Asia Bangkok

Amore a Bangkok: la casa di Jim Thompson

sabato, gennaio 11, 2014Manuela Vitulli


Per alcuni amori non occorrono giorni, ore e nemmeno minuti.
Parlo di quei posti in cui basta mettervi piede per capire che è Amore con la A maiuscola.
Magari anche merito dell'atmosfera, dello stato d'animo personale, delle circostanze.
Così è stato a Bangkok nella Casa di Jim Thompson, che ho anche ribattezzato "il posto delle prime volte".


Natura che avvolge la Casetta degli Spiriti, Jim Thompson House

Escludendo l'aeroporto, la Casa di Jim Thompson è stato il primo luogo che ho visitato in Thailandia, il primo posto in cui sono entrata a contatto con la spiritualità orientale, il primo posto in cui - volere o volare - ho dovuto togliere le scarpe per sentire finalmente il pavimento freddo sotto i piedi scalzi.
E anche il primo posto in cui mi sono imbattuta nella Casetta degli Spiriti.

Le Casette degli Spiriti sono delle vere e proprie dimore in miniatura, così piccole e carine da incuriosire qualsiasi farang - il modo vagamente dispregiativo con cui i thailandesi indicano gli stranieri. 
Eccome, se mi hanno incuriosito!
Si tratta di piccole riproduzioni presenti praticamente ovunque: le ho trovate fuori ogni casa, hotel, ristorante... 
Persino a ridosso delle cascate di Koh Samui!

Come si può evincere dal nome, lo scopo di queste casette è quello di dare una dimora agli spiriti, in modo che non combinino guai. Questi tempietti non devono mai trovarsi all'ombra dell'edificio principale e non devono mai essere trascurati. Difatti, non è difficile trovarvi all'interno candele, ghirlande di fiori, cibo, acqua e altre bevande. Questo perchè gli spiriti vanno nutriti e accuditi.
All'inizio questa faccenda basata su credenze animistiche mi ha lasciato non poco perplessa - lo confesso.
Ma alla fine del viaggio ce ne siamo innamorati a tal punto da voler comprare una casetta  per portarla con noi in Italia!
Non l'abbiamo fatto, ma stay tuned...

Tra tutti i tempietti che ho visto (davvero tanti, persino uno bellissimo di cristallo), quello della Jim Thompson House resta il mio preferito. Unico per i fiori giallissimi, i profumi, la natura tropicale che fa da cornice.


la natura del giardino di Jim Thompson

Ancora natura e frutta, Jim Thompson House

la Casetta degli Spiriti vista da vicino, Jim Thompson House

i fiori giallissimi della casetta degli spiriti

laghetto e ninfee, Jim Thompson House

Un giardino rigoglioso e profumato, un'atmosfera magica, misteriosa e spirituale - ma non troppo. 
Immaginate l'impatto su due europei atterrati a Bangkok da appena un'ora!
Abbiamo dimenticato la stanchezza di un viaggio di più di dodici ore (tra auto e aerei) per abbandonarci completamente alla bellezza di un'oasi di tranquillità che sembra quasi dislocata dalla confusione di Bangkok - sebbene si trovi in pieno centro.
Il fatto di dover togliere le scarpe e camminare scalzi consente di vivere l'esperienza con maggiore sensibilità, a stretto contatto con la natura.
Come dice Andrea - che tra l'altro ci ha accompagnato all'interno della casa - è una delle prime tappe da consigliare a chi visita Bangkok.

Perchè è così importante la Casa di Jim Thompson?

Si tratta di uno dei musei più importanti in Thailandia, costituito da sei case di legno costruite secondo le tradizioni thailandesi: senza chiodi e con dei rialzi in prossimità di ogni porta affinchè gli spiriti non possano oltrepassarle. 
L'edificio diventa ancor più affascinante considerando il mistero che aleggia sulla vita di Jim Thompson, architetto americano scomparso - non si sa ancora come - durante un viaggio in Malesia.


La casa di Jim Thompson, in tipico stile thailandese.

Seta, Jim Thompson

Jim Thompson fondò la Compagnia della Seta, riuscendo a far rifiorire l'industria della seta in Thailandia.
Molti turisti oggi si aspettano che la Thailandia offra pura seta a basso costo. In realtà, in gran parte dei mercati la seta è a basso costo, ma non può essere propriamente definita tale: si tratta quasi sempre di seta frammista ad altri materiali. 
Non si tratta di truffa. Semplicemente noi siamo soliti credere che silk significhi pura seta. I thailandesi no.
Il discorso cambia nei negozi. I prodotti in seta di Jim Thompson - più costosi - sono ancora oggi una grande garanzia.

E infine - rullo di tamburi - i fiori di loto della Casa di Jim Thompson. Potrei spendere ore parlandone, ricordando il loro profumo, le loro fattezze e il fatto che ho dovuto toccarne i petali per capacitarmi che fossero veri. Veri per davvero.

Sì, con la Casa di Jim Thompson è stato Amore. Amore a Prima vista.

Fiori di loto, Jim Thompson House

You Might Also Like

54 commenti

  1. Bellissimo Manu! Io avevo pensato di scartarla ma sembra che valga la pena visitarla :)

    RispondiElimina
  2. E' tutto così perfetto da sembrare quasi plasticoso! E' un mondo veramente lontano dal nostro... si vede già dalle foto!!

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina
    2. vero. sembra finto per quanto è bello :D

      Elimina
  3. Ti capisco perfettamente io credo in tutte queste cose ovviamente sia begnini che maligni anche se i secondi dipendono molto da noi. Bellissimi questi tempietti mi piacerebbe averne uno ma non credo possa essere rappresentato come vorrei in un contesto cosi...diciamo terreno. Mooolto bello e la tua descrizione è perfetta. Grazie perl le immagini. Buona domenica

    RispondiElimina
    Risposte
    1. anche io ne vorrei avere uno, ma effettivamente da noi cosa significherebbe? Non so...

      Elimina
  4. PS. Non mi meraviglio che sia scomparso considerando la sua vita da ..spia, ma cìè un altro con lo stesso nome e cognome che è uno scrittore americano di noir. Qualcosa ho letto non è proprio male. Ciaooo

    RispondiElimina
  5. Bellissimo post Manu, ha suscitato in me un interesse ancora più grande per la Thailandia!

    RispondiElimina
  6. Thanks for sharing your info. I truly appreciate your efforts and I will
    be waiting for your further post thanks once again.


    my web site: unlock iphone ios 7.0.4

    RispondiElimina
    Risposte
    1. thank you! it's a big pleasure for me!

      Elimina
  7. Trovare luoghi così in occidente mi sa che è impossibile...che meraviglia! Che fascino!
    E ci credo che per te sia stato amore a prima vista :-)
    Grazie Manu, adoro i tuoi post!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie a te Maris! :)
      è stato amore al 100%

      Elimina
  8. L'ho letto ieri sera prima di dormire.. voglio andarci assolutamente!!! E che colori! Come al solito, complimenti! :*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie tesoro! tu te ne innamoreresti! lo so!

      Elimina
  9. Adoro i posti di questo genere, dove si percepisce la spiritualità, dove senti che c'è qualcosa di diverso e non riesci a capire cosa. La casetta degli spiriti è una cosa davvero troppo carina e la natura che la circonda è qualcosa di straordinario che non fa altro che accrescere la curiosità nei confronti di questi piccoli oggetti. Manu, grazie per questo scorcio di Thailandia! Con i tuoi posts sto scoprendo piano piano un posto che finora avevo quasi ignorato. Ciaoo :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. anche io ho iniziato a scoprire la Thai poco prima di partire. Prima ne ignoravo la bellezza!
      Grazie per i tuoi gentilissimi commenti Ilaria!

      Elimina
  10. Ciao Manuela! :D
    Sono stato lontano per un po', ma ogni volta che torno su questa pagina resto incantato!
    Questo articolo mi ha trasmesso un gran senso di pace, e mi piacerebbe molto riuscire a visitare in futuro una di quelle casette degli spiriti! :)
    A presto :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie mille Enrico! è un posto a stretto contatto con la cultura locale e la natura. Tutto profuma e regala pace. Credo ti piacerebbe! :)

      Elimina
  11. wow è veramente bellissimo!

    un bacione. elena :)

    http://thecollagelife.blogspot.com.es

    RispondiElimina
  12. Il tuo racconto e le tue foto rilassano!!!
    Non ho mai preso la Thailandia come meta da considerare e invece più passano gli anni e più ne sono attratta.
    Un kiss

    RispondiElimina
    Risposte
    1. per me è stato un amore in crescendo... quindi posso capire! :)

      Elimina
  13. Ciao Manuela, innanzitutto Buon Anno e poi beh..mi hai fatto sognare con la realtà di questo luogo che ci hai presentato. Non sono mai stata in Thailandia..quindi perdona il mio stupore per tutto quello che ho visto. La cosa che mi ha affascinato di più sono proprio quei fiori di loto che mi descrivi profumati..sembrano origami.... bellissimi davvero!!
    Passa una buona domenica, Stefania

    RispondiElimina
    Risposte
    1. perdono... certo! Ne sono rimasta sconvolta anche io! :)
      I fiori sembrano finti, ma giuro che sono veri! :D

      Elimina
  14. Che Sogno Manuela! Sembra davvero un...un Amore a prima vista! <3

    RispondiElimina
  15. Oh Manu tu e questi post sulla Thailandia mi fate proprio sognare...adesso resterò in attesa finché non installerete la vostra casetta per gli spiriti!
    Sai che i fiori di loto sono da sempre i miei preferiti? Li amo e hanno un ricordo speciale :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. io aspetto solo che tu prenda la valigia e parta! Ti ci vedo così tanto in Asia! :) Ti sta chiamando!

      Elimina
  16. Affascinante è l'aggettivo che trovo più indicato! Dal tuo racconto trapela tutto lo stupore che hai provato di fronte a questa casa. Bellissima! Un bacione

    RispondiElimina
  17. me la ricordavo bella...ma adesso ancora più bella ! :) Grazie eh <3

    RispondiElimina
  18. mamma mia Manu, che posto incredibile... quei fiori, le loro usanze, l'atmosfera che si respira solo a leggerlo questo post... Bellissimo e tu, come sempre, mi emozioni tanto.
    Un abbraccio fortissimo..

    RispondiElimina
  19. Che sogno! e che colori incantevoli *-*

    RispondiElimina
  20. Anch'io voglio la casetta degli spiriti, e magari anche i fiori di loto! Ma che posti affascinanti che hai visitato, beata te!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie Andrea! Faccio del mio meglio, eh! :)

      Elimina
  21. ci sono stata, è bellissima e il giardino pieno di orchidee un incanto! bellissime foto
    Ciao!
    Francesca

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie Francesca! Nessuno riesce ad uscire "immune" da questo posto!

      Elimina
  22. Uno splendore, non si può descrivere in altro modo *w*

    RispondiElimina
  23. Questo posto me lo sono tenuto per la mia prossima volta a Bangkok (che credo sarà a dicembre ^_^), bello sapere che ho ancora molto da vedere lì!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. segna segna! non puoi perdertelo! :D

      Elimina
  24. Manu chissà perchè ma ogni volta che apro il blog finisco per leggere post della sezione 'Asia'...
    Io purtroppo non ero stata a visitare questa meraviglia ma... poco male una cosa da vedere la prossima volta!!

    RispondiElimina
  25. Grazie per avermi fatto conoscere questa meraviglia Manu... segno come prima tappa se mai andrò a Bangkok :D
    Tra seta e fiori di loto... sembra la Thailandia dei film!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sì, è una Thailandia molto molto diversa dall'immaginario collettivo Lu :) bellissima!

      Elimina

Lasciami un segno del tuo passaggio,
fammi sapere cosa ne pensi :)

[rispondo sempre, amo l'interazione]

recent posts

Labels

#caprai4love #esplorandoarbataxpark #instameetLe15 #invasionidigitali #leinvasionimurgiane #nonpartosenza #TipicaMenteRimini #Traveldreams #Valleditriatour #WeLevanto Abruzzo Africa Alberobello altro Amalfi America Amsterdam Asia Assisi Atlantic City AUE austria Bangkok Barcellona Bari Basilicata Baviera Belgio Berlino Bernalda Blog & Social Media Tour blogtour Bologna Bruxelles Budapest Calabria cambogia Campania Can't Forget Italy Cappadocia Cartoline dal mondo castelmezzano Castro Cilento Cinque Terre Cisternino Corfù Coriano Corsica Cortina Costa Rica Craco Croazia deserto Disney Disneyworld DIY donna Dubai Dublino Egitto Europa eventi Everglades Fasano featured Fiandre Firenze Florida food Frammenti di viaggio Francia Francoforte Friuli Venezia Giulia Gallipoli Gandoli Gargano Gent Germania Giappone Giordania Gran Bretagna Grecia Grottaglie hotel instagram intervista Irlanda Ischia Istria Italia jamaica Key West Koh Nang Yuan koh samui Koh Tao Lampedusa Latopositivo Lecce Levanto lifestyle Liguria Locorotondo Lombardia Londra Lonely Planet Luxor Mantova Marsa Alam Martina Franca Matera Messico Miami Milano Misurina Molise Monaco Monopoli montefalco myperception Napoli Nepal New York Olanda Orlando Ostuni Otranto Parigi Petra philadelphia Plan de Corones Polignano Porto Cesareo Portogallo Portovenere Positano Praiano premi puglia Radio Capital riflessioni Rimini Roma Romania Salento Sardegna Savelletri Sicilia snapchat snorkeling Sorrento Spagna storytelling Sudafrica svezia Svizzera Taranto tartarughe TBEXAsia telefilm ThaiExperience Thailandia Toscana tradizioni Trani Trentino tunisia Turchia umbria Ungheria Valencia Valle D'Itria Vallonia varie Veneto Venezia Verona viaggiare Vico del Gargano video Vietri sul mare Vinitaly weekend wellness wine

Copyright

I contenuti presenti sul blog "Pensieri in Viaggio" dei quali è autore il proprietario del blog non possono essere copiati,riprodotti,pubblicati o redistribuiti perché appartenenti all'autore stesso.
E’ vietata la copia e la riproduzione dei contenuti in qualsiasi modo o forma.
E’ vietata la pubblicazione e la redistribuzione dei contenuti non autorizzata espressamente dall’autore.
Copyright © 2013 - 2016 Pensieri in Viaggio by Manuela Vitulli. All rights reserved

Scrivi a manuvitulli@gmail.com oppure qui: