questo libro non è affatto banale. E' uno dei miei preferiti e tu, come al solito, hai saputo tirare fuori la meraviglia. <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. e tu come al solito sei un tesoro <3 grazie! E ne ero certa.. non potevi non amarlo!

      Elimina
  18. Questo libro è molto importante per me. Lo regalo spesso ai miei amici. L'ho regalato quando c'è stato un momemto di difficoltà per far sentire la mia presenza attraverso quelle parole. Si è responsabili di ciò che si addomestica; queste parole hanno un grandissimo valore e guidano gran parte del modo in cui vivo. Sto diventando anche io pesante ma essendo simili, capirai bene quanto mi piace oscillare tra leggerezza e introspezione tipo te ahah :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Credo sia il modo migliore, il miglior equilibrio. Oscillare tra leggerezza e pesantezza, un po' come Kundera (anche perchè l'insostenibile leggerezza dell'essere è il mio libro preferito in assoluto!).
      Ma quanto ci capiamo? :)

      Elimina
  19. Mi hai fatto venire in mente un libro che pensavo fosse proprio Il piccolo principe, ma forse non è quello perchè le parole sono diverse. Ero piccola, ma mi è rimasto nel cuore.

    RispondiElimina
  20. Letto e riletto anche io più volte, e fatto leggere anche lui...è un libro che dovrebbero tutti rileggere in fasi diverse delle proprie vite.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. stessa cosa è successa a me e anche al mio lui :)

      Elimina

Lasciami un segno del tuo passaggio,
fammi sapere cosa ne pensi :)

[rispondo sempre, amo l'interazione]

recent posts

Labels

#caprai4love #esplorandoarbataxpark #instameetLe15 #invasionidigitali #leinvasionimurgiane #nonpartosenza #TipicaMenteRimini #Traveldreams #Valleditriatour #WeLevanto Abruzzo Africa Alberobello altro Amalfi America Amsterdam Asia Assisi Atlantic City AUE austria Bangkok Barcellona Bari Basilicata Baviera Belgio Berlino Bernalda Blog & Social Media Tour blogtour Bologna Bruxelles Budapest Calabria cambogia Campania Can't Forget Italy Cappadocia Cartoline dal mondo castelmezzano Castro Cilento Cinque Terre Cisternino Corfù Coriano Corsica Cortina Costa Rica Craco Croazia deserto Disney Disneyworld DIY donna Dubai Dublino Egitto Europa eventi Everglades Fasano featured Fiandre Firenze Florida food Frammenti di viaggio Francia Francoforte Friuli Venezia Giulia Gallipoli Gandoli Gargano Gent Germania Giappone Giordania Gran Bretagna Grecia Grottaglie hotel instagram intervista Irlanda Ischia Istria Italia jamaica Key West Koh Nang Yuan koh samui Koh Tao Lampedusa Latopositivo Lecce Levanto lifestyle Liguria Locorotondo Lombardia Londra Lonely Planet Luxor Mantova Marsa Alam Martina Franca Matera Messico Miami Milano Misurina Molise Monaco Monopoli montefalco myperception Napoli Nepal New York Olanda Orlando Ostuni Otranto Parigi Petra philadelphia Plan de Corones Polignano Porto Cesareo Portogallo Portovenere Positano Praiano premi puglia Radio Capital riflessioni Rimini Roma Romania Salento Sardegna Savelletri Sicilia snapchat snorkeling Sorrento Spagna storytelling Sudafrica svezia Svizzera Taranto tartarughe TBEXAsia telefilm ThaiExperience Thailandia Toscana tradizioni Trani Trentino tunisia Turchia umbria Ungheria Valencia Valle D'Itria Vallonia varie Veneto Venezia Verona viaggiare Vico del Gargano video Vietri sul mare Vinitaly weekend wellness wine

Copyright

I contenuti presenti sul blog "Pensieri in Viaggio" dei quali è autore il proprietario del blog non possono essere copiati,riprodotti,pubblicati o redistribuiti perché appartenenti all'autore stesso.
E’ vietata la copia e la riproduzione dei contenuti in qualsiasi modo o forma.
E’ vietata la pubblicazione e la redistribuzione dei contenuti non autorizzata espressamente dall’autore.
Copyright © 2013 - 2016 Pensieri in Viaggio by Manuela Vitulli. All rights reserved

Scrivi a manuvitulli@gmail.com oppure qui: