Berlino Europa

Addio al muro di Berlino, addio East Side Gallery!

sabato, marzo 02, 2013Manuela Vitulli


East Side Gallery: un chilometro e mezzo di storia.
Forse il chilometro e mezzo più bello mai percorso.
Percorrendo quel che rimane del Muro di Berlino mi sono sentita viva.
Viva come i colori che lo dipingono,
viva come i messaggi che lo ricoprono.




Ma dico.. SIAMO IMPAZZITI?

BERLINO - "Il Muro di Berlino deve restare". Scandendo questo slogan dal sapore surreale, nella capitale tedesca stamani circa duecento persone sono riuscite momentaneamente a impedire che, per agevolare la costruzione di un edificio residenziale di lusso, le ruspe abbattessero un tratto di 20 metri di blocchi di cemento residui della Repubblica democratica. Il tratto di Muro in questione, lungo il fiume Sprea, fa parte dell'East-Side Gallery, come è stata ribattezzata quella striscia di cemento di 1,3 chilometri su cui nel 1990 oltre 120 artisti hanno dipinto murales ormai storici, divenuti da tempo una delle maggiori attrazioni per turisti e appassionati di storia berlinese.
E allora mi sono chiesta perché
Perché hanno ben pensato di costruire lungo il fiume appartamenti di lusso. In sei giorni sono state raccolte oltre venticinquemila firme contro la rimozione. Pare però che sia il governo tedesco, che l'Unione Europea siano impassibili a tutto ciò. 


Sembrerà assurdo, ma sono davvero inferocita e al tempo stesso amareggiata. Ho percorso quel chilometro e mezzo di muro per ben due volte, una di sera ed una di mattina. L'emozione è stata fortissima. Le frasi dipinte su ogni graffito sono molto forti. Sono frasi che inneggiano alla libertà dopo tanti anni costretti a sopportare la vista di un muro senza alcuna possibilità di valicarlo. 
E anzi, più che chiamarlo muro, io preferisco sempre chiamarlo col suo attuale nome: East Side Gallery. Una galleria d'arte, perché la street art è Arte



Col suo abbattimento non solo scompare una delle maggiori "attrazioni" berlinesi, non solo diciamo addio alla più bella galleria di graffiti a cielo aperto, ma soprattutto perdiamo un pezzo di storia, una testimonianza della sofferenza di una città divisa, spezzata in due senza alcun criterio. Sì, senza alcun criterio, perché questo muro non divideva semplicemente la città spezzando in due strade, piazze e viali, ma entrava anche all'interno delle case dividendo famiglie sotto lo stesso tetto. Tutto ciò è agghiacciante, e il museo a Checkpoint Charlie può darne un'idea. Ma non basta! 

Checkpoint Charlie Museum. Il muro divide un'abitazione
Museo a Checkpoint Charlie. Mamma che nasconde il proprio bambino nella borsa della spesa per portarlo dall'altra parte del muro.


Crede che sia stato giusto far scomparire così velocemente tutte le tracce del Muro?

Allora regnava l’euforia e la parola d’ordine era: “Il Muro deve scomparire!”. Ed è successo. Il processo è durato quasi un anno. Poi ci si è resi conto che se ne sarebbero dovuti preservare alcuni pezzi, per non dimenticare completamente il passato e ricordare ciò che era successo. Noi artisti nel 1990 abbiamo iniziato il progetto della “East Side Gallery”, che oggi, con i suoi 1,3 km, è la parte di Muro più lunga rimasta in città, ricoperta dai nostri dipinti. Essa serve a ricordare che cosa spaventosa fosse il Muro.
[intervista a Thierry Noir, uno degli artisti del muro] 
East Side Gallery. Graffiti by Thierry Noir


You Might Also Like

16 commenti

  1. Abbattere un muro (per costruirci tra l'altro degli appartamenti di lusso) è un po' come cancellare un pezzo di storia del popolo tedesco! Il passato è passato, non può essere cancellato! Vedere il muro è come tornare indietro nel tempo, è toccare con mano la sofferenza dei milioni di tedeschi che furono divisi ingiustamente! Farebbero un grande errore anche dal punto di vista turistico, milioni di turisti hanno come prima tappa l'East side gallery, anche perché è meravigliosa!
    Bel post :)
    Federico
    lavaligiasottosopra.blogspot.it

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Federico :)
      Giorni fa ho letto anche il tuo post sul muro (bel post!) e poco dopo ho scoperto questa brutta notizia. Sinceramente mi ero riproposta di tornare a Berlino un pò per per andare a Potsdam e un pò per fare nuovamente tappa all'East Side Gallery, che non è certo uno di quei posti dopo aver visto una volta poi ti sembra futile ritornarci. Tra l'altro, io amo i graffiti e i loro colori così squillanti. Quelli del muro sono anche densi di significato. Sono davvero addolorata perché l'ignoranza umana e l'avidità di denaro non hanno mai fine, anche a discapito della storia e del bene del Paese. Come te credo che il turismo berlinese subirà un calo!

      Elimina
  2. non sono mai andata a Berlino , credo però che adesso sarebbe un errore abbatterlo...Buona domenica !

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Chiara. Ti rispondo in ritardo.. quindi.. Buon Lunedì :)

      Elimina
  3. Berlin e' una citta' davvero meravigliosa!!!

    Hai un blog interesante!!! Saluti dalla Polonia ;)

    http://italiaaamia.blogspot.com/

    http://jozefinatravelphoto.blogspot.com/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille Jozefina :)
      Passo dal tuo!
      Un abbraccio

      Elimina
  4. spero proprio che lo conservino per sempre!
    è un pezzo di storia che è diventato un'opera d'arte!
    Berlino è splendida, ci sono stata una volta ma è decisamente amore! :)

    diario dalla mia Parigi:
    http://meonia-wise.blogspot.fr/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sono contenta che, come me, ci siano altri sostenitori :)
      Passo da te! Un abbraccio
      Manuela

      Elimina
  5. CHE PIACERE AVER SCOPERTO UN BLOG INTERESSANTE!
    CIAO MANUELA!

    RispondiElimina
  6. Ma che bel blog ^_^

    Ho sempre viaggiato poco e ora volevo cominciare a conoscere un po' il mondo... Posso chiederti una cosa? a maggio farò un viaggetto di qualche giorno ma sono indeciso tra Berlino e Barcellona... cosa mi consiglieresti? Grazie :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Paolo la scelta è ardua.. sono due splendide città! Se vuoi abbinare il mare e la tintarella alla visita della città ti consiglio Barcellona, altrimenti ti consiglio Berlino! Berlino è una città molto fredda d'inverno e Maggio è il mese ideale per visitarla! La trovo una città molto giovane e divertente, anche se Barcellona non è da meno. :)

      Elimina
    2. Grazie, sei stata carinissima!
      Per ora sta vincendo Barcellona :-)

      Elimina
  7. Che sciocchezza togliere un pezzo di muro, di arte, di STORIA per cosa?!!
    soldi . Bah.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ormai mi chiedo davvero dove arriveremo... Non si ha più rispetto per nulla!

      Elimina

Lasciami un segno del tuo passaggio,
fammi sapere cosa ne pensi :)

[rispondo sempre, amo l'interazione]

recent posts

Labels

#caprai4love #esplorandoarbataxpark #instameetLe15 #invasionidigitali #leinvasionimurgiane #nonpartosenza #TipicaMenteRimini #Traveldreams #Valleditriatour #WeLevanto Abruzzo Africa Alberobello altro Amalfi America Amsterdam Asia Assisi Atlantic City AUE austria Bangkok Barcellona Bari Basilicata Baviera Belgio Berlino Bernalda Blog & Social Media Tour blogtour Bologna Bruxelles Budapest Calabria cambogia Campania Can't Forget Italy Cappadocia Cartoline dal mondo castelmezzano Castro Cilento Cinque Terre Cisternino Corfù Coriano Corsica Cortina Costa Rica Craco Croazia deserto Disney Disneyworld DIY donna Dubai Dublino Egitto Europa eventi Everglades Fasano featured Fiandre Firenze Florida food Frammenti di viaggio Francia Francoforte Friuli Venezia Giulia Gallipoli Gandoli Gargano Gent Germania Giappone Giordania Gran Bretagna Grecia Grottaglie hotel instagram intervista Irlanda Ischia Istria Italia jamaica Key West Koh Nang Yuan koh samui Koh Tao Lampedusa Latopositivo Lecce Levanto lifestyle Liguria Locorotondo Lombardia Londra Lonely Planet Luxor Mantova Marsa Alam Martina Franca Matera Messico Miami Milano Misurina Molise Monaco Monopoli montefalco myperception Napoli Nepal New York Olanda Orlando Ostuni Otranto Parigi Petra philadelphia Plan de Corones Polignano Porto Cesareo Portogallo Portovenere Positano Praiano premi puglia Radio Capital riflessioni Rimini Roma Romania Salento Sardegna Savelletri Sicilia snapchat snorkeling Sorrento Spagna storytelling Sudafrica svezia Svizzera Taranto tartarughe TBEXAsia telefilm ThaiExperience Thailandia Toscana tradizioni Trani Trentino tunisia Turchia umbria Ungheria Valencia Valle D'Itria Vallonia varie Veneto Venezia Verona viaggiare Vico del Gargano video Vietri sul mare Vinitaly weekend wellness wine

Copyright

I contenuti presenti sul blog "Pensieri in Viaggio" dei quali è autore il proprietario del blog non possono essere copiati,riprodotti,pubblicati o redistribuiti perché appartenenti all'autore stesso.
E’ vietata la copia e la riproduzione dei contenuti in qualsiasi modo o forma.
E’ vietata la pubblicazione e la redistribuzione dei contenuti non autorizzata espressamente dall’autore.
Copyright © 2013 - 2016 Pensieri in Viaggio by Manuela Vitulli. All rights reserved

Scrivi a manuvitulli@gmail.com oppure qui: