Asia food

Street Food: la Thailandia dei cinque sensi

lunedì, novembre 25, 2013Manuela Vitulli


Un mercato infinito. Questa la prima impressione che ho avuto della Thailandia, la stessa impressione che ho portato a casa al ritorno.

Passeggiare per le vie thailandesi  significa vivere un'incredibile esperienza sensoriale.
Ogni marciapiede è occupato da bancarelle di ogni genere i cui colori, odori, sapori, rumori stimolano continuamente i cinque sensi
Persino il senso del tatto viene stimolato dalla voglia di toccare tutte le stranezze culinarie in bella mostra.


street food, Thailandia

 Più volte mi è capitato di rimanere inconsapevolmente incantata davanti ad una bancarella, rapita dai profumi emanati dal cibo fumante preparato davanti ai miei occhi.

Il tesoro della Thailandia è custodito nei mercatini... e nel cibo!

A Bangkok è difficile sentirsi soli grazie al pullulare di bancarelle in ogni angolo della città e a qualsiasi ora del giorno
Ho fatto fatica a capire che sentire alle nove del mattino l'odore dell'arrosto rappresenta la normalità. Perchè alle nove del mattino i thailandesi mangiano quello che noi chiameremmo pranzo. E dopo qualche ora ritrovi gli stessi thailandesi seduti in un'altra bancarella per gustare un piatto di noodles. E poi ancora nel primo pomeriggio. Insomma, tutto questo si ripete fino a cena.
Conclusione: in Thailandia si mangia in continuazione.

Oltre a questo aspetto (per me fantastico) quel che apprezzo delle popolazioni asiatiche, compresa la Thailandia, è l'importanza della condivisione
I thailandesi non ordinano una pietanza a testa, ma condividono tutti i piatti serviti a tavola. 

Pensateci: quante volte avete voglia di assaggiare quello che hanno ordinato i vostri amici? A me capita sempre. 
In Italia, soprattutto in particolari circostante, potrebbe risultare davvero maleducato prendere del cibo dal piatto altrui. 
In Thailandia sarebbe strano non farlo. Non è fantastico?

I momenti trascorsi a Bangkok consumando i pasti in compagnia sono stati momenti di allegria, di risate, di felicità. Perchè mangiare rende felici, soprattutto se si condivide quel che si mangia.



Bohphut Market, Koh Samui


Bohphut Village, Koh Samui

Non occorre mangiare per strada per risparmiare. Anche i ristorantini locali consentono di spendere una miseria (circa cinque - sei euro a persona) per un pasto a base di piatti locali.

E allora, perchè lo street food? Perchè fidarsi di quello che preparano per strada?

Innanzitutto perchè quello che preparano per strada è ancora più economico (ho pagato succhi freschissimi anche meno di 0,30 centesimi di euro).
Inoltre, è sbagliato credere che quello che viene preparato per strada sia sporco.
Certo, è sempre meglio scegliere le bancarelle più frequentate (solitamente è una garanzia) e magari, se l'acqua non è in bottiglia, non sarebbe una cattiva idea comprarla  dal supermercato. 

Qualcuno, al mio ritorno, ha avuto uno shock quando ha saputo che in quattro persone abbiamo speso meno di due euro per un pranzo di carne.


Succo appena preparato, Bangkok


Tra le innumerevoli bancarelle di Bangkok, meritano una visita quelle di Chinatown.
A Koh Samui sono molto conosciuti i mercatini di Nathon, anche se personalmente ho apprezzato la vivacità dei mercati di Boh Phut, il quartiere dei pescatori.
Ma in qualsiasi mercato il tripudio di colori, odori e sapori è assicurato.

Non si può non provare la frutta locale.
Avrei potuto vivere di ananas, cocco, mango e mango-shake.
Una prelibatezza che non dimenticherò facilmente: la mango cheesecake. Sicuramente un'overdose di calorie, ma troppo troppo buona.

Sono stata incuriosita da un frutto bellissimo, fuxia all'esterno e all'interno simile alla stracciatella, bianco con puntini neri. Il dragon fruit.


Frutta locale, Koh Samui


Succo di melagrana, Chinatown, Bangkok


Street food, Bangkok


Food market, Bangkok


Dragon fruit, Thailandia

Ho adorato il Pad Thai, il piatto nazionale thailandese a base di noodles. Peccato che poi abbia scoperto che non si tratta di un piatto tipicamente thailandese, in quanto è stato ideato appositamente per i turisti.

Non esiste tavola thailandese senza riso
Il riso viene preparato a qualsiasi ora del giorno e in qualunque modo.
Oltre al classico riso preparato al vapore, ho provato buonissime zuppe di riso e il Kaw Oh Kai, riso avvolto nell'uovo, non piccante e molto nutriente.
Ho apprezzato anche il Massaman, preparato utilizzando il massaman curry.

Per me che non amo il cibo piccante è stata una dura lotta resistere al fuoco generato da ogni boccone mandato giù. Ma ne è valsa la pena. La cucina thailandese è squisita.

Anche la birra thai, al contrario delle mie aspettative, non è per niente male. Tra quelle che ho provato, ho apprezzato la Singha Beer. Ideale per accompagnare il tramonto in spiaggia.

La birra in Thailandia viene servita con ghiaccio. Non c'è da scandalizzarsi: il ghiaccio mantiene la birra fresca nonostante le alte temperature.

Singha Beer e Kaw Oh Kai, Ko Nang Yuan


Un pranzo al volo: street food, Bangkok

Come sarebbe un viaggio senza il grande privilegio (che a volte necessita di coraggio) di provare le specialità del posto?


Avete mai sentito parlare del durian?

Si tratta di un frutto tipico del Sud-est asiatico, famoso non tanto per la sua bontà (i gusti son soggettivi!) quanto per il suo discutibile "profumo" che ne vieta il consumo nei luoghi pubblici.
Eppure, nonostante in molti (compreso il programma tv Pechino Express) l'abbiano definito come uno dei frutti più maleodoranti al mondo, io tutta questa puzza non l'ho mica sentita.
All'interno del pericarpo spinoso, al tatto il frutto appare strano per la consistenza cremosa, tanto da sembrare formaggio.
Se mi è piaciuto? Andrea ci ha convinti ad assaggiarlo (nonostante la nostra titubanza frammista a curiosità) e il suo video (qui sotto) lo testimonia.
In realtà basta solo farci un pò il naso. Ovviamente trattandosi di un sapore nuovo e particolare, occorre del tempo per imparare ad apprezzarlo.
Guardate un pò... Vi sembriamo convinti?

Il tanto temuto Durian, Bangkok


L'acquisto del Durian, Andrea e Fra, Bangkok





You Might Also Like

56 commenti

  1. Il post che aspettavo! Grazie per i consigli...ecco, magari il durian lo lascio per ultimo! :D Ma per tutto il resto siamo sulla stessa lunghezza d'onda...non vedo l'ora di perdermi fra i mercati e assaggiare il cibo locale!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti avevo detto che era in arrivo il post gastronomico :)
      Goditi la Thailandia anche per me. Il cibo fa parte del viaggio, e in questo caso è anche buonissimo!
      Potessi tornare indietro di due mesi..... :)

      Elimina
    2. Ci vuole tempo... anche per il durian...dopo anni ora lo adoro http://andreainthailandia.tumblr.com/post/22639814540/ma-quanto-puzza-il-durian Forse il trucco è nel non pensarlo come un frutto...ma in fondo io amo il gorgonzola e il provolone...

      Elimina
  2. leggere questo post all'ora di pranzo è un vero attentato...che meraviglia di foto! Se dovessi darti un voto alla stimolazione sensoriale ti beccheresti un bel 10! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie Paoletta! detto da te, che ci sei anche stata, ha un valore aggiunto!
      Sarebbe bello perdersi insieme tra lo street food thailandese :)

      Elimina
  3. A volte ritornano! :-P
    Questo post è troppo... gnam gnam... mi ha fatto venire fame!
    Immaginavo che Pechino Express avesse esagerato su certe cose, credo che sia anche normale... però dare informazioni errate no dai!
    Invece tu come al solito sei sempre precisa! ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. a quante pare Pechino Express ci ha un pò marciato... del resto è ammissibile, considerando che si tratta di un programma televisivo.
      Grazie per la visita Orso :)

      Elimina
  4. Che bellissimi colori! E che acquolina... anche se la tua espressione nel video non è poi molto... come dire... incoraggiante!! :D :D :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahaha in effetti non sembro molto convinta!
      Il sapore è strano per chi prova il durian la prima volta. Pensa che in molti si rifiutano persino di assaggiarlo!
      In realtà non è affatto male... chissà, potrebbe diventare il mio frutto preferito! Mai dire mai :D

      Elimina
  5. Ho una voglia di Thailandia pazzesca... :) Foto bellissime!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie :) sono riuscita a portarvi con me allora!

      Elimina
  6. This looks very nice! :-)

    All the best from the Netherlands,
    dzjiedzjee.blogspot.com

    RispondiElimina
  7. A parte che tu sei bellissima!
    Detto ciò, in viaggio al cibo non rinuncio. E' tra le mie fisse, prima di partire, scoprire i posti migliori per mangiare (non intendo la pizzeria italiana o il ristorante di classe).
    E sono una molto schifiltosa (questo è troppo viscido, quello è poco cotto, quell'altro mi fa senso), ma quando parto sarei capace di assaggiare anche gli insetti; guardando Pechino Express mi sono detta che magari i vermoni no, ma uno scorpione, qualcosa di "croccante" insomma, lo proverei. Ma sono parole di una che è in italia con il piatto di pasta in tavola :D
    Le foto, come al solito, fanno sognare.
    Buon inizio settimana!

    Alice

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono un pò versione shock nel video. Ma va bene, dai :)
      Come te in viaggio non mi tiro mai indietro. La roba che in Italia non mi sognerei mai di provare, in viaggio mi attrae troppo.
      Perchè scoprire il cibo del posto è parte fondamentale di un viaggio :)
      Grazie Alice, un abbraccio

      Elimina
  8. a guardare le tue foto non mi sembra affatto sporco, anzi mi hai messo un languorino :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. confesso che gli odori di questi mercati non sono sempre profumi, ma il cibo.. wow! :D

      Elimina
  9. Wow, è tornato il Dragon Fruit!! :)
    Bellissime foto, sai che amo il cibo e vedere lo street food thai mi ha fatto sognare... anche se forse non mangerei proprio tutto tutto :)

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. lo so bene.
      Il cibo fa sognare un pò tutti :)
      Anche tu amante del dragon fruit?

      Elimina
  10. Cari ragazzi...è un piacere pensare che sono stato in qualche modo artefice di tante scoperte...e sono felice di poter dire che non vi siete mai tirati indietro davanti alle mie proposte!
    Belle foto (come sempre)...a presto nella terra dei sorrisi!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. :) Spero a prestissimo Andrea!
      Senza di te non avremmo apprezzato così tanto la terra dei sorrisi. Questo è poco ma sicuro.
      Riconoscenti a vita!

      Elimina
  11. Sai bene quanto amo i mercatini e tu mi hai fatto un post stupendo su mercati... di cibo. Un sogno!
    Colori stupendi e mi sono talmente calata nel racconto che quasi quasi sento anche gli odori.... :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. è troppo facile perdersi in questi mercati. Solo seguendo i rumori e la scia degli odori non ci si raccapezza più. Io ci ho provato a portarvi con me.. e tu mi hai seguita :)

      Elimina
  12. adoro i post culinari!! secondo me il bello di un viaggio sta anche nell'assaggiare i piatti tipici, io ti giuro non li capisco quelli che vanno a cercare la pasta a Cuba... la frutta secondo me è la cosa più bella dei paesi asiatici e sudamericani, ci sono varietà infinite che noi neanche ci immaginiamo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. idem! e poi ci si lamenta anche della pasta che non sa di pasta. E ci credo! :D

      Elimina
  13. Quanti colori! Quanta frutta! Sarebbe stato un paradiso per me! Comunque Manu, se dopo aver assaggiato il Durian la tua faccia può incoraggiare l'assaggio del frutto, di certo quella che fai mentre lo tocchi no: è eloquente! XD CIaoo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahahah Ila lo ammetto. La consistenza mi ha lasciato di stucco! :D

      Elimina
  14. e allora esageravano in Pechino Express? :) molto interessante questo post, anche perchè come sai non mi sono persa una puntata del programma dunque mi ero fatta un'idea diversa su certe cose ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie Enrica.
      Sì, hanno un pò esagerato in Pechino Express. Il durian è mangiabile e persino "odorabile" :D

      Elimina
  15. Che meraviglia, quanti colori...che fame!
    Io adoro lo street food e poi mangiare qualcosa cucinato dalle persone del luogo che stai visitando ti fa davvero entrare nel loro mondo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. concordo. è un modo per assaporare davvero la cultura del luogo. Non bastano gli occhi, serve anche il palato :)

      Elimina
  16. Bellissimo Manu! Per me che mangio di tutto e di più è davvero un Paradiso..manca poco *_*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. non vedo l'ora di seguirti in questa thai experience. sarà come ripercorrere la mia esperienza :D
      Un abbraccio!

      Elimina
  17. questo è un errore che ho fatto quando ero a bangkok: mai mangiato per strada. Errori forse di "giovinezza".. Più tardi ho capito che in thailandia è uno stile di vita :(( certo però che il durian fa davvero impressione! buona giornata, ciao Andrea

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahahah ma no Andrea, questo è dovuto al terrorismo psicologico!
      Prova il durian e poi fammi sapere!Buon weekend!

      Elimina
  18. Mmm che fame, io adoro il cibo thai :) che bellina che sei nel video, altro che Pechino Express!

    RispondiElimina
  19. Adoro i noodles e anche a me capita spesso di voler assaggiare qualcosa che hanno preso gli altri. Solitamente mangiucchio dal piatto di Lui che, oramai, c'è abituato e se lo aspetta:) Ovviamente non posso farlo con gli altri! La mango cheesecake la vorrei troppo assaggiare, impazzisco sia per il mango che per il cheesecake!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Confermo. La mango cheesecake è qualcosa di incredibile. Difficile dimenticarla!

      Elimina
  20. Bellissime foto, piene di colori e di vita. Io non sono così coraggiosa da assaggiare proprio tutto.

    Un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie Kylie!
      A volte il coraggio di assaggiare fa sentire appagati :)

      Elimina
  21. Fame si, belle le immagini si, ma il durian penso che l'avrei assaggiato se pensiamo al formaggio gorgonzola, il formaggio di fossa ed altri che vengono paragonati come odore a....calli eppure li mangiamo penso che anche questo...magari tappandomi il naso al primo approccio....poi mi piacerà certamente.
    Ciaooo grazie delle novita ecc. e buona fine settimana.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. esatto. in fondo riusciamo a farci piacere i formaggi nonostante l'odore (puzzolente) :D

      Elimina
  22. Oh Manu, adoro i tuoi splendidi post!! Sempre belli e interessanti.. Tra poco poi andrò in Thailandia quindi per me sono doppiamente interessanti!
    Bravissima!
    Un bacione enorme!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Marina :)
      Avrai modo di constatare tu stessa quel che si prova tra i mercati thailandesi.
      Aspetto i tuoi racconti
      Un abbraccio!

      Elimina
  23. adoro il cibo da strada e all'estero non so perchè mi piace mangiare in posti che in italia sarebbero improponibile. belle foto complimenti

    RispondiElimina
    Risposte
    1. lo stesso vale per me :)
      Grazie Enrica!

      Elimina
  24. Che frutta fantastica! E' bellissimo scoprire le usanze locali e lo street food è un ottimo allenamento ;) Voglio andare anche io in Thailandia!!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. niente di meglio dello street food per mescolarsi tra la gente locale :)
      Se vai in Thailandia io ti seguo, eh! :D

      Elimina
  25. Quando arrivai in Cambogia, anni fa, rimasi impressionata dal dragon fruit e altri frutti locali che non avevo mai assaggiato. Forse, dopo anni di viaggi, ormai ho anticorpi a prova di cannone, ma non sono mai stata male a mangiare lo street food. Tranne in Birmania: ma lì l'igiene è davvero un optional.
    Non sapevo che il Pad Thai non fosse un piatto tradizionale thailandese!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. dopo averlo gustato estasiata sono rimasta di stucco anch'io (ovviamente ce l'ha rivelato Andrea).
      Credevo di aver trovato il mio piatto thai del cuore!
      Per lo street food sono decisamente d'accordo con te (la Birmania, che spettacolo dev'essere... *.* )

      Elimina
  26. Adoro questo genere di post! Non so se avrei avuto il coraggio di assaggiare il durian, mi impressiono facilmente XD

    RispondiElimina
  27. Da quello che dici le bancarelle qui sono un tesoro nel tesoro davvero! Bellissima questa cosa della condivisione :)

    RispondiElimina

Lasciami un segno del tuo passaggio,
fammi sapere cosa ne pensi :)

[rispondo sempre, amo l'interazione]

recent posts

Labels

#caprai4love #esplorandoarbataxpark #instameetLe15 #invasionidigitali #leinvasionimurgiane #nonpartosenza #TipicaMenteRimini #Traveldreams #Valleditriatour #WeLevanto Abruzzo Africa Alberobello altro Amalfi America Amsterdam Asia Assisi Atlantic City AUE austria Bangkok Barcellona Bari Basilicata Baviera Belgio Berlino Bernalda Blog & Social Media Tour blogtour Bologna Bruxelles Budapest Calabria cambogia Campania Can't Forget Italy Cappadocia Cartoline dal mondo castelmezzano Castro Cilento Cinque Terre Cisternino Corfù Coriano Corsica Cortina Costa Rica Craco Croazia deserto Disney Disneyworld DIY donna Dubai Dublino Egitto Europa eventi Everglades Fasano featured Fiandre Firenze Florida food Frammenti di viaggio Francia Francoforte Friuli Venezia Giulia Gallipoli Gandoli Gargano Gent Germania Giappone Giordania Gran Bretagna Grecia Grottaglie hotel instagram intervista Irlanda Ischia Istria Italia jamaica Key West Koh Nang Yuan koh samui Koh Tao Lampedusa Latopositivo Lecce Levanto lifestyle Liguria Locorotondo Lombardia Londra Lonely Planet Luxor Mantova Marsa Alam Martina Franca Matera Messico Miami Milano Misurina Molise Monaco Monopoli montefalco myperception Napoli Nepal New York Olanda Orlando Ostuni Otranto Parigi Petra philadelphia Plan de Corones Polignano Porto Cesareo Portogallo Portovenere Positano Praiano premi puglia Radio Capital riflessioni Rimini Roma Romania Salento Sardegna Savelletri Sicilia snapchat snorkeling Sorrento Spagna storytelling Sudafrica svezia Svizzera Taranto tartarughe TBEXAsia telefilm ThaiExperience Thailandia Toscana tradizioni Trani Trentino tunisia Turchia umbria Ungheria Valencia Valle D'Itria Vallonia varie Veneto Venezia Verona viaggiare Vico del Gargano video Vietri sul mare Vinitaly weekend wellness wine

Copyright

I contenuti presenti sul blog "Pensieri in Viaggio" dei quali è autore il proprietario del blog non possono essere copiati,riprodotti,pubblicati o redistribuiti perché appartenenti all'autore stesso.
E’ vietata la copia e la riproduzione dei contenuti in qualsiasi modo o forma.
E’ vietata la pubblicazione e la redistribuzione dei contenuti non autorizzata espressamente dall’autore.
Copyright © 2013 - 2016 Pensieri in Viaggio by Manuela Vitulli. All rights reserved

Scrivi a manuvitulli@gmail.com oppure qui: