Europa Francoforte

Francoforte, città a misura d'uomo

venerdì, febbraio 22, 2013Manuela Vitulli


Avete presente Mamma ho perso l'aereo
Bene, questo Dicembre mi sono sentita come Kevin, il piccolo protagonista del film: per una serie di imprevisti che vi risparmio, sono stata costretta a cambiare aereo, e quindi la destinazione del mio viaggio. E sono così finita a Francoforte sul Meno

La città (oltre ad essere famosa per l'odio che Heidi nutriva nei suoi confronti) è il polo dell'economia tedesca, con le sue numerosissime banche che danno vita ad un affascinante skyline, non paragonabile a quella dei grattacieli newyorchesi, ma di certo il più bello d'Europa
Difatti, la città è anche detta Mainhattan (Main con riferimento al fiume Meno, e Manhattan con riferimento a NY).
Proprio per merito di questi palazzoni di banche, si viene a creare un contrasto tra vecchio e nuovo, classico e moderno. Quest'antitesi tra le casette in legno dai tetti spioventi e i grattacieli è la caratteristica principale della città, e balza subito agli occhi quando ci si reca nel centro storico, Don-Romer





Approdare casualmente a Francoforte nel periodo natalizio è stata una fortuna! 

Il centro storico era addobbato a festa, con caroselli illuminati, piccoli negozietti in legno simili a baite di montagna, col perenne sottofondo delle canzoni  natalizie. 
Nei chioschetti era possibile acquistare prodotti artigianali e cibi locali: statuette fatte a mano e addobbi natalizi in legno, sculture di cioccolato, waffel, pretzels e il profumatissimo vin brulè

A Romerberg, la piazza principale della città, si respirava un mix di profumi davvero piacevole, di quelli che ti restano nel cuore. 






Da Romemberg partono le indicazioni per Goethehaus, la dimora di Goethe, e qui è possibile ammirare per pochi euro (7 euro) la fonte d'ispirazione di molte opere dello scrittore. 






Altra pietra miliare della città, oltre a Romerberg, è Hauptwache. Questo è il punto d'incontro dei giovani, con molti locali in cui cenare, sgranocchiare qualcosa o semplicemente bere un drink. 
Uno dei locali in cui ho fatto tappa fissa è proprio qui: Hauptwache Cafè
Situato esattamente al centro della piazza, è impossibile non innamorarsene perché sembra uno di quei posti rimasti immutati nel tempo. Il servizio è ottimo, le ragazze sono molto gentili, il cibo è delizioso e i prezzi abbastanza contenuti! 

Prodotti tipici? Consiglio la zuppa di zucca (pumpkin soup), i waffel, lo strudel, il vino di mela (apple wine), wurstel e salsicce, queste ultime sono le specialità di Francoforte. 
Se all'odore della carne cotta per strada vi viene improvvisamente l'acquolina in bocca, potreste provare i cutted wurstel, wurstel tagliati a pezzetti e poi farciti a piacere. Tutto squisito!





Come spostarsi? Non considerate neppure l'ipotesi del sightseeing tour! Sono stata letteralmente presa per i fondelli con l'acquisto del biglietto. La guida in italiano sembrava più uno slavo con accento meridionale senza alcuna conoscenza di grammatica o sintassi. Inoltre, ho più volte reclamato l'omissione di alcune tappe stabilite nel tour, mentre l'autista aveva ben pensato di aggiungere una tappa facoltativa al supermarket per soddisfare la sua fame con un panino! No comment.

Oltretutto, Francoforte è una città a misura d'uomo, ben visitabile in due o al massimo tre giorni. Indi consiglio di spostarvi esclusivamente con la metro, semplice e ben organizzata. Vi condurrà in qualsiasi posto della città!

Shopping? Zeil strasse è la via dello shopping, con i suoi centri commerciali da favola. Noterete la differenza con i nostri commerciali, in Italia dispersivi e con pochi piani, mentre a Francoforte sono costituiti da molteplici piani di ampiezza modesta. Fare shopping si fa più semplice! 
MyZeil ospita alcuni concept store davvero interessanti, oltre ad un golf-store in cui è possibile giocare in campi da golf davvero improbabili, persino sui tavoli!
Inoltre, è possibile pranzare all'ultimo piano della Zeil Gallery, e da qui godere di uno splendido panorama!






Cosa visitare? Ho trovato interessanti il museo dell'arte moderna detto MMK e Palmengarten, un'isola verde nel cuore della città. 













E per finire, da non perdere una passeggiata lungo il Meno (purtroppo, come sul nostro Ponte Milvio, anche a Francoforte c'è l'usanza di porre dei lucchetti sul ponte come simbolo d'amore).







You Might Also Like

13 commenti

  1. questo è un posto che mi manca...
    ma magari ora me lo hai avvicinato un po'...
    e grazie per la dolcezza che hai portato nel mio blog.
    Ciao cioa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te! Un vero piacere :)
      Un abbraccio!

      Elimina
  2. Interessante! Leggendo il post mi sono davvero incuriosito..è una meta non molto gettonata, ma sicuramente affascinante.
    Complimenti per il blog, anche io ne ho aperto uno da poco, se ti va passa da me :-)
    www.lavaligiasottosopra.blogspot.it
    Un saluto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Federico!
      Francoforte è una meta alternativa,è vero, ed è l'ideale per un weekend diverso :)
      Passo da te ;)

      Elimina
  3. praticamente l'opposto de Città del Messico ( http://www.dbcasa.it/per/citta-del-messico-citta-non-a-misura-d-uomo/ )

    Le costruzioni devono essere seguite secondo precise idee, l'urbanizzazione di enormi aree non può che comportare disagi per uomo.

    RispondiElimina
  4. Quante belle cosine da vedere! Io faccio spesso tappa qui tra un volo e l'altro, ma solo in aeroporto :( Devo organizzare uno o due giorni di sosta e visitarla!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. noi siam finiti lì per "errore". Abbiamo perso l'aereo di ritorno Berlino - Roma e così abbiamo optato per allungare la nostra permanenza in Germania.
      Piacevole errore! :D

      Elimina
  5. Leggo sempre con molto piacere i tuoi blog di viaggio......stimolanti-simpatici e meravigliosamente mi fanno sentire perennemente in viaggio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie mille Rita! Sempre gentilissima :)

      Elimina
  6. ma che meraviglia!!
    A Francoforte ci sono stata tantissime volte... ma conosco solo l'aereoporto!
    Non immaginavo che fosse così carina.
    Al prossimo scalo lungo che ci faccio vedrò assolutamente di farci un giro :)
    Grazie per l'ispirazione!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. tutti ci passano solo per l'aeroporto, ma vale la pena farci un giretto. Non più di due giorni secondo me! :)

      Elimina
  7. Jawohl Frankfurt und Frankfuterwuerstel prima!!!!! Si è molto particolare e dove stanno facendo le salsicce nello stand mi sembra quello che viene quando c'è la Barcolana in ottobre a Trieste uguale. Ci sono stata una volta soltanto per lavoro ed ho visto poco e niente mi rifaccio ocn le tue immagini. Ciaooo buona serata - Servus - schoenen Abend!!!

    RispondiElimina

Lasciami un segno del tuo passaggio,
fammi sapere cosa ne pensi :)

[rispondo sempre, amo l'interazione]

recent posts

Labels

#caprai4love #esplorandoarbataxpark #instameetLe15 #invasionidigitali #leinvasionimurgiane #nonpartosenza #TipicaMenteRimini #Traveldreams #Valleditriatour #WeLevanto Abruzzo Africa Alberobello altro Amalfi America Amsterdam Asia Assisi Atlantic City AUE austria Bangkok Barcellona Bari Basilicata Baviera Belgio Berlino Bernalda Blog & Social Media Tour blogtour Bologna Bruxelles Budapest Calabria cambogia Campania Can't Forget Italy Cappadocia Cartoline dal mondo castelmezzano Castro Cilento Cinque Terre Cisternino Corfù Coriano Corsica Cortina Costa Rica Craco Croazia deserto Disney Disneyworld DIY donna Dubai Dublino Egitto Europa eventi Everglades Fasano featured Fiandre Firenze Florida food Frammenti di viaggio Francia Francoforte Friuli Venezia Giulia Gallipoli Gandoli Gargano Gent Germania Giappone Giordania Gran Bretagna Grecia Grottaglie hotel instagram intervista Irlanda Ischia Istria Italia jamaica Key West Koh Nang Yuan koh samui Koh Tao Lampedusa Latopositivo Lecce Levanto lifestyle Liguria Locorotondo Lombardia Londra Lonely Planet Luxor Mantova Marsa Alam Martina Franca Matera Messico Miami Milano Misurina Molise Monaco Monopoli montefalco myperception Napoli Nepal New York Olanda Orlando Ostuni Otranto Parigi Petra philadelphia Plan de Corones Polignano Porto Cesareo Portogallo Portovenere Positano Praiano premi puglia Radio Capital riflessioni Rimini Roma Romania Salento Sardegna Savelletri Sicilia snapchat snorkeling Sorrento Spagna storytelling Sudafrica svezia Svizzera Taranto tartarughe TBEXAsia telefilm ThaiExperience Thailandia Toscana tradizioni Trani Trentino tunisia Turchia umbria Ungheria Valencia Valle D'Itria Vallonia varie Veneto Venezia Verona viaggiare Vico del Gargano video Vietri sul mare Vinitaly weekend wellness wine

Copyright

I contenuti presenti sul blog "Pensieri in Viaggio" dei quali è autore il proprietario del blog non possono essere copiati,riprodotti,pubblicati o redistribuiti perché appartenenti all'autore stesso.
E’ vietata la copia e la riproduzione dei contenuti in qualsiasi modo o forma.
E’ vietata la pubblicazione e la redistribuzione dei contenuti non autorizzata espressamente dall’autore.
Copyright © 2013 - 2016 Pensieri in Viaggio by Manuela Vitulli. All rights reserved

Scrivi a manuvitulli@gmail.com oppure qui: