Barcellona Europa

Vamos a comer - Dove mangiare a Barcellona

mercoledì, luglio 24, 2013Manuela Vitulli


paella de marisco

Ovviamente a Barcellona è d'obbligo provare il cibo locale
La domanda sorge spontanea: dove?
Ok, in qualunque meta turistica è semplice trovare qualche posto per mangiare, ma è altrettanto semplice cadere nella "trappola" del ristorantino turistico di bassa qualità (e magari anche costoso).
Innanzitutto, a meno che non vi è il pericolo di un imminente svenimento dovuto alla fame, consiglio di evitare di scegliere uno dei locali sulla Rambla perchè offrono cibo surgelato e dai prezzi stellari.
Ma vi è sempre l'eccezione che conferma la regola: l'Attic. Benchè si affacci sulla Rambla con la sua terrazza favolosa, questo ristorante (scoperto da Fra) si distingue nettamente dai locali vicini sia per la location mooolto suggestiva e per l'ottimo cibo, sia per la clientela variegata e non prettamente turistica.

La terrazza dell'Attic di sera

Appena arrivata sulla terrazza, mi è bastato guardarmi attorno per dimenticarmi di essere ancora sulla Rambla: il patio con l'imponente colonnato sormontato da capitelli, la predominanza del bianco, le luci soffuse creano un ambiente elegante del tutto opposto al caotico chiacchiericcio appena lasciato per strada.
Prima di iniziare a descrivere qualche pietanza, premetto che questo posto mi è piaciuto talmente tanto da tornarci una seconda volta.E così ho avuto l'opportunità di godermi questo posto sia col sole che con la luna.
Abbiamo inaugurato ogni pasto con del pane catalano che non è altro che pane abbrustolito condito con olio e pomodoro. Tra gli antipasti abbiamo apprezzato un classico spagnolo, le patate bravas, patate con salsa piccante, e la particolare tempura di seppie con nero di seppia.
In questo posto ho trovato ottima anche la paella de marisco, cioè il piatto tipico spagnolo a base di riso con gamberoni e cozze. Questo è stato un sollievo, perchè in altri posti la paella era palesemente un prodotto surgelato.
Esiste un modo migliore per terminare un pasto spagnolo se non con della crema catalana? Si tratta di un dessert tipico della Catalogna costituito da una base soffice e cremosa ricoperta da una crosta di zucchero caramellato comunemente detta berretto.

pane catalano, Attic.

Attic di giorno.

il colonnato dell'Attic di giorno

patate bravas, Attic

tempura di seppia, Attic

paella, Attic

Crema catalana con berretto, Attic

Casa Batllò, Barcellona

scorcio di Casa Batllò

Tutti sanno che in Spagna è usanza comune quella di "tapeare", cioè stuzzicare varie piccole pietanze locali che noi in Italia chiameremmo antipasti. Vi è una miriade di posti che propongono tapas di ogni genere anche a prezzi davvero convenienti. Uno tra questi è Tapa Tapa, ideale per una sosta golosa magari dopo aver visto Casa Batllò, la meravigliosa opera di Gaudì ricordata soprattutto per i balconi dalle fattezze di maschere veneziane e per il tetto formato da piccole tegole simili a squame di un drago.
Uno dei tre punti Tapa Tapa si trova proprio di fronte a Casa Batllò, offrendo riparo a qualsiasi stomaco affamato. La scelta di tapas è infinita.. ce n'è davvero per tutti i gusti! Io ho adorato le crocchette con formaggio e prosciutto iberico e il piatto unico con patate, uova e prosciutto iberico. 
Se si vuole assaporare intensamente la particolarità del prosciutto iberico, consiglio di provare il tagliere.

crocchette con prosciutto iberico, Tapa Tapa

piatto con prosciutto iberico, patate e uova, Tapa Tapa

Al Barrio Gotico ho cenato in un ristorantino molto caratteristico: La Crema Canela. Qui si può mangiare di tutto, dalla carne al pesce fresco, dalla zuppa al primo di mare per finire con i dolci squisiti. Inoltre i camerieri sono tutti molto cortesi e disponibili [uno mi ha persino pregato di spostare la borsa per evitare eventuali scippi].
Chi visita Barcellona in estate deve assolutamente fare una passeggiata alla Barceloneta, magari al tramonto, quando il cielo si dipinge di sfumature di arancio e di rosa. 
Qui vi sono svariati ristoranti di pesce in cui fermarsi per cena, ma è bene leggere il menu prima di sedersi, in modo da fare attenzione a quei locali che approfittano del disorientamento del turista.

La spiaggia all'imbrunire, Barceloneta

Con una lunga ma piacevole passeggiata, si arriva dalla Barceloneta a Porto Olimpic, una zona molto movimentata in cui intrattenersi dopo cena. Qui ho bevuto sangria e ho provato il Cava, un vino bianco o rosato (nel mio caso bianco) tipico della Catalogna dal sapore frizzante.

Cava e Sangria al Porto Olimpic

Cosa aspettiamo? Vamos a comer ( y beber )!



Informazioni utili

La paella è il piatto spagnolo più famoso, quello che ha fatto il giro del mondo.
Se siete curiosi di scoprire la sua storia e tutte le sue varianti, vi consiglio la lettura di questo post.

You Might Also Like

37 commenti

  1. Vuoi proprio farmi pentire di none essere andato eh?? :-P

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahahha sarà per la prossima volta dai :D

      Elimina
  2. Adoro le tapas, perchè in generale mi piace il concetto dello stuzzicare. E, anche se stasera ho mangiato abbondantemente, mi hai fatto venire voglia di prosciutto iberico :D Bacio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. quella voglia non tramonta mai :D Bacione a te!

      Elimina
  3. Che piatti deliziosi!! La sangria poi..la adorooo!!

    RispondiElimina
  4. Piatti strepitosi :) io continuo a prendere appunti ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. segna tutto Fede.. vedrai che Barcellona stupirà anche te! :D

      Elimina
  5. accidenti che fame! e pensare che fra una settimana avrei dovuto essere lì... sob!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Perchè non ci vai più Vale?

      Elimina
    2. Son saltate le ferie al padrone dell'auto che doveva portarmici! :(((

      Elimina
  6. che meraviglia sempre leggere i tuoi post! a parte che le foto sono splendide (e sei riuscita a farmi venire voglia di paella alle 10 del mattino!! XD) questo tuo "blog tour" mi è piaciuto tantissimo, lo eleggo ufficialmente a mio preferito ♥

    ciao un bacione cara!! :*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie mille Eli! :D
      Un fooooooooooooorte abbraccio!

      Elimina
  7. Ok, mi hai fatto venire fame!
    Le patate con salsa mi piacerebbero sicuramente...
    La crema catalana è tra i miei dolci preferiti in assoluto (approposito, prova il Magnum alla Creme Brulé!)
    E la sangria... wao!^^

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie per il consiglio Magnum *.*
      Credo proprio che la Spagna è una meta giusta per te.. vero? :D

      Elimina
  8. vorrei rimangiare tutto!! che meraviglia le tue foto e i tuoi racconti! :)

    RispondiElimina
  9. I locali della rambla sembrano quelli che ci sono a venezia per spennare i turisti, quando si dice tutto il mondo è paese :(( ottimi invece quelli del barrio gotic! mitica la crema catalana:)) penso di averla mangiata ogni sera! bel post, complimenti! ciao andrea

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Fermarsi a mangiare sulla Rambla è un'eresia, a meno che non si voglia essere spennati.. un pò come a Venezia.. giusto! :D
      Anche io ho adorato i localini nel Barrio Gotic e la crema catalana *.*
      Grazie Andrea!

      Elimina
  10. non ci sono mai stata ma tu con queste belle foto e tutti i consigli che hai dato mi è sembrato di essere li con te! grazie, almeno mi hai fatto viaggiare con la fantasia!

    RispondiElimina
  11. Che bella Barcellona, anche se io sono andata d'inverno e trovare un posto dove mangiare al chiuso non è stato facile :) Però sono ripartita soddisfattissima :)
    Un bacione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. davvero d'inverno son tutti all'aperto??? :(

      Elimina
  12. Che bellissimi ricordi...spero di tornarci prestissimo!
    Splendide foto!
    la zia Consu

    RispondiElimina
  13. bellissime immagini :) mi hai messo l'acquolina in bocca :)

    http://blogpercomunicare.blogspot.com/

    RispondiElimina
  14. che fame!:) io ho pochi ricordi di buon locali a Barcellona lo ammetto, in generale la città al tempo mi aveva un po' deluso credo prima o poi le dovrò dare una seconda chance. Ricordo una buona paellia in un locale in Paseo de Gracia ma non ricordo il nome ahimè!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A me ha entusiasmato molto (ci tornerei anche subito!!!)
      Magari dalle un'altra opportunità ;)

      Elimina
  15. Mamma mia che piatti da sogno! cara Manuela...
    Come vedi ci sono nuovamente dopo la bella vacanza che mi a dato molte soddisfazioni, la prima la presentazione del mio libro. La mia vita ora si trova nella biblioteca del mio paese natio dagli alpini e tutti lo possono leggere.
    Ti informo che se passi da me c'è il PDF che tutti possono scaricare eleggere il libro.
    Aspetto pure te cara Manuela!!!
    Ciao e buon fine settimana cara amica.
    Tomaso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Tomaso! Buona settimana a te! :D

      Elimina
  16. La prossima volta che vado a Barcellona, e ci andrò perché non sono riuscita a vedere tutto, farò tesoro dei tuoi consigli!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. spero ti siano utili! Grazie della visita cara :)

      Elimina
  17. Leggere questo post a ridosso del pranzo è un vero suicidio, specialmente per me che sono a dieta! Ma lo salvo tra i preferiti, dato che mi piacerebbe andare a Barcellona in autunno....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Barcellona non ti deluderà! Sono stata pe anni molto restia, e invece mi ha stravolto! Arte, movida, allegria, colori, buon cibo e persino natura! Tutto in un'unica città! Quando ci andrai, mangia tutto anche per me :D

      Elimina
  18. sbav sbav...quante cose super buone!!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. oggi mi sono imbattuta in questo vecchio post proprio all'ora di pranzo. Puro masochismo eh Polly! :)

      Elimina

Lasciami un segno del tuo passaggio,
fammi sapere cosa ne pensi :)

[rispondo sempre, amo l'interazione]

recent posts

Labels

#caprai4love #esplorandoarbataxpark #instameetLe15 #invasionidigitali #leinvasionimurgiane #nonpartosenza #TipicaMenteRimini #Traveldreams #Valleditriatour #WeLevanto Abruzzo Africa Alberobello altro Amalfi America Amsterdam Asia Assisi Atlantic City AUE austria Bangkok Barcellona Bari Basilicata Baviera Belgio Berlino Bernalda Blog & Social Media Tour blogtour Bologna Bruxelles Budapest Calabria cambogia Campania Can't Forget Italy Cappadocia Cartoline dal mondo castelmezzano Castro Cilento Cinque Terre Cisternino Corfù Coriano Corsica Cortina Costa Rica Craco Croazia deserto Disney Disneyworld DIY donna Dubai Dublino Egitto Europa eventi Everglades Fasano featured Fiandre Firenze Florida food Frammenti di viaggio Francia Francoforte Friuli Venezia Giulia Gallipoli Gandoli Gargano Gent Germania Giappone Giordania Gran Bretagna Grecia Grottaglie hotel instagram intervista Irlanda Ischia Istria Italia jamaica Key West Koh Nang Yuan koh samui Koh Tao Lampedusa Latopositivo Lecce Levanto lifestyle Liguria Locorotondo Lombardia Londra Lonely Planet Luxor Mantova Marsa Alam Martina Franca Matera Messico Miami Milano Misurina Molise Monaco Monopoli montefalco myperception Napoli Nepal New York Olanda Orlando Ostuni Otranto Parigi Petra philadelphia Plan de Corones Polignano Porto Cesareo Portogallo Portovenere Positano Praiano premi puglia Radio Capital riflessioni Rimini Roma Romania Salento Sardegna Savelletri Sicilia snapchat snorkeling Sorrento Spagna storytelling Sudafrica svezia Svizzera Taranto tartarughe TBEXAsia telefilm ThaiExperience Thailandia Toscana tradizioni Trani Trentino tunisia Turchia umbria Ungheria Valencia Valle D'Itria Vallonia varie Veneto Venezia Verona viaggiare Vico del Gargano video Vietri sul mare Vinitaly weekend wellness wine

Copyright

I contenuti presenti sul blog "Pensieri in Viaggio" dei quali è autore il proprietario del blog non possono essere copiati,riprodotti,pubblicati o redistribuiti perché appartenenti all'autore stesso.
E’ vietata la copia e la riproduzione dei contenuti in qualsiasi modo o forma.
E’ vietata la pubblicazione e la redistribuzione dei contenuti non autorizzata espressamente dall’autore.
Copyright © 2013 - 2016 Pensieri in Viaggio by Manuela Vitulli. All rights reserved

Scrivi a manuvitulli@gmail.com oppure qui: